Home Bambino

Chi sono i bambini intersex?

di Niccolò De Rosa - 27.08.2021 - Scrivici

intersex
Fonte: Shutterstock
Nascono con un sesso non ben definito e talvolta finiscono intrappolati in un corpo cui non sentono di appartenere: ecco chi sono i bambini intersex

Nascono con organi sessuali non ben definiti o scoprono durante la pubertà di possedere un'anatomia riproduttiva che non rientra nè nella categoria maschile, nè in quella femminile: sono i bambini intersex, bimbi dai caretteri sessuali non binari e di cui si parla ancora troppo poco.

In questo articolo

Chi sono i bambini intersex?

Stando alle definizioni standard, "intersex" è un termine ombrello che abbraccia una serie di caratteristiche fisiche riguardanti il sesso dell'individuo e che non sono riconducibili appieno nè al genere (o gender) maschile, nè al genere femminile. Tali caratteristiche particolari - date da anomalie genetiche - possono riguardare le gonadi, i genitali, la produzione di ormoni o l'aspetto somatico di un soggetto (es: l'assenza completa di barba). In Italiano l'aggettivo è traducibile con "ermafrodita".

Dal punto di vista prettamente medica questa condizione rientra nei disordini dei DSD, i Disturbi della differenziazione sessuale, anche se l'essere intersex non compromette la salute fisica della persona. Tuttavia, a causa del forte impatto sociale che tale condizione comporta, molto spesso i bimbi non binari vengono sottoposti a trattamenti medici (quando non veri e propri interventi chirurgichi) per ovviare alla situazione.

«Secondo gli esperti - afferma il sito Intersex Esiste, nato per supportare persone soggette all'ermafroditismo - tra lo 0,05% e il 1,7% della popolazione nasce con tratti intersessuati: 30. 000. 000 di persone nel mondo, una stima simile al numero di persone con i capelli rossi».

Qando un bimbo è intersex?

L'ermafroditismo può assumere varie forme e, come già anticipato, riguarda parti fisiche che si mostrano di sesso opposto al resto del corpo. Esistono quattro grandi tipi di intersex:

  • 46, XX ermafroditismo o Disturbo ovotesticolare dello sviluppo sessuale 46,XXchi ne è soggetto ha due cromosomi XX e le ovaie femminili, ma gli organi genitali esterni sono maschii.
  • 46, ermafroditismo DI X-Y: in questo caso si possiede un cromosoma X ed un cromosoma Y (condizione che caratterizza il maschio) ma gli organi genitali esterni somogiliano a quelli femminili o non sono completamente sono formati.
  • Vero ermafroditismo gonadico: qui vi è la compresenza di tessuto testicolare e ovarico (es: un ovaia e un testicolo).
  • Ermafroditismo complesso: sotto questa categoria rientrano diversi disordini dello sviluppo sessuale che si palesano con alterazione nella produzione di ormoni o nello sviluppo incompleto dell'apparato riproduttivo.

Segnali evidenti dell'ermafroditismo possono essere dunque la presenza di organi genitali ambigui, organi riproduttivi troppo piccoli o troppo grandi (es: clitoromegalia) o drastici cambiamenti ormonali ed estetici durante l'età puberale.

Diagnosi

Per appurare con certezza una possibile condizione di ermafroditismo bisogna rivolgersi a medici specialistici e sottoporsi a test specifici come l'analisi dei cromosomi, l'esame del sangue per misurare i livelli di ormoni e d'elettrolito o esami endoscopici.

Essere intersex c'entra con l'orientamento sessuale?

L'intersessualità riguarda il corpo di un individuo e non il suo orientamento sessuale, che può svilupparsi come quello di chiunque altro in qualsiasi direzione (eterosessualità, omosessualità, pansessualità ecc. . . ).

Tuttava appare chiaro come l'ambiguità insita nelle condizioni fisiche di un bambino o una bambina intersex - spesso non adeguatamente supportata o addirittura stigmatizzata dal prossimo - non faciliti la comprensione chiara e definitiva delle proprie preferenze sessuali.

Essere intersex: i risvolti sociali

Crescere senza un'attribuzione di genere univoca può essere un'esperienza molto complicata, se chi vi si ritrova non viene adeguatamente sostenuto/a dalla famiglia o da chi gli sta vicino. Tuttora, infatti, quella gli intersex è una realtà ancora poco conosciuta, dietro la quale però spesso si nascondono storie di emerginazione e abbandono sociale.

Non è raro, ad esempio, che di fronte ad una sessualità ambigua s'imponga al bambino alla bambina - anche in assenza di vere necessità di salute - una medicalizzazione o un intervento chirurgico per rendere più "normale" la situazione. Ciò spesso comporta traumi e complesse ripercussioni psicologiche, in quanto alcuni vivono gli interventi come vere mutilazioni, trovandosi a convivere con un corpo cui non sentono di appartenere del tutto.

Negli ultimi anni stanno nascendo centri e associazioni per il supporto psicologico di ragazzi e ragazze intersex, anche se il cambiamento più grosso forse deve ancora venire da una società ancora un po' impreparata quando si vanno a toccare certi argomenti della sfera sessuale.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli