Home Bambino Istruzione

Ultimo giorno di scuola ai tempi del Coronavirus

di Penelope Greco - 08.06.2021 - Scrivici

ultimo-giorno-di-scuola
Fonte: Shutterstock
Coronavirus: ultimo giorno scuola! Dopo un anno di restrizioni e distanziamento, ecco che ritorna la possibilità di fare festa!

Finalmente la fine della scuola è arrivata. Quest'anno, al contrario dello scorso giugno quando le scuole erano ancora chiuse a causa del Covid, ci sarà il vero ultimo giorno di scuola sì, ed in classe. Via libera quindi a celebrazioni, festicciole in classe e riti di fine anno. Gli insegnanti potranno organizzare una giornata speciale per concludere le lezioni. Attenzione però: anche il rito di fine scuola deve essere a prova di Covid. Dunque ci vuole il distanziamento, le classi non possono essere mischiate, né unite in un'unica iniziativa e resta l'obbligo di indossare sempre la mascherina. 

In questo articolo

Coronavirus ultimo giorno scuola

Le scuole si stanno organizzando. Certo, la festa si farà ancora con le regole Covid, ma sarà pur sempre festa! Le scuole si stanno organizzando, distanziando le uscite tra le varie classi e prendendo precauzioni per evitare la confusione e l'assembramento. Molti insegnanti puntano su giornate al parco o al cinema, su passeggiate o lezioni all'aperto. Tra i più grandi però, 1 su 3 sarà costretto a concludere le lezioni in DAD, anche a causa di decisioni prese autonomamente dalle scuole per evitare assembramenti. 

Per oltre 4 ragazzi su 10 poi, niente festeggiamenti e gli altri hanno scelto comunque qualcosa di tranquillo: un pranzo, un aperitivo, a cui non parteciperà comunque tutta la classe. 

Senza parlare poi dello stop alle gite e alle foto di gruppo: i ricordi più belli del periodo scolastico!

Il tabellone dei voti

E quest'anno tornano anche i quadri con i voti e i giudizi, che l'anno scorso erano stati aboliti per evitare che gli studenti e i genitori si assembrassero a scuola. In realtà le nuove regole sulla valutazione di fine anno prevedono due modalità alternative, che le scuole possono scegliere. Le promozioni e i voti possono essere affissi sui classici tabelloni cartacei appesi a scuola oppure i risultati della singola classe possono essere consultati dal registro elettronico nell'area riservata. In questo caso non sono del tutto pubblici ma sono consultabili soltanto da chi fa parte della classe.

Ultimo giorno di scuola

Abruzzo: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Basilicata: 8 giugno

Bolzano: 16 giugno

Calabria: 12 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Campania: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Emilia Romagna: 5 giugno

Friuli Venezia Giulia: 10 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Lazio: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Liguria: 9 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Lombardia: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Marche: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Molise: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Piemonte: 11 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Puglia: 11 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Sardegna: 20 giugno

Sicilia: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Toscana: 10 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Trentino: 10 giugno

Umbrai: 9 giugno

Valle d'Aosta: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Veneto: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

L'esame di terza media

Anche l'esame di terza media sarà atipico. Il Ministero dell'Istruzione ha voluto accorciare i tempi per lo svolgimento delle prove, senza privare gli studenti di un momento così importante. L'esame quindi si svolgerà in presenza. Il 7 giugno cominciano quindi gli esami del primo ciclo di scuola superiore, da terminarsi entro e non oltre la fine del mese.

La famigerata prova orale prende il via da un elaborato a cura dello studente, sviluppato sulla base di un argomento, quest'ultimo fornito dal Consiglio di classe. Naturalmente sarà un anno scandito da rigidi protocolli anti-contagio. Gli studenti dovranno indossare le mascherine e potranno portare con sé soltanto un accompagnatore, ad esempio uno due genitori. La misura naturalmente per evitare assembramenti, così come l'obbligo di lasciare l'istituto subito dopo il termine della prova, seguendo percorsi predisposti per l'occasione. Di 2 metri invece la distanza tra esaminando ed esaminatori.

L'esame di maturità

L'esame di Stato 2021 inizierà ufficialmente il 16 giugno 2021 alle ore 8.30 in tutta Italia dalla Valle d'Aosta alla Sicilia. Ancora una volta, come già accaduto l'anno scorso, la maturità 2021 si svolgerà attraverso un'unica prova orale che verrà articolata in quattro fasi differenti. La sua durata sarà di circa un'ora ma potrebbe variare a seconda della commissione e delle abilità del maturando.

L'elaborato

L'elaborato è stato assegnato dal consiglio di classe a ciascun alunno sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l'indirizzo di studi. L'elaborato può avere forme diverse a seconda anche dei diversi istituti e indirizzi. La discussione dell'elaborato darà il via al colloquio d'esame.

Il colloquio d'esame

Al termine della discussione dell'elaborato assegnato allo studente, si procederà con la discussione di un breve testo di lingua e letteratura italiana già trattato durante l'anno scolastico. Il candidato poi dovrà analizzare il materiale scelto dalla sottocommissione. L'esame si concluderà con l'esposizione da parte dello studente dell'esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi. Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver maturato le competenze e le conoscenze previste nell'ambito dell'Educazione civica.

Protocolli di sicurezza

Il protocollo di sicurezza è molto simile a quello dell'anno scorso. La novità riguarda soprattutto le mascherine. Quelle consigliate sono le chirurgiche mentre non potranno essere utilizzate quelle di comunità. È invece sconsigliato l'utilizzo prolungato delle mascherine FFP2. Si dovrà osservare la distanza di almeno due metri tra commissione e candidato. Ogni studente potrà portare con sé un solo accompagnatore. Necessaria anche l'autodichiarazione sullo stato di salute. Finito l'esame si dovrà lasciare l'edificio scolastico nel più breve tempo possibile.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli