Home Bambino Istruzione

Perché è importante il mar Mediterraneo nella storia

di Simona Bianchi - 08.07.2024 - Scrivici

perche-e-importante-il-mar-mediterraneo-nella-storia
Fonte: Shutterstock
L'8 luglio è la giornata dedicata al mar Mediterraneo. Che funzione ha per l'Europa, cosa rappresenta e quali sono le sue particolarità

In questo articolo

Perché è importante il mar Mediterraneo

L'8 luglio si celebra l'International day for the Mediterranean Sea, la giornata dedicata alla tutela del Mar Mediterraneo e alla salvaguardia degli ecosistemi marini per prevenire i rischi naturali e sensibilizzare sulla salute e sui pericoli che minacciano questa incredibile distesa d'acqua. Ma perché il mar Mediterraneo è così importante da avere persino una sua giornata? Uno dei motivi è che nonostante occupi solo l'1% della superficie degli oceani del Pianeta, il Mediterraneo è un mare sorprendentemente vitale che ospita circa il 7% della fauna marina mondiale, con un gran numero di specie endemiche, circa il 30%.

La ragione di questa sorprendente diversità si deve alla sua posizione che collega l'Oceano Atlantico a Ovest, il Mar Nero e il Mar Rosso a Est. Inoltre il profilo irregolare delle sue coste e dei suoi fondali, che arrivano fino a 5.000 metri nei punti più profondi, contribuisce a rendere il contesto ancora più interessante.

Il Mediterraneo è poi importante anche da un punto di vista storico e geopolitico. È stato la culla delle antiche civiltà dell'Europa Meridionale e del Nord Africa e ancora oggi e crocevia e punto nevralgico degli scambi commerciali in tutto il mondo.

Cosa rappresenta il Mediterraneo

Come riporta l'Enciclopedia Treccani, il Mediterraneo non è solo un mare ma ha rilevanza in diversi ambiti: geografici, antropologici, storici, economici e delle relazioni internazionali. A Sud dell'Europa è al contempo considerato la culla della nostra cultura e un luogo esotico.

È a metà strada tra la civiltà e la barbarie, tra il progresso e l'arretratezza, tra lo sviluppo e il sottosviluppo. Al Mediterraneo è anche attribuita una superiorità naturale per il sole, il clima e il suo paesaggio, unita a un'insuperabile eccellenza artistica. Ma soprattutto, il Mare Nostrum è fondamentale nel commercio globale perché, di fatto, è una strettoia che collega l'oceano Pacifico e l'oceano Indiano con l'oceano Atlantico.

Considerando che l'80/90% delle merci circola per mare, si puà dedurre che la maggior parte delle linee di navigazione passino per il Mar Mediterraneo.

Quali sono le particolarità del Mediterraneo

Tra le caratteristiche del Mediterraneo c'è proprio il fatto che ospita alcune specie di eccezionale rilevanza naturalistica. Inoltre, la scarsa comunicazione con l'Oceano Atlantico e con l'Oceano Indiano, nonché la forte evaporazione, fanno sì che le sue acque siano molto salate; la salinità media si aggira sul 38,5% e può raggiungere il 39‰ nel Mar di Levante.

L'acqua del nostro mare è più densa di quella dell'oceano, in più nelle sue profondità c'è il 20% del prodotto marino lordo mondiale. Una ricchezza incomparabile che andrebbe preservata e tutelata. Nello specifico la produzione economica annuale mondiale del mare (Prodotto Marino Lordo) è stimata ad almeno 24 trilioni di dollari e il Mediterraneo, da solo, fornisce il 20% del cosiddetto 'Prodotto Marino Lordo' degli Oceani del pianeta pur essendo appena l'1% della superficie degli oceani.

Che funzione ha il Mar Mediterraneo per l’Europa

Il Mar Mediterraneo svolge un'importante funzione mitigatrice sul clima grazie alle sue acque calde che penetrano nel territorio europeo. Ma il Mare Nostrum rappresenta anche un'importante risorsa economica: si stima che la cosiddetta "Blue Economy" o economia del mare per l'UE valga oltre 180 miliardi di euro di cui il 13% generato dall'Italia, al terzo posto nel ranking europeo. 

Turismo, speculazione edilizia, pesca illegale, bracconaggio sono le principali attività umane che mettono a rischio la conservazione della biodiversità nel Mediterraneo.Attualmente però solo il 9% del Mediterraneo è inserito in aree protette e una percentuale molto inferiore è tutelata in modo efficace. Per non perdere l'incredibile patrimonio di creature marine che vivono nelle nostre acque è perciò necessario concentrarsi sulle attività di conservazione e tutela della salute di questo mare e delle popolazioni costiere che beneficiano dei suoi servizi.

Fonti

Ti potrebbe interessare

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli