Home Bambino Istruzione

Stanno per arrivare gli Open Day di nidi e scuole: come prepararsi?

di Nostrofiglio Redazione - 29.11.2022 - Scrivici

open-day-nidi-e-scuole-2
Fonte: Shutterstock
Gli open day di nidi e scuole rappresentano un'occasione per presentare la struttura e l'offerta formativa ai genitori. Come prepararsi a questo appuntamento?

In questo articolo

Open Day Nidi e Scuole: come prepararsi?

Comincia per i bambini delle scuole dell'infanzia e delle primarie e per i ragazzi delle scuole medie inferiori il momento di pensare a quella che sarà la scuola per il prossimo anno. I più piccoli, i bimbi che cominceranno il Nido saranno alla loro prima esperienza di vita sociale.  E' tempo dunque di open day per ogni grado di scuola in vista delle iscrizioni. Dicembre è il mese degli Open Day perchè al rientro dalle vacanze di Natale, partiranno le iscrizioni per l'anno 2023/2024.

Open day: che cosa sono e anche cosa servono

Gli Open Day sono degli appuntamenti organizzati dalle scuole per fornire tutte le informazioni relative alle iscrizioni alle sezioni dell'Infanzia, alle classi prime della Primaria, Secondaria di 1° e 2° grado. In questa occasione (solitamente sono più giornate) i genitori si recano fisicamente (o effettuano un collegamento online) presso le scuole per avere tutte le informazioni necessarie e indispensabili alla scelta della futura scuola. Durante l'Open Day la scuola mostra il suo biglietto da visita con la sua offerta formativa, presentando la struttura con i suoi spazi e i suoi progetti. E' molto importante partecipare perchè si può vedere la scuola prima di fare l'iscrizione e si possono fare domande per qualsiasi dubbio. 

Open day: perché è importante partecipare

Questi eventi vengono realizzati per stabilire un contatto con le famiglie in modo da poter condividere un progetto educativo e creare i presupposti per una collaborazione futura. Per la scuola è importante far conoscere l'offerta formativa, per i genitori partecipare agli Open day vuole dire prendere visione:

  • degli spazi a disposizione dei ragazzi, delle aule, della palestra, dei laboratori, degli strumenti digitali a disposizione, la presenza di biblioteche o di mense. 
  • della programmazione delle attività, quali metodologie vengono applicate, se ci sono percorsi o approcci sperimentali.
  • della presenza di laboratori, di strumenti e apparecchiature messe a disposizione degli studenti, 
  • di  attività extra curricolari, tipo corsi di certificazione tecnica o linguistiche, corsi di teatro, musica, o di attività sportive.

Open day: le domande da fare

Quando ci si trova a dover fare l'iscrizione si è assaliti da mille dubbi perchè arriva il momento di dover scegliere per il nostro bambino e potremmo fare la scelta sbagliata.

Questo, ahimè,  è il timore maggiore. Così è bene fare tutte le domande necessarie per sciogliere i nostri dubbi e farci schiarire le idee per poter agire con maggiore serenità.

Così, l'Open Day è l'occasione per vedere le scuole e  farà le domande necessarie in base alle proprie curiosità e necessità personali.

Se possono esservi di ispirazione, qui di seguito abbiamo inserito alcune domande comuni. Il primo gruppo è costituito da domande principalmente per i nidi e le scuole dell'infanzia. Mentre nel secondo gruppo ci sono domande comuni poste per le scuole primarie. 

Domande per i nidi e le scuole dell'infanzia

  • Quali sono gli orari d'ingresso e d'uscita?
  • Quali sono i costi di iscrizione, dell'anno e se il bimbo deve lasciare a metà anno cosa succede?
  • Se il bimbo si ammala e non frequenta gran parte del mese cosa succede?
  • Come è strutturata la giornata?
  • Che cosa mangiano per merenda? E per pranzo?
  • Quanti bimbi ci sono in classe e quanti bimbi per insegnante?
  • L'inserimento come funziona? 

Domande per le scuole primarie

  • Innanzitutto chiedere se è possibile di vedere aula, bagni e mensa.
  • Quante ore settimanali faranno?
  • Dove si svolge l'intervallo e quanto dura?
  • Gli insegnanti sono di ruolo?
  • I bambini faranno un'attività sportiva?
  • Quali sono i progetti? Ci saranno delle gite scolastiche?
  • La scuola dispone di una palestra?
  • Quanti bambini ci saranno per classe?
  • Ci sono supporti multimediali, tipo la LIM?
  • La scuola ha più piani? Ci sono le scale?

Con le restrizioni del Covid e l'impossibilità di potersi recare fisicamente negli istituti, nel corso della pandemia, le scuole hanno organizzato degli Open day virtuali. Un'alternativa al classico Open Day fisico, dove si è potuto fare un tour virtuale della scuola per farsi un'idea della struttura, attraverso video girati nelle palestre, nei vari laboratori, nelle mense e dove i docenti referenti hanno presentato con materiale multimediale la scuola e l'offerta formativa.

Mostre, laboratori e attività online per rappresentare al meglio la scuola. 

Alcune scuole anche quest'anno hanno riservato delle date agli open day online, per permettere una maggiore partecipazione dei genitori a questo appuntamento, quando non si ha la possibilità di recarsi fisicamente presso la scuola. 

Una volta individuate le scuole che verranno inserite nella "lista delle scuole scelte", bisognerà verificare sui siti delle scuole le date dell'Open day online ed eventualmente iscriversi per partecipare. Di solito è tutto spiegato sui siti delle scuole.

Prima dell'inizio dell'Open Day online pensate a delle domande da porre così da essere preparati qualora fosse previsto un momento di scambio tra genitori e insegnanti o dirigente scolastico e chiedete la possibilità di avere il materiale via mail in modo da poterlo visionare con calma in un secondo momento. 

Come funzionano le iscrizioni

Da qualche anno la modalità delle iscrizioni è online per tutte le classi prime della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado statale. Si potrà effettuare la scelta visitando la scuola durante un Open Day. Dai primi di Gennaio fino alla fine del mese sarà possibile effettuare le iscrizioni ma non sono ancora state pubblicate sul sito del MIUR le date e le modalità.

Negli scorsi anni da metà dicembre è stato possibile preregistrarsi al portale (ora in aggiornamento) per le domande online (www.istruzione.it/iscrizionionline/).

Chi è possesso di un'identità digitale (SPID) potrà accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore e senza effettuare ulteriori registrazioni.  La domanda rimane cartacea solo per l'infanzia.  L'adesione alla procedura d'iscrizione online è facoltativa per le scuole paritarie.

Per quanto riguarda la modalità di iscrizione all'asilo nido e le scadenze variano da comune a comune. Solitamente, però, le domande di iscrizione vanno presentate tra febbraio e marzo, per poi attendere l'accettazione della propria richiesta e poter consultare online la graduatoria, prima provvisoria e poi definitiva.

I bambini possono essere iscritti all'asilo nido dal compimento del terzo mese di nascita e, ovviamente, non devono aver superato i 3 anni (età in cui si accede alla scuola dell'infanzia).

La domanda di iscrizione va presentata online, consultando la sezione dedicata sul sito ufficiale del Comune di appartenenza (esempio: se si vive a Roma, bisognerà consultare il sito www.comune.roma.it, se si vive a Milano il sito www.comune.milano.it, etc.). 

Per quanto riguarda i nidi d'infanzia, una volta compilata la domanda seguendo le indicazioni riportate sul sito del proprio Comune e una volta cliccato il tasto "invio", la richiesta di iscrizione del proprio figlio all'asilo nido verrà esaminata e, in caso di accettazione, il bambino sarà ammesso ad uno degli asili nido indicati al momento della domanda.

I posti disponibili negli asili nido comunali, però, sono limitati. Ogni anno le domande che arrivano sono notevolmente superiori ai posti disponibili. Per questo esistono dei requisiti che permettono di accumulare un punteggio e di accapparrarsi un posto più o meno alto in graduatoria.

Ai primi posti della graduatoria si trovano, ad esempio, quei bambini che hanno un solo genitore, oppure i bambini con disabilità e, ancora, le famiglie con più figli a carico. Tra i requisiti presi in esame per la graduatoria, poi, c'è il reddito familiare.

Quando le domande di iscrizione sono superiori ai posti disponibili si forma, dunque, una graduatoria sulla base di questo punteggio. 

La graduatoria (provvisoria e definitiva) permetterà di vedere in chiaro esclusivamente il nome e il cognome della propria bambina o del proprio bambino, mentre i nominativi degli altri partecipanti saranno sostituiti con dei codici alfanumerici (codice numerico della domanda e il numero di protocollo).

https://www.tecnicadellascuola.it/

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli