Home Bambino Istruzione

DDI, il significato

di Sara De Giorgi - 29.01.2021 - Scrivici

ragazza-ddi
Fonte: Shutterstock
DDI è l'acronimo di "didattica integrata digitale". Si chiama così perché a scuola integra i momenti a distanza, basati sul digitale, con quelli in presenza.

Conosciamo ormai bene il significato di DAD ("didattica a distanza"). Ma cosa significa invece DDI? Sicuramente ne avrete sentito parlare recentemente. Cerchiamo di saperne di più. 

In questo articolo

DDI, cosa significa

DDI è l'acronimo di "didattica integrata digitale" a scuola. Si chiama così perché integra ai momenti a distanza (fondati sul digitale) anche quelli in presenza. Nell'ambito della DDI, la didattica a distanza (DAD) è dunque quella parte di didattica integrata svolta soltanto sulle piattaforme digitali.

La DAD è parte della DDI, ma non si sovrappone ad essa. 

La Didattica Digitale Integrata (DDI) può essere utilizzata in modo complementare nella scuola secondaria di secondo grado.

DDI, cos'è

La didattica digitale integrata è una metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento complementare a quella tradizionale della scuola in presenza.


Le linee guida per la Didattica Digitale Integrata, adottate dal Ministero dell'Istruzione con il Decreto n°39 del 26/06/2020, hanno richiesto l'adozione, da parte delle scuole, di un piano affinché gli istituti siano pronti "qualora si rendesse necessario sospendere nuovamente le attività didattiche in presenza a causa delle condizioni epidemiologiche contingenti".

DDI, in quali scuole è attivata

La didattica digitale integrata è attivata principalmente nelle scuole secondarie di secondo grado (ossia le scuole superiori) e, soltanto in caso di nuovo lockdown anche in tutti gli altri ordini scolastici (infanzia, primaria, scuola secondaria di primo grado).

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli