Home Bambino Istruzione

Giochi di parole per bambini per divertirsi a casa o in macchina

di Stefano Padoan - 02.11.2020 - Scrivici

giochi-di-parole-per-bambini
Fonte: Shutterstock
Tante attività semplici da fare in casa o in macchina per far amare ai bambini la lettura e farli familiarizzare con lettere e parole, divisi per età

Giochi di parole per bambini

Perché i bambini giocano? Lo fanno istintivamente per imparare, perché il gioco è la prima forma di apprendimento dell'essere umano. Ed è utilissimo anche per sviluppare le loro competenze linguistiche, affinché possano imparare a leggere agevolmente. Ecco tanti giochi con parole e lettere consigliati da Nancy Newman, ideatrice del "Metodo Newman" e autrice del libro Crescere lettori appassionati. Come far amare i libri ai nostri figli (Terra Nuova Edizioni, 2020).

Perché il gioco è importante nello sviluppo linguistico

Quando vostro figlio da neonato emette dei suoni, scalcia e si rotola, sta scoprendo il proprio corpo. Quando, diventato più grande, esamina gli oggetti presenti in casa, esplora il giardino, scava nella sabbia e fa degli esperimenti con i giochi e l'acqua nella vasca da bagno, sta scoprendo il proprio ambiente. Quando invece, in età scolare, gioca da solo o con gli altri, impara a vincere, a perdere, a seguire le regole, e ad andare d'accordo sia con gli adulti sia con i bambini. Il gioco, insomma, ha un ruolo fondamentale dello sviluppo intellettuale, fisico e sociale di un bambino ed è un valido strumento che i genitori possono usare anche per iniziare a proporre la lettura in casa: associare lettere e parole al divertimento e non a noiosi esercizi renderà più piacevole e meno faticoso per vostro figlio il suo processo di alfabetizzazione.

In questo articolo

Giochi con lettere e parole

I giochi di parole faranno prendere a vostro figlio familiarità con la lingua e gliela faranno associare a qualcosa di leggero e divertente. Se notate che inizia a perdere interesse, interrompetelo: se non diverte, non è un gioco.

Fino ai 6 anni di età.

  • Cantate l'alfabeto: ("a-b-c-d...").
  • Che suono fa? Chiedete a vostro figlio di dirvi il suono della prima lettera di una parola. ("Che suono fa la prima lettera di "barba"?").
  • Giocate con le lettere magnetiche o i cubi alfabetici, pronunciando il loro suono e, quando lo richiede, aiutandolo a comporre il proprio nome e altre parole.
  • Trova la lettera. Pronunciate il suono di una lettera e chiedetegli di trovarla tra le lettere magnetiche o tra le pagine di un libro, su un cartello stradale o sulle insegne dei negozi.
  • Stessa lettera. Scegliete una lettera, pronunciate il suo suono e chiedete a vostro figlio di dire il nome di due oggetti presenti nella stanza che iniziano o finiscono con quella lettera.
  • Sinonimi e contrari. Dite una parola e chiedete a vostro figlio di trovare una parola simile (buio/scuro, divertente/simpatico, sasso/pietra), e poi quale sia il suo contrario (alto/basso, caldo/freddo, felice/triste).

In età scolare: 6 - 13

  • Create una storia. Dite una frase e chiedete a vostro figlio di aggiungere la frase successiva, poi continuate a turno. ("Quel parchimetro è come un marziano. / Gli piace mangiare le monete. / Di sera sale sulla sua navicella e vola via").
  • Memorizzate insieme. Imparate insieme a memoria poesie, elenchi e i vostri passaggi letterari preferiti. Ecco qui qualche esempio di poesie e filastrocche sull'autunno; per la festa della mamma e del papà; dedicate ai nonni; sui figli; per San Valentino.
  • Provate a fare una stima della quantità/distanza/ora. Chiedete a vostro figlio di provare a indovinare qualcosa e poi confrontate le vostre ipotesi. ("Secondo te, quanti passi dobbiamo fare per arrivare in fondo a questa strada?", oppure "Secondo te, quante caramelle ci sono in quel barattolo?").

Giochi di parole per bambini: inventate rime e filastrocche

Le filastrocche non solo divertono i bambini, ma li aiutano anche a sviluppare la prima abilità di lettura richiesta, ovvero saper pronunciare le parole: il bambino deve innanzitutto riconoscere l'aspetto e il suono delle singole lettere dell'alfabeto, poi deve suddividere la parole in unità di suono più piccole e ricombinare le varie unità, infine deve pronunciare silenziosamente la parola dentro di sé.

Ecco alcuni semplici modi per creare delle filastrocche nella vostra vita quotidiana.

Ascolta il podcast con la filastrocca di Cappuccetto Rosso

Giochi di scrittura per bambini

Se vostro figlio è troppo piccolo per scrivere, fatevi dettare le risposte e scrivete al posto suo. Se invece sa scrivere, può occuparsi da solo delle proprie risposte, ma se non ha voglia non accusatelo di pigrizia: non siete a scuola e l'importante è che si diverta. Scrivete quindi voi al suo posto.

  • Scrittura sul corpo. Tracciate con un dito una o più lettere sulla schiena di vostro figlio e chiedetegli di dirvi cosa avete scritto, poi invertite i ruoli.
  • Scrivete una parola semplice e sfidatelo a leggerla. Se ci riesce, cambiate una lettera per creare una parola simile (aumentate la sua autostima usando delle parole semplici).
  • Create delle nuove parole con le stesse lettere. Scrivete una parola e poi scomponete le lettere insieme a vostro figlio per comporre nuove parole.
  • Giochi di descrizione. Chiedete a vostro figlio di guardare qualcosa o qualcuno e di scrivere tre parole per descriverlo. Fate la stessa cosa, poi confrontate i vostri elenchi.
  • Scrivete degli elenchi delle cose che amate e di quelle che odiate.
  • Scrivete un manuale di leggende: "Quando cade un dente da latte, mettilo sotto il cuscino e al suo posto la Fata Dentina ti porterà dei soldi"; "I quadrifogli portano fortuna".
  • Scrivete un libro. Nulla di complesso: pinzate insieme qualche foglio, poi preparate con lui la copertina, scrivete i contenuti e fate i disegni. Potrà essere una storiella, la descrizione di un animale o il racconto della sua giornata, non importa: lasciate a vostro figlio il controllo del progetto. Per i più piccoli, basta costruire un album di foto con delle semplici didascalie. Alla fine leggetelo ad alta voce a lui e agli altri membri della famiglia, poi mettetelo in bella vista affinché tutti possano ammirarlo.
  • Disegnate delle nuove invenzioni e date loro un nome. Chiedete a vostro figlio di progettare e dare un nome a un nuovo macchinario o di apportare dei miglioramenti al corpo umano.
  • Create delle brevi cacce al tesoro. Vostro figlio leggendo gli indizi proverà gusto di mettere in pratica la lettura per risolvere un problema e per raggiungere uno scopo.
  • Create un giornale. Vostro figlio potrebbe intervistare i membri della famiglia e scrivere le ultime novità.
  • Aiutate vostro figlio a scrivere una lettera un personaggio della fantasia o a una persona reale, come per esempio a Babbo Natale o ai nonni, ma anche a personaggi delle fiabe più amati.

Inventate storie creative

Le parole sono in grado di creare tutto ciò che suggerisce la fantasia, aprono a un mondo infinito di possibilità: inventare storie è un ottimo modo per far scoprire ai bambini tutto il potere, la magia, la libertà che offrono la scrittura e il racconto.

  • Inventate dei personaggi immaginari o nuovi supereroi e dategli delle caratteristiche.
  • Le leggende sciocche. Divertitevi a inventare le vostre personali leggende bizzarre e strampalate: "Se durante una notte di luna piena seppellisci un'oliva, questa sitrasformerà in un cane". E che leggenda possiamo inventare con un computer e un gatto? Che leggenda invece con un albero e un carro? E con una scacchiera e un bicchier d'acqua? Inventarsi leggende è un gioco di grandissima complicità, in cui il lettore "esperto" e quello meno esperto concorrono a creare mondi fantastici.
  • Il gioco delle sostituzioni. Per far vivere un libro e un personaggio al di fuori delle pagine del suo libro, immaginatelo mentre affronta problemi di tutti i giorni, reali o di fantasia. Che compagno di classe sarebbe ad esempio il Gruffalò? E se per un po' la fata dei denti non potrà venire, chi potrà sostituirla? Quale personaggio fantastico potrebbe svolgere il suo lavoro? Come lo farebbe un gatto con gli stivali? E come un GGG?
  • Modificate le storie. Adattate canzoni, fiabe o racconti cambiando ambientazione o finale o inserendo nuovi personaggi.

L'autrice del libro

Nancy Newman è un'insegnante, scrittrice e formatrice che  vive e lavora a New York. Dal 1995 tiene seminari e conferenze per trasmettere a genitori, educatori e bibliotecari il suo metodo di approccio alla lettura chiamato "metodo Newman". E' autrice del libro Crescere lettori appassionati. Come far amare i libri ai nostri figli (Terra Nuova Edizioni, 2020).

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli