Home Bambino Istruzione

I bambini sono stufi di videochiamate e lezioni online

di Sara Sirtori - 18.05.2020 - Scrivici

computer
Fonte: shutterstock
Durante questo periodo di quarantena, ci sono stati importanti cambiamenti per i bambini: didattica a distanza e incontri con amici e parenti solo tramite videochiamata hanno causato in loro stress e malumore. Ecco qualche consiglio per affrontare questa situazione.

Videochiamate e didattica a distanza: che stress

Nell'ultimo mese, durante la pandemia da Coronavirus, il mio bambino di 5 anni è passato dall'essere entusiasta per le videochiamate per la scuola e per il giochi virtuali con gli amici, all'odiare praticamente tutto.

A volte gli piace come prima seguire una lezione di matematica di 30 minuti con il suo insegnante e i suoi compagni. Però spesso si lamenta, si stufa e questo vale sia per la scuola e sia per i "ritrovi virtuali" con la famiglia e con gli amici attraverso videochiamate.

Essere stufi delle videochiamate o delle lezioni on-line in questo periodo è un vero problema per adulti e bambini. Milioni di bambini in tutto il mondo stanno frequentando la scuola online in questo momento, uno scenario che potrebbe continuare anche nel prossimo anno scolastico.

Ma molti di loro non riescono più a sostenere questa situazione.

Vediamo insieme qualche consiglio per aiutarli ad affrontare questo problema.

In questo articolo

1. Cerca di capire il loro stato d’animo

Ho notato che il mio bambino di 5 anni si arrabbia particolarmente la mattina quando deve fare il punto della situazione di classe su Google Hangout. All'inizio la trovava una buona idea: si fanno domande e si cantano alcune canzoni. Dopo un po' si stufa: è svogliato e di cattivo umore.

Gli esperti affermano che il passaggio da contatti diretti a contatti virtuali, per i bambini è un indicatore di come le cose siano cambiate in questo momento. A questo punto, se all'inizio sono riusciti a trovare una propria routine casalinga, vedendo i compagni di classe e gli insegnanti solamente online, crea in loro disorientamento.

"I bambini sono stanchi di non riuscire a vedere le persone faccia a faccia", ha dichiarato Lee Scott, presidente del comitato consultivo educativo della Goddard School. Scott ha aggiunto che la videochat toglie tutta la spontaneità che è un segno distintivo delle amicizie dei bambini.

"Nei rapporti interpersonali faccia a faccia, i bambini pensano: "Oh, andrò e dirò "ciao" a così e così", afferma Scott. Ora, con le videochiamate non possono farlo e ciò li mette di fronte a un grosso cambiamento".

2. Aiutali ad esprimere le proprie emozioni

"I bambini hanno subito una perdita. Questo è davvero triste per loro", afferma Nermeen Dashoush, professore di educazione della prima infanzia alla Boston University e direttore presso MarcoPolo Learning.

"Non sottovalutate quanto sia difficile affrontare questa situazione emotivamente".

Invece di cercare di scacciare la loro tristezza organizzando chat e giochi online, aiutali ad esprimere i propri sentimenti - e cerca di capire ciò che stanno passando.

3. Fai una pausa

Se necessario, fai fare a tuo figlio una pausa e lascia che il bambino si organizzi nei compiti.

Gli insegnanti hanno aspettative diverse in merito all'apprendimento da remoto e sul tipo di programmi giornalieri che stanno impostando. Ma se tuo figlio in questo momento ha un rifiuto per lezioni e videochiamate, potrebbe essere il momento di fare una pausa.

Afferma Stephen Cochrane, professore associato presso la California School of Education presso Alliant International University: "I genitori non dovrebbero avere paura che il bambino rimanga indietro con il programma."

Quindi, annulla gli appuntamenti di ritrovo con amici e parenti o fagli fare una pausa dallo studio per alcuni giorni, e parla con l'insegnante di tuo figlio di ciò che sta vivendo, al fine di elaborare alcune strategie che possano offrire il tempo e lo spazio di cui ha bisogno, rimanendo al tempo stesso al passo con i compiti scolastici. Afferma Scott. "Offri ai tuoi figli alcune scelte su come e quando fare i compiti che sono richiesti."

4. Prova ad avere un piano

Se tuo figlio non ne può più di videochiamate con amici e familiari, può essere davvero utile fare insieme un'attività o anticipare a tuo figlio di cosa si parlerà. Ad esempio giocare con un amico, cucinare una ricetta preferita, cantare e ballare insieme. Ad un amico o un parente più grande potrebbe piacere leggere un libro a tuo figlio.

E questo non riguarda solo i bambini più piccoli. I ragazzi più grandi potrebbero divertirsi guardando un film con i loro amici e ci sono app che possono usare per rendere questa attività più coinvolgente.

5. Ricorda, per i bambini tutto questo è più difficile

Gli adulti all'inizio della pandemia, avevano seguito le notizie prima che tutto si chiudesse, ma i mondi dei bambini sono cambiati in un istante.

"Molti di loro sono andati a scuola un giorno e... il giorno successivo era tutto chiuso", prosegue Dashoush.

Quindi sii paziente con loro se non hanno voglia di fare le lezioni online.

Fonte dell'articolo:

HUFFPOST.com Traduzione di un articolo di Catherine Pearson

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli