Home Bambino Istruzione

Pipistrelli: spieghiamoli ai bambini!

di Luisa Perego - 17.04.2024 - Scrivici

pipistrello
Fonte: shutterstock
Una simpatica guida per fare amare i pipistrelli ai bambini: l'utilità, l'importanza di questi mammiferi volanti, diffusi in tutto il mondo

In questo articolo

Alle nostre latitudini ricominciano a fare la loro comparsa in questo periodo e verso l'estate. Si attivano all'imbrunire. Si cibano di insetti e soprattutto sono ghiotti di zanzare! Stiamo parlando dei pipistrelli, gli unici mammiferi capaci di volare, grazie a una membrana tesa fra le dita degli arti anteriori. Sono diffusi in tutto il mondo e in prevalenza sono insettivori. Ci sono però anche quelli che non disdegnano la frutta, ma anche pesci, nettare... sangue! Possono essere sia diurni che notturni: i pipistrelli notturni che troviamo da noi, si orientano perfettamente al buio grazie alla produzione di ultrasuoni e vanno a caccia di insetti.

Facciamo entrare i nostri bambini nel mondo dei pipistrelli, con storie, racconti, lavoretti e attività da fare insieme (come una simpatica bat box, la casetta dei pipistrelli).

La giornata mondiale dei pipistrelli

Lo sai che anche i pipistrelli hanno la loro giornata dedicata? Ricorre ogni anno il 17 aprile e si chiama Bat Appreciation Day, una giornata dedicata alla sensibilizzazione e all'importanza per l'ecosistema dei pipistrelli.

I Chirotteri

I Chirotteri sono dei mammiferi provvisti di arti anteriori adatti a volare grazie a una particolare membrana. In tutto il mondo esistono oltre 1600 specie di pipistrelli. Vivono ovunque, a eccezione dei deserti e delle zone polari.

Una delle loro caratteristiche peculiari è riposarsi a testa in giù: i pipistrelli si aggrappano "sottosopra" grazie alle zampe posteriori. 

In genere hanno uno o due cuccioli e vengono allattati dalla mamma (non per niente sono dei mammiferi!).  

I Chirotteri si dividono poi in due sottordini:

  • Microchirotteri: quelli che ci sono anche da noi e sono gli unici pipistrelli presenti in Europa. Sono di taglia piccola, notturni e prevalentemente insettivori. Si orientano al buio grazie a un ottimo sistema che si chiama ecolocazione. In pratica il pipistrello emette ultrasuoni e così facendo calcola la distanza e gli oggetti che gli stanno intorno. D'inverno, nei climi temperati, vanno in letargo. Questo per sopravvivere nel periodo in cui ci sono meno insetti;
  • Megachirotteri: si trovano nei Paesi tropicali. Sono spesso medio grandi e si nutrono di frutta. Pensiamo per esempio alle volpi volanti che possono raggiungere un'apertura alare di 1,5 m.
volpe volante

Una volpe volante in volo

Fonte: shutterstock

I vampiri esistono davvero!

I vampiri sono una leggenda? In realtà in Sud e in Centro America esistono davvero e sono dei pipistrelli della famiglia dei Fillostomidi che si nutrono di sangue.

I loro incisivi superiori sono particolarmente affilati e mordono le loro prede in modo indolore grazie a delle sostanze anestetiche presenti nella saliva. Attaccano in particolare mentre dormono e succhiano il sangue leccandolo con la lingua.

Il maggior pericolo per cavalli, mucche e anche per l'uomo, non è tanto il salasso provocato dal sangue bevuto dall'animale, ma dal rischio di contrarre la rabbia

Preserviamo i pipistrelli

E' importantissimo preservare i pipistrelli e non averne paura, dato che sono fondamentali per l'equilibrio dell'ecosistema.

Purtroppo, si trovano ad affrontare molte sfide, come la perdita del loro habitat naturale e la mancanza di luoghi sicuri dove vivere. Ecco come possiamo aiutarli:

  • Preservare il loro habitat: dobbiamo proteggere gli alberi e gli spazi aperti dove i pipistrelli vivono e si nutrono.
  • Creare rifugi sicuri: possiamo costruire delle "bat box", delle piccole casette appositamente progettate per i pipistrelli, dove possono riposare di giorno e sfamarsi di notte. Le bat box sono come casette fatte su misura per loro!
  • Evitare l'uso di pesticidi: i pesticidi possono danneggiare i pipistrelli e ridurre il loro cibo, come gli insetti che mangiano. Cerchiamo di utilizzare metodi naturali per proteggere le piante e l'ambiente.
  • Promuovere la consapevolezza: parliamo agli altri dell'importanza dei pipistrelli e di come possiamo aiutarli. Più persone conoscono e apprezzano questi meravigliosi animali, più sarà facile proteggerli.

Ricordiamoci sempre: anche le piccole azioni possono fare una grande differenza per i pipistrelli e per l'intero ecosistema. Così, insieme, possiamo rendere il mondo un posto migliore per loro e per tutti noi

I vantaggi di avere nel giardino una bat box

Le bat box forniscono un habitat sicuro e protetto per i pipistrelli, aiutandoli a trovare rifugio durante il giorno e a nidificare durante la stagione riproduttiva. Posizionandole correttamente, attirerai nel tuo giardino e vicino alla tua casa una famiglia di pipistrelli, che svolgerà un ruolo fondamentale nell'ecosistema controllando le popolazioni di insetti (avrai tante zanzare in meno!) e contribuendo alla biodiversità.

Ecco come posizionare nel modo corretto una bat box: appendi la bat box in un luogo tranquillo e lontano dalle luci artificiali, ad almeno 4-5 metri da terra. Idealmente, orienta la scatola verso nord e in un luogo tranquille e lontano da luci artificiali. Assicurati che la bat box sia ben fissata e stabile, in modo che non si muova o cada facilmente. Puoi fissarla a un albero robusto, a un edificio o a un palo. Non verniciarla e non trattarla.

Curiosità sui pipistrelli

  • Senza i pipistrelli, non ci sarebbero banane, avocado e mango. Più di 300 specie di frutta dipendono dai pipistrelli per l'impollinazione. I pipistrelli aiutano a diffondere semi di noci, fichi e cacao. Senza i pipistrelli, non avremmo neanche piante come l'agave o il cactus saguaro.
  • Ogni notte, i pipistrelli possono mangiare un quantitativo di insetti pari al loro peso corporeo, che può arrivare a migliaia! Questa dieta ricca di insetti aiuta i boscaioli e gli agricoltori a proteggere i loro raccolti dai parassiti.
  • I pipistrelli sono gli unici mammiferi volanti. Mentre lo scoiattolo volante può solo planare per brevi distanze, i pipistrelli volano davvero. L'ala di un pipistrello assomiglia a una mano umana modificata e con una membrana in mezzo.
  • I pipistrelli possono essere molto veloci. La velocità in volo di un pipistrello dipende dalla specie, ma alcuni possono raggiungere velocità superiori a 160 chilometri all'ora. Dei veri razzi!
  • A volte si dice che più piccolo è l'animale, più breve è la sua vita, ma i pipistrelli infrangono quella regola di longevità. Anche se la maggior parte dei pipistrelli vive meno di 20 anni in natura, gli scienziati hanno documentato sei specie che vivono più di 30 anni. Nel 2006, un piccolo pipistrello della Siberia ha stabilito il record mondiale a 41 anni.
  • I pipistrelli si puliscono come fanno i gatti! Trascorrono infatti moltissimo tempo a leccarsi, anche tra di loro. Questo serve non solo per avere il pelo lucido, ma anche per tenere lontani i parassiti.
  • Come accade negli altri mammiferi, le mamme pipistrello allattano i loro cuccioli con il latte materno e non con gli insetti che cacciano. La maggior parte dei pipistrelli dà alla luce un solo cucciolo! C'è però una specie che di solito partorisce gemelli ed è il pipistrello rosso orientale.
  • Quasi tutti i mammiferi hanno l'ombelico: è il primo legame che hanno avuto con la mamma. E i pipistrelli non sono da meno. 

La storia di BAT, pipistrello poco amato

In questa storia per bambini il protagonista è BAT, un pipistrello poco amato e apprezzato dagli abitanti della foresta.

Un racconto che insegna che ognuno di noi ha qualcosa di speciale da offrire al mondo, che le differenze ci arricchiscono. BAT, nonostante fosse inizialmente emarginato per le sue particolarità, dimostra il suo valore e la sua utilità alla comunità. 

La storia del pipistrello BAT

C'era una volta in una piccola foresta un pipistrello di nome BAT. BAT era diverso dagli altri pipistrelli della sua colonia. Mentre gli altri pipistrelli amavano appendersi insieme e giocare in gruppo, BAT preferiva trascorrere il suo tempo da solo, esplorando la foresta in cerca di avventure.

Purtroppo, questa sua diversità non era ben accolta dagli altri abitanti della foresta. Gli uccelli lo guardavano con sospetto, gli scoiattoli lo evitavano e persino i gufi lo trattavano con disprezzo. BAT si sentiva molto solo e triste per essere così emarginato. Ma un giorno, mentre volava sopra il laghetto della foresta, BAT si rese conto di qualcosa di importante: il laghetto era invaso dalle fastidiose zanzare!

Deciso a fare qualcosa di utile e dimostrare il suo valore, BAT mise a frutto la sua abilità nel cacciare le zanzare. Ogni notte, BAT si impegnava in una missione di caccia implacabile, divorando le tonnellate di zanzare sopra al laghetto.

Con il passare del tempo, i risultati del lavoro di BAT cominciarono a farsi sentire. Le zanzare diventarono sempre meno, e con esse scomparvero anche i fastidi per gli altri abitanti della foresta.

Gli animali cominciarono a notare il coraggio e la dedizione di BAT nel proteggere la foresta dalle zanzare. Presto, BAT divenne un eroe agli occhi di tutti. Gli uccelli cominciarono a cantare le sue lodi, gli scoiattoli lo accolsero nei loro giochi e persino i gufi gli offrirono consigli su come migliorare le sue tecniche di caccia. BAT aveva finalmente trovato il suo posto nella foresta e i suoi vicini lo amavano e rispettavano per tutto il bene che faceva.

E così, BAT capì che anche lui, nonostante le sue differenze, poteva essere un vero amico per gli altri abitanti della foresta.

Lavoretti a tema pipistrello

Facciamo apprezzare i pipistrelli ai nostri bimbi costruendo insieme alcuni lavoretti a tema (anche se non è Halloween, la festa in cui i pipistrelli vanno per la maggiore).

Pipistrelli con rotoli di carta igienica

pipistrello carta igienica

Fonte: shutterstock

Per realizzare questi pipistrelli a testa in già basta del cartoncino, dei rotoli di carta igienica, colla e uno spago. Ricopri il rotolo di carta igienica con il cartoncino del colore che preferisci. Prepara poi i dettagli come i dentini, gli occhi e le ali. Incollali sul rotolo, aggiungi lo spago e appendi dove vuoi.

Pipistrello di carta

Ritaglia dalla carta nera o marrone la sagoma di un pipistrello e incollala su un foglio bianco. Aggiungi dettagli come occhi mobili, orecchie e denti. Aggiungi le ali piegando la carta nera e incollandole al corpo del pipistrello.

Maschera di pipistrello

Disegna e ritaglia la sagoma di un pipistrello su un cartoncino nero. Fai dei fori per gli occhi e incolla su un lato un bastoncino per tenerla.

Collana di pipistrello

Con l'aiuto di pasta modellabile nera, crea delle piccole forme a pipistrello. Fai un piccolo foro in ciascuno e infila un filo elastico per creare una collana. Puoi anche dipingere o aggiungere brillantini per decorarle.

Segnaposto a forma di pipistrello

 Ritaglia delle sagome di pipistrello da cartoncino nero e scrivi il nome degli ospiti sopra di esse. Posiziona i segnaposto sulla tavola da pranzo per un tocco divertente e spaventoso. Si possono aggiungere anche a cannucce o bicchieri come nella foto sotto.

pipistrello cannuccia

Fonte: shutterstock

Decorazioni per finestre

Disegna e ritaglia dei pipistrelli su carta nera. Appendili alle finestre con del nastro adesivo trasparente per creare un'atmosfera spettrale e festosa.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli