Divertirsi

Giochi di strada, i cinque noccioli

5_noccioli
23 Maggio 2013
Attenzione, scaltrezza e abilità: per il gioco dei cinque noccioli occorrevano queste doti e poco altro. Ecco le regole.
Facebook Twitter Google Plus More

  • I cinque noccioli

Attenzione, scaltrezza e abilità: per il gioco dei cinque noccioli occorrevano queste doti e poco altro. Il “poco altro” consisteva in noccioli di pesca o semplici sassi piatti, dipinti su un solo lato: quattro di blu e il quinto di rosso. Ci si sfidava a lanciarli in aria, riprenderli al volo con il palmo della mano e rigettare a terra quelli afferrati al volo. Chi vinceva? Il lanciatore che faceva più punti e arrivava prima a 21. La conta era facile: valevano solo i noccioli ributtati a terra con la parte colorata visibile. Si guadagnava un punto per ciascun nocciolo blu, mentre quello dipinto di rosso raddoppiava il punteggio.

Giochi divini. Nell’antica Grecia un giochino simile era usato per predire il futuro. Si faceva con ossicini del tarso delle zampe posteriori di capre e agnelli e chiamati astràgali: decorati con figure sui quattro lati, una volta lanciati in aria davano combinazioni divinatorie.

Autori: Manuela Maria Campanelli e Anita Rubini

(Articolo tratto da Focus Storia, n. 22 - Agosto 2008, www.focusstoria.it)

Gli altri giochi di strada

- Cicca e spanna

- La ruzzola

- La lippa

- Birilli a bocce quadrate

- La catapulta

- Torna al menù principale

Hai altre idee di gioco da condividere con altri genitori, vai nel forum