Home Bambino Istruzione

26 settembre, Giornata europea delle lingue. 7 giochi facili per insegnare l'inglese ai bambini

di Sara De Giorgi - 22.09.2020 - Scrivici

bambina-studia-inglese
Fonte: Shutterstock
Il 26 settembre si festeggia la Giornata Europea delle Lingue, con l'obiettivo di sottolineare l'importanza dell'apprendimento delle lingue per tutti e soprattutto per i bambini. In più sette giochi facili, uno per ogni giorno della settimana, per imparare l'inglese.

Il 26 settembre è celebrata la Giornata Europea delle Lingue, con l'obiettivo di sottolineare l'importanza dell'apprendimento delle lingue e diversificare la varietà di tutte le lingue conosciute, al fine di aumentare il multilinguismo e la comunicazione interculturale.

Altro fine è anche promuovere la ricchezza della diversità linguistica e culturale dell'Europa e l'apprendimento delle lingue sia all'interno che all'esterno della scuola. E' importante che i bambini imparino le lingue nell'ambiente scolastico: non basta la classica cattedra, ma occorre coinvolgere l'allievo in attività e giochi di ruolo, permettergli di interagire e di misurarsi con il gruppo, offrirgli un ambiente accogliente e colorato.

Inoltre, è consigliabile studiare la seconda lingua dalla primissima infanzia, per non restare inesorabilmente indietro. 


Ecco, dunque, sette facili giochi - identificati da Kids&Us, metodo collaudato per insegnare l'inglese ai bambini da 1 a 18 anni che si basa sul processo naturale di acquisizione della lingua madre - che potete realizzare a casa con i vostri bimbi, con pochi materiali e perfetti anche per genitori che non hanno una ottima padronanza della lingua inglese.

Sette giochi facili per insegnare l'inglese ai bambini

Ecco sette giochi, ognuno per un giorno della settimana, da fare con i più piccoli per insegnare loro l'inglese.

  1. Monday. Gioco "I SPY…". Si tratta di un gioco classico che non tradisce mai. In italiano potremmo dire: "Vedo una cosa... che cos'è?". A quel punto bisogna dare un indizio, in base all'età del bambino o ai vocaboli che intendiamo utilizzare. "Inizia con la lettera M", oppure "è di colore blu". La frase in inglese dice così: "I spy, with my little eye, something with the letter M…/something that is blue". Il bambino deve indovinare l'oggetto blu con l'iniziale M.
  2. Tuesday. Gioco "SIMON SAYS". È un gioco che permette di migliorare la comprensione orale, incoraggia l'ascolto attivo e potenzia la velocità di reazione e la coordinazione. Inoltre, consente di apprendere i vocaboli inerenti alle azioni (verbi) e alle parti del corpo. Il giocatore che inizia dice "Simon says…" completando la frase con un'azione, ad esempio "let's jump up and down" (saltiamo su e giù) o "let's touch our nose" (tocchiamoci il naso) e i bambini devono fare tutto ciò che Simon dice. Ma bisogna stare attenti: se il giocatore non dice "Simon says" non si dovrà fare nulla, anche se si tratta di un ordine!
  3. Wednesday. "BINGO". Si tratta di un'attività classica, molto nota e molto facile per i bambini, e possiamo prepararla con diversi temi. Per esempio, con gli animali.
  4. Thursday. "HIDE AND SEEK". Il nascondino è un gioco ideale per i più piccoli della casa, in quanto possono imparare i numeri fino a 10, e usare espressioni semplici come "Coming, ready or not?" ("Eccomi, pronto o no?") oppure "Found you" ("Trovato")!
  5. Friday "WITCH CALLS COLOUR". Questo è un altro classico per le famiglie. Uno di voi sarà la strega e dirà ad alta voce un colore. Appena pronunciato il colore, i bambini devono toccare un oggetto del colore indicato il più velocemente possibile.
  6. Saturday "MISTERY BOX". Mettiamo diversi oggetti in una scatola, e poi facciamo diversi buchi in modo che i bambini possano metterci le mani. I piccoli dovranno indovinare gli oggetti - toccandoli - in inglese, e chi avrà più successo vincerà.
  7. Sunday "CHINESE WHISPERS". Mettetevi in cerchio. Una persona sussurra qualcosa in inglese all'orecchio di un altro, e quest'ultimo a sua volta deve consegnare il messaggio all'altro. L'ultima persona del cerchio dirà poi il messaggio ad alta voce, e vi garantiamo che di solito non è lo stesso dell'originale, ma è molto più divertente.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli