Nostrofiglio

Nuovo studio

Più di due ore al giorno sui social aumentano il rischio di cyberbullismo

cyberbullismo

11 Luglio 2018
I ragazzini che stanno sui social più di due ore al giorno sono più a rischio di altri di essere vittima di cyberbullismo. Lo rivela uno studio greco pubblicato su Bio Med Central Public Health.

Facebook Twitter Google Plus More

Sui social network più di due ore al giorno? Il rischio di essere vittime di cyberbullismo aumenta.

 

Uno studio greco appena pubblicato su  Bio Med Central Public Health ha constatato infatti che utilizzare i social network per più di due ore al giorno possa esporre maggiormente al cyberbullismo i ragazzi tra i 14 e i 17 anni.

I ragazzini coinvolti sono stati maggiormente vittime di esclusione sociale, messaggi aggressivi e minacciosi, informazioni umilianti.

Lo studio, tramite un questionario anonimo somministrato a 13,708 adolescenti, ha preso in oggetto studenti di sette nazioni europee. Germania, Grecia, Islanda, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Spagna. In particolare sono state studiate 100 classi random per Paese.

 

L'uso eccessivo dei social aumenta il rischio di cyberbullismo

"Questa scoperta sfida le ricerche passate suggerendo che il semplice fatto di avere un profilo di un social network, con un suo uso eccessivo, aumenta il rischio di diventare una vittima del cyberbullismo", ha specificato uno dei ricercatori, Artemis Tsitsika.

 

Tanti, troppi bambini vittime di bullismo online

Dallo studio è emerso che molti bambini in età scolare sono stati vittime di cyberbullismo.

 

  • In Romania (37,3%),
  • Grecia (26,8%),
  • Germania (24,3%)
  • Polonia (21,5%) s
  • Paesi Bassi (15,5 %),
  • in Islanda (13,5%)
  • e in Spagna (13,3%).

 

Lo studio conclude specificando l'importanza di trovare nuovi  percorsi educativi per integrare l'educazione all'uso dei social e delle nuove tecnologie a scuola, in particolare nei Paesi dove si utilizza di più.