Home Bambino Istruzione

I buchi neri spiegati in modo semplice

di Viola Stellati - 15.05.2024 - Scrivici

buchi-neri
Fonte: Shutterstock
Una guida facile, facile per spiegare ai bambini cosa sono i buchi neri, alcuni degli oggetti più strani dei tutto l'universo

In questo articolo

Buchi neri spiegati ai bambini

La curiosità dei bambini è pressoché infinita e, pur essendo chiaramente un bene, alle volte può rappresentare un problema per i genitori che si trovano impreparati a rispondere ad alcune domande un po' puntigliose. Se, per esempio, vi chiedessero cosa sono i buchi neri sapreste rispondere? Per facilitare chi si ritroverà a dover rispondere a questa domanda abbiamo scritto una guida, facile, facile, su questo interessante argomento.

Cosa sono i buchi neri

Come si può leggere sul sito dell'European Space Agency for kids i buchi neri possono essere considerati gli oggetti più strani dell'universo. Sono dei corpi celesti, come il sole e i pianeti, senza una superficie e quindi non sono "calpestabili". Per questo vengono descritti come una sorta di regione dello spazio nella quale la materia è sprofondata su se stessa.

Sono perciò delle zone dell'universo in cui è avvenuto un crollo catastrofico che ha fatto sì che un'enorme quantità di massa si riversasse in uno spazio incredibilmente piccolo.

I buchi neri non sono visibili, ma quel che sappiamo è che molti di essi sono circondati da dischi di materiale e che possono avere diverse dimensioni, tanto da arrivare ad essere milioni (o persino miliardi) di volte più pesanti del sole. 

Gli oggetti che cadono nei buchi neri vengono letteralmente "stirati" fino al punto di rottura. Ciò vuol dire che se un'astronauta si avventurasse troppo vicino a un buco nero al punto da venirne risucchiato, verrebbe fatto a pezzi dalla forza di gravità.

Tipologie di buchi neri

Su Focus Junior si può leggere che esistono tre diverse tipologie di buchi neri. Essi, infatti, pur chiamando buchi non lo sono affatto ma quel che è certo è che, grazie ad una potentissima attrazione gravitazionale, inghiottiscono qualsiasi cosa: materia, stelle e persino la luce, tanto da apparire come immense masse nere.

Non è quindi un caso che vengono distinti in base alle dimensioni:

  • Buchi neri stellari: la loro massa è di qualche decina di volte più grande del sole e si formano quando una grossa stella "in fin di vita" esplode generando una supernova;
  • Buchi neri giganti (o supermassicci): ne sono un esempio Sagittarius A*e M87;
  • Buchi neri intermedi: presentano masse 30-60 volte più grandi di quelle del sole. La loro origine al momento non è ancora chiara.

Sagittarius A* e M87

Sagittarius A* e M87 sono due buchi neri che sono stati fotografati. Perl la precisione, l'immagine di M87 è stata impressa nel 2019 ed è stato così chiamato perché questo è il nome della galassia in cui è stato individuato. Situato a 53 milioni e mezzo di anni luce da noi (quindi una distanza lontanissima perché l'anno luce indica la distanza percorsa dalla luce - che è super veloce- in un anno, ha sei miliardi e mezzo di volte la massa del sole e due milioni di miliardi di volte di quella della Terra.

Sagittarius A*, dal canto suo, è stato immortalato (o meglio, la sua ombra come nel caso di M87) nel maggio 2022 nella Via Lattea. Fu un evento eccezionale per gli studiosi di tutto il nostro pianeta e per il mondo intero, perché si trattò della prova definitiva della presenza di un buco nero all'interno della nostra galassia.

A differenza di M87, Sagittarius A* è piuttosto piccolo piccolo, ma ciò non toglie che sia il buco nero più vicino al nostro bellissimo pianeta Terra.

Utilizzando semplici parole, con questa guida è davvero possibile raccontare ai bambini cosa sono i buchi neri.

Fonti

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso
TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli