Home Bambino Istruzione

Giornata dei Giusti: che cos'è e perché si festeggia

di Elena Berti - 29.03.2022 - Scrivici

giornata-dei-giusti
Fonte: Gariwo
Il 6 marzo si festeggia la Giornata dei Giusti. Un modo simbolico per ricordare chi ha fatto del bene salvando vite umane.

Giornata Mondiale dei Giusti

Tra le tante giornate internazionali che si festeggiano, quella del 6 marzo ha un'importanza particolare. È in questa data, infatti, che si festeggia la Giornata dei Giusti dell'umanità, una celebrazione che punta a ricordare coloro che nel tempo si sono dedicati a salvare il prossimo, sia fisicamente che battendosi per vedere riconosciuti determinati diritti a persone oppresse e minuranze. Ma come nasce la Giornata dei Giusti?

In questo articolo

Giornata dei Giusti

La Giornata dei Giusti è stata istituita il 10 maggio 2012 dal Parlamento Europeo, ed è stata scelta la data del 6 marzo perché in questo giorno, nel 2007, è morto Moshe Bejski, superstite dell'Olocausto che grazie al suo coraggio ha salvato molte vite e si è poi adoperato, fino alla sua morte, per un mondo più giusto. 

Chi sono i Giusti

Ma perché si dice Giusti? Anche se la spiegazione più semplice sembra quella più ovvia, e cioè che giusto è chi fa le cose nel modo giusto, la storia dietro a questo nome è più particolare. Il termine Giusto è ispirato alla frase Giusti fra le Nazioni, un'espressione coniata dopo la Seconda Guerra Mondiale per indicare tutte quelle persone, non di fede o origine ebraica, che hanno aiutato un ebreo a salvarsi rischiando la propria vita. Un concetto che è stato poi ampliato a chiunque metta in pericolo la propria esistenza per difendere i diritti altrui. 

Giornata dei Giusti 2021

Come si celebra la Giornata dei Giusti nel 2021?

A Milano i Giusti saranno ricordati nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo del Monte Stella, ispirato al Giardino di Yad Vashem a Gerusalemme. 

A causa delle norme anti-Covid, la cerimonia potraìà essere seguita solo in diretta streaming su YouTube.

Durante la cerimonia saranno posate nuove targhe, una per Dag Hammarskjöld, il Segretario generale delle Nazioni Unite Premio Nobel per la pace, morto mentre cercava di risolvere la crisi in Congo; una per Carlo Urbani, il medico italiano che nel 2003 identificò il virus SARS, permettendo al mondo di evitare una pandemia ma perdendo la vita contagiandosi; una targa anche per il premio nobel per la pace Liu Xiaobo e la sua compagna Liu Xia, che per promuovere la democrazia in Cina hanno dovuto rinunciare alla propria libertà; infine una targa anche per Ruth Bader Ginsburg, prima donna ebraica a rivestire la carica di giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti.

Se seguite le celebrazioni della giornata non dimenticate di condividere il vostro supporto usando l'hashtag #iostoconiGiusti.

Aggiornato il 06.03.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli