Home Bambino

I bambini e tecnologia: quanto tempo passare davanti allo schermo?

di Sara Sirtori - 05.12.2019 - Scrivici

schermiebambini.600
Fonte: Shutterstock
Quanto è il tempo massimo che i bambini posso passare davanti agli schermi di tv, smartphone e tablet? Vediamo le linee guida e i dati raccolti dall'OMS in una ricerca relativa a bambini e tecnologia.

Le linee guida formulate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle società pediatriche raccomandano che i bambini in età prescolare non utilizzino i dispositivi tecnologici per più di un'ora al giorno.

La maggior parte dei bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni, però, non segue questi consigli e, secondo questo studio, ciò sarebbe associato a un utilizzo eccessivo dei dispositivi da parte delle mamme.

Questo studio ha utilizzato i dati raccolti dal 2011 al 2014 per determinare i comportamenti e le tempistiche di esposizione agli schermi da parte dei bambini di 2 e 3 anni e per individuare i fattori individuali e familiari associati al mancato rispetto di tali linee guida.

Hanno partecipato a questa ricerca 1.595 e 1.994 bambini di età compresa tra 2 e 3 anni. I ricercatori segnalano che il 79,4% dei bambini di 2 anni e il 94,7% dei bambini di 3 anni non rispetta le linee guida indicate dall’OMS.

I fattori associati a questo mancato rispetto sono stati:

  • il tempo dedicato alle tecnologie da parte delle mamme
  • la frequenza o meno dell'asilo nido (per i bambini curati a casa i dispositivi sono più accessibili).

Quali sono le conseguenze dell'esposizione dei bambini alle nuove tecnologie? Passare troppo tempo davanti al PC, smartphone e tablet comporta delle conseguenze per la salute dei bambini e il loro sviluppo cognitivo.

Conclusioni

Dallo studio è emerso che, per ridurre il tempo passato dai bambini davanti agli schermi, è importante considerare le abitudini tecnologiche della famiglia.

Nelle famiglie in cui si passa tanto tempo davanti agli schermi di PC, tablet e smartphone, potrebbe risultare difficile per i genitori educare i bambini a un corretto uso degli strumenti tecnologici. Di conseguenza, sarà importante collaborare con le famiglie per impostare delle regole e per pianificare attività familiari prive di tecnologia, in grado di stimolare le interazioni umane e favorire un approccio attento e controllato ai dispositivi tecnologici.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli