Home Bambino Istruzione

Ultimo giorno di scuola ai tempi del Coronavirus

di Elena Berti - 27.04.2022 - Scrivici

ultimo-giorno-di-scuola
Fonte: Shutterstock
Coronavirus: ultimo giorno scuola! Dopo un anno di restrizioni e distanziamento, ecco che ritorna la possibilità di fare festa!

Finalmente la fine della scuola è arrivata. Quest'anno, diversamente dal giugno 2020, quando le scuole erano ancora chiuse a causa del Covid-19, ci sarà il vero ultimo giorno di scuola. Si potranno quindi organizzare feste in classe, dirsi addio, salutarsi per le vacanze, farsi scherzi, gavettoni e sparare coriandoli, ovviamente sempre nel rispetto della normativa per il contenimento dei contagi. Ma quando finisce esattamente la scuola e quando ci saranno invece gli esami?

In questo articolo

Coronavirus ultimo giorno scuola

L'ultimo giorno di scuola all'epoca del Coronavirus sarà un po' diverso dal solito, ma almeno ci sarà. Le uscite sono già scaglionate da inizio anno, e gli insegnanti e i dirigenti scolastici faranno in modo di evitare gli assembramenti, soprattutto se lo spazio è ristretto. Alcune classi trascorreranno l'ultimo giorno di scuola all'aperto, magari in un parco, e chi non potrà farlo festeggerà comunque in classe, magari con uno spettacolo organizato dai bambini o dai ragazzi. Questi ultimi, però, non sono tutti così fortunati: uno studente su tre finirà l'anno in dad.

Il tabellone dei voti

Nel 2020 i tabelloni coi voti erano stati eliminati per evitare che i genitori e gli alunni si assembrassero per guardarli. Da quest'anno tornano, ma non sono obbligatori: i dirigenti scolastici possono anche scegliere di inserirli direttamente sul registro elettronico e di evitare l'affissione. In quest'ultimo caso, tutta la classe vedrà i risultati. 

Ultimo giorno di scuola

Ecco, regione per regione, le date di chiusura delle scuole nel 2021:

Abruzzo: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Basilicata: 8 giugno

Bolzano: 16 giugno

Calabria: 12 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Campania: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Emilia Romagna: 5 giugno

Friuli Venezia Giulia: 10 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Lazio: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Liguria: 9 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Lombardia: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Marche: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Molise: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Piemonte: 11 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Puglia: 11 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Sardegna: 20 giugno

Sicilia: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Toscana: 10 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Trentino: 10 giugno

Umbria: 9 giugno

Valle d'Aosta: 8 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

Veneto: 5 giugno. Le scuole d'infanzia invece chiuderanno il 30 giugno.

L'esame di terza media

L'esame di terza media sarà un po' diverso per l'anno scolastico 2020/2021. Il Ministero dell'Istruzione ha ridotto i tempi per lo svolgimento delle prove, ma l'ha garantito in presenza. La data di inizio è fissata al 7 giugno 2021.

Ci sarà anche la prova orale, che si baserà su una tesina proposta dallo studento ispirata al tema fornito dal Consiglio di classe. Durante l'esame, in ogni caso, gli studenti avranno l'obbligo di indossare la mascherina e potranno avere con sé soltanto un accompagnatore. 

L'esame di maturità

Per quanto riguarda invece l'esame di Stato, la data di inizio è il 16 giugno 2021, come sempre in tutto il territorio italiano. Come nel 2020, ci sarà un'unica prova orale avrà quattro caratteristiche principali e una durata totale di circa un'ora. Le caratteristiche sono le seguenti: 

L'elaborato

Come per le medie, si tratta di una tesina il cui argomento è stato consegnato dal Consiglio di Classe agli alunni. Questo elaborato, ovviamente inerente il percorso di studi, sarà discusso durante il colloquio d'esame come punto di partenza.

Il colloquio d'esame

Dopo aver ascoltato lo studente parlare del proprio lavoro, la commissione passerà a interrogare il maturando su un testo di lingua e letteratura italiana già affrontato durante le lezioni. L'esame si concluderà poi con l'esposizione dell'esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi. Potranno essere richieste anche nozioni di educazione civica.

Protocolli di sicurezza

I ragazzi e le ragazze dovranno indossare le mascherine chirurgiche, preferibili alle FFP2 visto il numero delle ore trascorse sui banchi. La distanza dovrà essere di almeno due metri tra esaminatori e candidato, ci potrà avere un solo accompagnatore e servirà l'autodichiarazione sullo stato di salute. 

Aggiornato il 08.06.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli