Home Bambino Istruzione

Covid e scuole, necessarie linee guida per migliorare la ventilazione nelle aule

di Sveva Galassi - 10.02.2021 - Scrivici

aule-scolastiche
Fonte: Shutterstock
Secondo uno studio inglese sarebbe urgente ottenere al più presto linee guide per mettere in atto una corretta ventilazione delle aule scolastiche. Intanto tenere aperte finestre e porte - in maniera ragionevole - sembra essere la strada migliore per il contenimento del virus.

La corretta areazione delle classi a scuola è davvero importante ai fini del contenimento del virus Covid.19. Secondo una ricerca svolta dai medici dell'Imperial College di Londra e dal preside di una scuola secondaria a Pinner (Middlesex), sarebbe urgente avere linee guida sulle modalità attraverso cui le scuole possono utilizzare la ventilazione per ridurre il rischio di trasmissione del virus Covid-19 nelle classi.  

In questo articolo

Covid, migliorare la qualità dell'aria nelle classi è fondamentale

In uno studio pubblicato dal Journal of the Royal Society of Medicine, gli autori affermano che il miglioramento della qualità dell'aria nelle aule scolastiche è importante esattamente quanto i consigli del governo sul distanziamento sociale, sull'uso di dispositivi individuali di protezione (mascherine) e sull'igienizzazione delle mani.

I ricercatori hanno fatto riferimento al caso del settore aereo: il rischio di contrarre il virus su un volo è attualmente inferiore rispetto a quello che si corre in un edificio dove sono collocati uffici o in un'aula. Il dottor Kaveh Asanati, professore di malattie polmonari professionali presso il "National Heart & Lung Institute" (Faculty of Medicine) dell'Imperial College di Londra, e primo autore dello studio, ha dichiarato:

«La strategia di riduzione del rischio 'a più livelli', utilizzata nell'industria aeronautica, sembra aver funzionato in modo efficiente. La strategia include test sui passeggeri, l'uso di dispositivi protettivi per il viso o mascherine, varie misure igieniche e, cosa più importante, il mantenimento di aria pulita mediante la circolazione di una miscela di aria fresca e di aria riciclata attraverso filtri HEPA (High-Efficiency Particulate Air)».

Pochi edifici hanno i filtri HEPA

Pochi edifici scolastici hanno il sistema di filtrazione HEPA. Una potenziale soluzione pratica per le scuole sarebbe, secondo gli autori, l'utilizzo di unità di filtrazione HEPA portatili.

Gli studiosi hanno sottolineato che persino l'americano "Centers for Disease Control and Prevention" ha raccomandato agli operatori sanitari di prendere in considerazione - durante la pandemia Covid-19 - l'aggiunta di tali unità, al fine di aumentare la qualità dell'aria nelle aree in cui i sistemi permanenti di trattamento dell'aria non erano più un'opzione perseguibile. Hanno anche descritto uno studio svolto in una stanza d'ospedale di pazienti affetti da Covid-19, nella quale determinati ricercatori sono stati in grado di rilevare SARS-CoV-2 negli aerosol soltanto quando venivano usati i campionatori d'aria senza filtro HEPA sul tubo di ingresso.

Il dott. Asanati ha affermato: «Per mantenere aperte le scuole, è urgente implementare strategie di 'contenimento' del virus in loco più efficaci, con particolare attenzione alla ventilazione e ai test. Inoltre, è essenziale che gli insegnanti e il personale scolastico siano aggiunti alla lista di priorità per la vaccinazione».

Scuola, tenere aperte le finestre (in maniera ragionevole)

Infine, gli studiosi inglese hanno affermato che è necessario realizzare linee guida per implementare i migliori sistemi di ventilazione e di filtraggio nelle scuole, nonché "lavori pilota" e ricerche che coinvolgano esperti che si occupano di qualità dell'aria interna, riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria (HVAC).

Fino ad allora, tenere aperte porte e finestre - in maniera ragionevole - sembra essere la strada migliore.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli