CAPODANNO

Capodanno: 4 attività divertenti per passarlo con i bambini

Di Zelia Pastore
capodanno
14 Novembre 2016 | Aggiornato il 28 Dicembre 2018
Gara di cucina, decori per la tavola delle feste, cocktail alla frutta e caccia al tesoro: ecco come divertitrvi insieme ai vostri figli durante il veglione di San Silvestro
Facebook Twitter More

Passare l’ultimo giorno dell’anno in famiglia può essere molto più divertente di quanto pensiate: basta rendere più frizzante la serata sostituendo la solita tombola con qualche attività un po’ più originale e coinvolgente, sia per i grandi che per i piccini.

Ci siamo affidate alla creatività di Marta Bruzzone, pedagogista e fondatrice insieme alla sorella Sara di Mammechefatica.it.

Tra sfide culinarie, competizioni creative, cacce al tesoro e aste divertenti.

 

Sfida tra baby chef

Iniziamo dal pomeriggio a fargli assaporare l’atmosfera di festa, coinvolgendo in maniera attiva i piccini di casa nell’organizzazione del cenone. «Se i vostri figli hanno dai cinque anni in su, potete dividerli in “team”, assegnare loro delle ricette e fare una piccola gara di cucina (che ovviamente prevede premi per tutti i classificati). Puntate su ricette semplici, che non implichino l’utilizzo dei fornelli. Qualche esempio? Tramezzini ritagliati nel pane con gli stampini dei biscotti, mousse con il formaggio fresco, involtini di bresaola e caprino chiusi da un fiocchetto con erba cipollina, tartine “creative” con le gallette tonde, dove le olive possono diventare gli occhi e la bocca i capperi». Questo vi aiuterà a rimpolpare la zona del tavolo dedicata agli aperitivi e farà sentire i bambini protagonisti della cena.

 

Competizione creativa

Passiamo poi alla tavola. «Un’altra idea, adattabile a tutte le età dei bambini, è la “competizione di apparecchiatura della tavola”, che prevede in squadra anche zie e cuginetti grandi. Assegnate a ogni squadra un compito, come la disposizione delle candele, la creazione dei segnaposto, la piegatura dei tovaglioli, la redazione del menù della serata su una carta simil-pergamena: il tutto sarà valutato dalla giuria composta da mamma e papà. Per la costruzione di decori da mettere sulla tovaglia, si possono tranquillamente sfruttare bottoni, pigne e pezzi di carta e stoffa trovati in casa: tutte cose molto semplici, naturali e low cost».
 

 

Caccia al tesoro

Bando alla tombola con i fagioli secchi: il diversivo perfetto per arrivare dalla fine della cena al countdown è la caccia al tesoro, che coinvolga i partecipanti dai 2 ai 90 anni. «Se i bimbi sono piccoli, i biglietti che li guideranno alla scoperta dei tesori non potranno essere testuali, ma dovranno contenere delle immagini (se non siete disegnatori provetti, fate dei collage da riviste o utilizzate foto trovate su internet). Cercate di guidarli tra un nascondiglio e l’altro con frasi tipo: “Vediamo un po’ cosa c’è dietro questa tenda…” perché soprattutto i più piccini tendono ad annoiarsi velocemente». Se i figli hanno dai 7 anni in su, si può cominciare a coinvolgere la sfera cognitiva, e scrivere biglietti un po’ più articolati come “fai 8 passi meno uno per andare nella direzione giusta dell’indizio”.


Asta delle opere d’arte

Se non siete riusciti a ricavarvi il tempo necessario per occultare bigliettini e sorpresine sotto il divano, non disperate: c’è sempre l’opzione “laboratorio creativo last minute”. «Preparate adeguatamente il salotto con giornali stesi a terra per evitare che si pitturi ovunque, e fornite sempre alle squadre inter-generazionali fogli e colori per scatenare la fantasia. Organizzate una gara per premiare il quadro più bello: potete guidare le composizioni artistiche dando un tema, come “Cacciare via i pensieri brutti per l’arrivo dell’anno nuovo”, oppure “desideri e buoni propositi per l’anno che verrà”. Le categorie da premiare ovviamente saranno molteplici, per dare la possibilità a tutti di ricevere un riconoscimento: originalità, colore, soggetto, tecnica utilizzata sono solo alcune delle opzioni possibili».