Home Bambino Istruzione

Scuola pubblica, privata e paritaria: le differenze

di Penelope Greco - 13.04.2021 - Scrivici

scuola
Fonte: Shutterstock
Quale scuola scegliere per il proprio figlio? Pubblica, privata e paritaria: vediamo le caratteristiche e le differenze tra questi modelli

È arrivato il momento di pensare alla scuola per vostro figlio. In Italia l'istruzione obbligatoria riguarda la fascia di età compresa tra i 6 e i 16 anni.
L'adempimento dell'obbligo di istruzione è finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il 18° anno di età. 

L'obbligo di istruzione può essere assolto:

  • nelle scuole statali e paritarie
  • nelle strutture accreditate dalle Regioni per la formazione professionale
  • attraverso l'istruzione parentale

Vediamo insieme la differenza.

In questo articolo

Scuola pubblica

Le scuole pubbliche in Italia sono quelle gestite direttamente dallo Stato, tramite il Ministero dell'Istruzione (MIUR). Per questo motivo sono anche dette "statali". Vediamo quali sono le caratteristiche di questa tipologia di scuola.

Gratuità

L'istruzione obbligatoria è gratuita.

Insegnanti

Nelle scuole statali gli insegnanti vincono la cattedra tramite un concorso pubblico.

Numero di alunni

Formazione classi scuola primaria

  • Le classi della scuola primaria saranno costituite da non meno di 15 e non più di 26 bambini
  • Le opzioni possibili sul tempo scuola (sulla base delle richieste delle famiglie) sono: a 24 ore settimanali (solo in via eccezionale e se esplicitamente richiesto dalle famiglie in numero tale da poter costituire una classe), a 27 ore con esclusione delle attività opzionali facoltative, a 30 ore, comprensive dell'orario opzionale facoltativo nei limiti dell'organico assegnato, a 40 ore. Tale ultimo modello (ex tempo pieno) viene confermato nella consistenza organica attuale. Un eventuale potenziamento del tempo pieno è possibile solo nell'ambito della dotazione organica assegnata.
  • Nelle scuole dove è presente sia il tempo normale che il tempo pieno, il numero delle classi sarà definito sulla base del numero complessivo di alunni iscritti. In caso di eccesso di domande rispetto alle classi autorizzate e all'organico assegnato, il Consiglio d'Istituto stabilirà i criteri generali di ammissione ai vari modelli orario possibili.
  • L'insegnamento della lingua inglese dovrà essere affidato ad un insegnante di classe formato. Pertanto, solo in via "residuale", potranno continuare ad essere utilizzati docenti specialisti esterni alla classe anche nell'anno prossimo, posti che saranno costituiti su non meno di 7/8 classi.

Formazione classi scuola secondaria

  • Le classi prime saranno costituite, di norma, da non più di 27 alunni e non meno di 18.
  • Le classi a tempo prolungato saranno attivabili: o compatibilmente con la dotazione organica assegnata, o a condizione che ci sia il numero minimo per la costituzione di una classe (quindi con un numero di richieste compreso tra 18 e 27), o che ci siano le condizioni (servizi e strutture) per almeno 2 rientri pomeridiani a settimana, o che ci sia il funzionamento di almeno un intero corso a tempo prolungato. 
  • Lingue straniere: 3 ore settimanali obbligatorie di inglese in tutte le classi e 2 ore di seconda lingua comunitaria. 

Formazione classi scuola secondaria di 2° grado

  • Le prime classi saranno costituite, di regola, con 27 alunni, fino ad un massimo di 30 se in eccedenza.

Servizi extrascolastici

I servizi di pre e dopo scuola sono a pagamento e sono gestiti dal Comune.

Scuola privata

Le scuole private godono di maggiore autonomia rispetto alle scuole statali. Gli insegnanti vengono scelti in base al loro curriculum, alle loro capacità didattiche e alla conoscenza delle materie che insegnano. Gli insegnanti delle scuole private sono dunque valutati in base alla loro competenze: infatti la priorità dei docenti è fare in modo che tutti gli studenti raggiungano i propri obiettivi didattici.

Pagamento

La scuola privata è a pagamento e il costo varia a seconda della tipologia e caratteristiche. Una retta fissa non esiste poiché l'aspetto economico varia da scuola a scuola.

Numero di alunni per classe

La scuola privata ha classi a numerosità ridotta, con una media di 10-15 allievi per docente. In questo contesto gli insegnanti riescono a trattare gli argomenti in modo approfondito e seguire con attenzione tutti i ragazzi.

Orari

La scuola privata è flessibile negli orari: offre anche classi pomeridiane e serali, per permettere a tutti gli studenti di seguire senza complicanze le lezioni tenendo conto di impegni lavorativi, sportivi, familiari e di salute.

Indirizzi

Nell'offerta didattica delle scuole private si possono trovare tutti i corsi di diploma dell'attuale ordinamento scolastico. Perciò gli studenti possono scegliere di frequentare qualsiasi indirizzo di Liceo, Istituto tecnico o Istituto professionale

Valore del diploma

Il ciclo di istruzione superiore si conclude con l'esame di maturità. Il valore del Diploma di Maturità conseguito in una scuola privata è lo stesso del Diploma rilasciato dalla scuola pubblica. Infatti l'esame di Stato è lo stesso per tutti gli studenti, con la seconda prova diversificata per lo specifico corso di studi, a seconda dell'indirizzo intrapreso. Per questo il diploma conseguito presso una scuola privata permette di accedere a tutti i corsi di laurea e post-diploma.

Servizi extrascolastici

Le scuole private offrono diversi servizi extrascolastici: musica, sport, studio, lingua straniera, trasporto scolastico, scuola bilingue, uniforme, mensa

Scuola paritaria

Scuole paritarie

Le scuole paritarie svolgono un servizio pubblico e sono inserite nel sistema nazionale di istruzione. 

Il riconoscimento della parità garantisce:

  • l'equiparazione dei diritti e dei doveri degli studenti
  • le medesime modalità di svolgimento degli esami di Stato
  • l'abilitazione a rilasciare titoli di studio aventi lo stesso valore legale delle scuole statali.

Scuole non paritarie

Le scuole non paritarie sono sempre di natura privata, e sono iscritte in elenchi regionali aggiornati ogni anno, reperibili sul sito internet dell'Ufficio scolastico regionale competente per territorio.

La regolare frequenza della scuola non paritaria da parte degli alunni costituisce assolvimento dell'obbligo di istruzione, ma esse non possono rilasciare titoli di studio aventi valore legale né attestati intermedi o finali con valore di certificazione legale.

Pertanto gli studenti devono sostenere un esame di idoneità al termine di ogni percorso scolastico oppure se vogliono trasferirsi in una scuola statale o paritaria.

Fonti articolo: Miur

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli