Home Bambino Istruzione

Fino a quando durano i vantaggi dell'asilo nido?

di Lorenza Laudi - 07.10.2020 - Scrivici

asilo-nido
Fonte: shutterstock
Frequentare il nido aumenta la capacità matematiche dei bambini e di alfabetizzazione, ma i coetanei che non lo hanno frequentato recuperano il ritardo alla scuola materna.

L'importanza del nido

I bambini che hanno avuto l'opportunità di andare all'asilo nido entrano alla scuola materna con maggiori competenze rispetto ai bimbi che non l'hanno frequentato. Questo vantaggio però viene quasi dimezzato entro la fine del primo anno, quando i coetanei cominciano rapidamente a recuperare il gap. Lo sostiene una ricerca pubblicata dall'American Psychological Association.

Lo studio

I ricercatori hanno studiato 2.581 bambini iscritti alla scuola materna. Sono stati analizzati bimbi di etnie diverse provenienti da famiglie a basso reddito. Poco più della metà (1.334) ha frequentato un programma prescolare, mentre il resto no. I ricercatori hanno valutato i bambini in base:

  • alle loro abilità accademiche (ad esempio, alfabetizzazione e matematica),
  • al funzionamento esecutivo (un insieme di abilità mentali che include la memoria di lavoro, il pensiero flessibile e l'autocontrollo)
  • e alle abilità socio-emozionali ritenute importanti per il successo scolastico.

I ricercatori hanno valutato le varie competenze dei bimbi all'inizio dell'anno di materna e di nuovo in primavera.

"Abbiamo scoperto che chi aveva frequentato l'asilo era entrato alla materna dimostrando competenze più forti di chi non lo aveva fatto", ha spiegato Arya Ansari, PhD, della Ohio State University e autrice principale dello studio, pubblicato sulla rivista Developmental Psychology. "Tuttavia, abbiamo anche scoperto che queste differenze sono diminuite tra l'autunno e la primavera, in particolare perché i bimbi che non erano andati all'asilo avevano ottenuto più risultati rispetto ai compagni di classe".

I progressi sono stati diversi, a seconda della diversa competenza guadagnata. Ad esempio, i bimbi che non hanno frequentato l'asilo hanno raggiunto gli stessi punteggi per le competenze di alfabetizzazione nel corso dell'anno accademico.

Non è stato lo stesso per le competenze matematiche o la conoscenza generale. 

"È importante sottolineare che tutti i bambini - a prescindere dalla partecipazione all'asilo - hanno dimostrato miglioramenti nelle loro capacità e competenze. Ma chi aveva frequentato l'asilo era migliorato di più rispetto a chi lo aveva frequentato", ha detto Ansari.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli