Economia familiare

7 trucchi per insegnare ai bambini a fare la spesa

Di Sara De Giorgi
supermercato.600
16 luglio 2019
Insegnare ai bambini a fare la spesa nel modo giusto è possibile, basta far loro apprendere alcuni concetti fondamentali, tra cui quelli del risparmio, del rapporto qualità-prezzo e della sostenibilità. Ecco sette consigli pratici della FEduF, Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio costituita da ABI, per insegnare ai bimbi a essere piccoli consumatori responsabili.

Si può insegnare ai bambini a fare la spesa, spiegando loro come amministrare nel modo corretto le finanze e, allo stesso tempo, diventare cittadini consapevoli e rispettare l'ambiente? Sì, decisamente.

 

APPROFONDISCI: Libro dei conti di casa, 10 consigli utili per iniziare

 

La FEduF, Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio costituita da ABI, ha redatto una serie di consigli per genitori e insegnanti, affinché possano far comprendere ai bambini il valore del denaro rendendoli dei piccoli consumatori più consapevoli, anche in un’ottica di sostenibilità. Ecco sette suggerimenti pratici:

 

  1. Rendere i bambini protagonisti. Per insegnare a spendere il denaro con saggezza e a riflettere su ciò che occorre, è fondamentale far diventare i bimbi protagonisti: fate in modo che preparino la lista della spesa chiedendo loro di elencare ciò che serve. Giunti alla cassa, confrontate la lista con quello che hanno messo nel carrello: sicuramente troverete molti intrusi.
  2. Insegnate il concetto del risparmio. Per insegnare il concetto di risparmio, potete fare in modo che i piccoli immaginino le corsie del supermercato come strade colorate dove cercare i prodotti più convenienti. Insegnate loro a leggere le etichette e a confrontare i prezzi e spiegate che, con un po' di attenzione, è possibile comprare ciò che serve e risparmiare, allo stesso tempo, un po’ di soldini.
  3. Spiegate loro il rapporto tra qualità e prezzo. Chiedete loro di scegliere per voi la frutta selezionando i prodotti meno cari. Spiegate però che non sempre le cose meno care sono le migliori e introducete i concetti di qualità (è fresca o conservata? è troppo acerba o troppo matura?), di provenienza (è di produzione locale o arriva da lontano?), di stagionalità (le fragole a gennaio forse è meglio non comprarle).
  4. Educateli ad evitare lo spreco. Per educare i bambini ad evitare lo spreco, sia economico che ambientale, chiedete loro di scegliere i prodotti sfusi, quelli a chilometro zero o con pochi imballaggi (ad esempio i detersivi ricaricabili). Così, oltre ad acquistare solo la quantità di prodotto davvero necessario, risparmieremo anche l’ambiente riducendo le emissioni di CO2 per i trasporti e i costi di smaltimento delle confezioni.
  5. Fate apprendere loro la sostenibilità nell'alimentazione. Insegnate loro a essere sostenibili anche nell’alimentazione, acquistate frutta e verdura di stagione per risparmiare e mangiare bene. È possibile rendere la ricerca della stagionalità del cibo un gioco. Ad esempio, potete dire loro: «Che tipo di frutto corrisponde a quale stagione? La mela rossa di Biancaneve si mangia in inverno, mentre le angurie grandi e succose si mangiano d’estate».
  6. Abituateli a gestire il budget personale. Per abituarli a gestire il loro budget personale, fornite loro una paghetta settimanale individuando insieme quali spese deve coprire. Se si comportano in maniera responsabile nei confronti della somma a disposizione, avranno la possibilità di acquistare, con i risparmi, qualcosa a cui tengono veramente. Così li aiuterete a pianificare per raggiungere un obiettivo.
  7. Allenateli a evitare spese inutili. Inoltre, quando andate al supermercato chiedete loro di portare da casa un paio di borse in cui mettere la spesa, così non sprecherete denaro e non accumulerete sacchetti inutili a casa. E insegnerete ai vostri figli che il risparmio intelligente aiuta il budget di famiglia e anche il Pianeta!

 

LEGGI PURE: Come insegnare il valore dei soldi ai bambini

 

GUARDA ANCHE: