Home Bambino Istruzione

Bambini, come superare la paura del fallimento scolastico

di Sara De Giorgi - 25.11.2020 - Scrivici

bimba-scuola
Fonte: Shutterstock
A volte accade che noi genitori ci arrabbiamo a sproposito (o minimizziamo al massimo) se nostro figlio ha portato a casa una brutta pagella o un brutto voto. Spesso il bambino inizia a sviluppare una grande paura dei fallimenti scolastici. Fondamentale è che i genitori sappiano sostenere adeguatamente i figli nei momenti di crisi.

Vostro figlio ha preso una brutta pagella o ha avuto un 'interrogazione andata male? A volte, noi genitori, ci arrabbiamo a sproposito, oppure minimizziamo eccessivamente. E il bambino inizia a sviluppare una grande paura dei fallimenti scolastici.

Fondamentale è che i genitori sappiano sostenere adeguatamente i figli nei momenti di crisi. Perché si impara da piccoli a saper perdere e lo si apprende soprattutto mediante il comportamento dei genitori e dal modo in cui affrontano le sconfitte.

Nel libro E Le Mie Paure Volano Via (Amazon), scritto dalle psicologhe argentine Vanesa e Patricia Rojas, con illustrazioni di Maria Lavezzi, vengono narrate quattro storie sulle paure più frequenti nei bambini tra i sei e i dieci anni (tra cui la paura del fallimento scolastico, la paura dell'esclusione dal gruppo sociale, la paura degli animali, la paura della separazione dai genitori) ed è presente una guida per adulti con attività ludiche e suggerimenti utili per una migliore gestione delle emozioni dei bimbi e per una maggiore serenità.

In questo articolo abbiamo approfondito la paura del fallimento scolastico, che è abbastanza comune nei bambini. Ecco alcune riflessioni e vari consigli di Vanesa e Patricia Rojas, intervistate per i lettori di Nostrofiglio.it, per aiutare i più piccoli a emanciparsi dal terrore di fallire a scuola, imparando così anche ad accettare gli insuccessi nel modo giusto e considerandoli, anzi, come stimoli a fare meglio.

In questo articolo

Paura del fallimento scolastico, le cause

Secondo le sorelle Rojas, la paura del fallimento scolastico è molto ricorrente nell'età evolutiva. Generalmente compare i tra i cinque e i sette anni e ha diverse origini.

"L'ambiente familiare ha un'influenza importante. In questo senso, i genitori possono condizionare il bambino con il loro atteggiamento nei confronti della scuola, soprattutto se hanno eccessive aspettative. D'altra parte, la società attuale si focalizza molto sulla competitività, sulla performance e sul successo.

Le richieste pressanti e la competitività con i pari possono contribuire, nei bambini vulnerabili e molto sensibili, allo sviluppo di questa paura.

Anche la tendenza a voler mostrare una buona immagine di sé e a non accettare gli errori, unite alla paura di fare brutte figure e al desiderio di rispondere alle aspettative, a volte esagerate, dei genitori o degli insegnanti possono far sperimentare questa emozione in modo irrazionale.

Inoltre, esperienze traumatiche per il bambino (come, ad esempio, fare una brutta esposizione in una recita, ecc.) possono portarlo alla paura di fallire e, di conseguenza, indurlo a evitare determinate situazioni".

Insuccesso scolastico, di quali aspetti hanno più paura i bambini?

"In generale i bambini hanno paura

  • dell'insuccesso,
  • del giudizio negativo,
  • di prendere brutti voti,
  • di fare brutta figura davanti alla classe,
  • di non essere capaci di superare una prova.

La paura del fallimento nasce dalla sensazione di non essere all'altezza degli altri". 

Come gestire questa paura?

  • "È importante che si crei una rete di collaborazione e di dialogo reciproco tra genitori e insegnanti, con la finalità di osservare il comportamento del bambino, di cogliere i segnali di disagio e di aiutarlo a superare le difficoltà. Eventualmente, se il disagio dovesse persistere e compromettere la sfera sociale ed emotiva del bambino, sarà necessario rivolgersi ad un terapeuta.
  • Fondamentale è anche promuovere un clima positivo e di serenità centrato sull'ascolto, sulla comprensione e sull'empatia con il bambino, spiegandogli come gli errori e gli ostacoli facciano parte della vita e che, spesso, sono opportunità per migliorare e crescere.
  • Necessario è poi accompagnare il bambino durante il suo percorso scolastico, motivandolo ad un sano e positivo approccio verso lo studio, insegnandogli a fare bene senza essere competitivo, e a costruire buoni  legami con i suoi compagni.
  • Opportuno è pure rinforzare positivamente i "piccoli passi" del bambino: ciò avrà un effetto positivo sulla sua autostima, e lo incoraggerà a proseguire nonostante le difficoltà".

Consigli per aiutare i bimbi a superare la paura del fallimento scolastico

Ecco, secondo le sorelle Rojas, alcuni consigli pratici utili per gestire la paura del fallimento scolastico. 

  1. "Importante è aiutare il bambino a verbalizzare, cioè a riconoscere e a dare un nome alle emozioni che vive quotidianamente, insegnandogli a non abbattersi per una bassa prestazione scolastica.
  2. Si possono leggere dei libri di personaggi che superano la paura del fallimento scolastico drammatizzando così insieme al bambino. Pupazzi o bambole e situazioni a lui familiari possono essere validi strumenti per aiutarlo a vincere questi momenti di paura.
  3. Certamente gli esercizi di respirazione sono molti utili ed efficaci per gestire lo stress legato alla paura perché aiutano il bambino a controllare le proprie emozioni, a farlo sentire rilassato e a comunicare meglio con gli altri.
  4. In generale, le paure non sono motivo di preoccupazione. Ma se la famiglia non sa come gestirle perché sono molto intense e provocano una sofferenza persistente, con un impatto negativo sulla qualità di vita del bambino, allora è consigliabile consultare un professionista".

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli