Home Bambino Istruzione

Scuola pubblica, privata e paritaria: le differenze

di Elena Berti - 08.04.2022 - Scrivici

scuola
Fonte: Shutterstock
Quale scuola scegliere per il proprio figlio? Pubblica, privata e paritaria: vediamo le caratteristiche e le differenze tra questi modelli

Se è arrivato il momento di pensare alla scuola per vostro figlio, potrete avere qualche dubbio sulla scelta da fare. Primaria o secondaria, la decisione non è mai facile: privilegiare la vicinanza? Oppure fidarsi dei consigli? E soprattutto: meglio scegliere una scuola pubblica, una paritaria o una privata? E qual è la differenza tra i diversi istituti? Vediamolo insieme.  

In questo articolo

Scuola pubblica

Iniziamo col definire cosa si intende per scuola pubblica in Italia. Le scuole pubbliche, di ogni grado, sono quelle gestite direttamente dallo Stato e quindi dal Ministero dell'Istruzione. Le caratteristiche principali della scuola pubblica sono: 

  • la gratuità
  • gli insegnanti sono scelti tramite concorso pubblico
  • il numero di alunni per classe 

Numero di alunni per classe nella scuola pubblica

Il numero di alunni per classe può rappresentare un criterio importante nella scelta della scuola, soprattutto nei luoghi ad alta densità abitativa. Vediamo come funziona nella scuola pubblica italiana.  

  • Scuola primaria: solitamente, le classi hanno un minimo di 15 e un massimo di 26 alunni
  • Scuola secondaria di primo grado: gli alunni sono non meno di 18 e non più di 27
  • Scuola secondaria di secondo grado: si cerca di costituire classi di 27 alunni, fino a un massimo di 30

Numero di ore di lezione al giorno

Nella scuola primaria pubblica si ha la possibilità di scegliere 24 ore settimanali (se richiesto dalle famiglie e se ci sono abbastanza bambini), 27 ore settimanali senza le attività opzionali facoltative e 30 ore con le attività opzionali, per un totale di 40 ore di frequenza tra lezioni e attività (il famoso "tempo pieno" da otto ore al giorno).  

Nel caso della secondaria di primo grado, quindi la scuola media pubblica, l'orario è solitamente solo mattutino, ma con la possibilità di attivare il tempo prolungato se c'è un numero minimo di richieste per formare una classe di questo tipo e se la scuola può fornire gli spazi per la mensa e il personale

Scuola privata

Per quanto riguarda le scuole private ovviamente la principale caratteristica (oltre alla retta) è che hanno autonomia rispetto alle scuole pubbliche. Possono per esempio scegliere gli insegnanti in base al curriculum e non tramite concorso. La retta dipende invece dal tipo di scuola e non è possibile dare indicazioni.  

Per quanto riguarda il numero di alunni, le classi delle scuole private sono assai meno numerose, arrivando anche a una media di circa 15 allievi per classe.  

Anche gli orari, pur seguendo a grandi linee quelli classici della scuola, sono gestiti in maniera più autonoma. Esistono poi diverse attività, compreso il doposcuola, che è ovviamente a pagamento, come nel caso della scuola pubblica. In quest'ultima generalmente il prezzo varia in base all'ISEE e il servizio è erogato dal Comune, come la mensa, nelle scuole private invece si tratta di solito di una quota fissa. Ovviamente le scuole private offrono molte attività extrascolastiche, come corsi di musica, di teatro, sportivi, gestiti spesso da altri enti e a pagamento. È spesso richiesta un'uniforme scolastica.  

I titoli di studio rilasciati dalle scuole private non hanno valore nel sistema nazionale, pertanto gli studenti devono passare un esame di idoneità alla fine di un percorso oppure se vogliono passare a una scuola pubblica o paritaria.  

Scuola paritaria

Le scuole paritarie, invece, hanno il compito di svolgere un servizio pubblico. Pur avendo natura privata e prevedendo quindi una retta (solitamente meno importante di quella delle private) hanno molti aspetti in comune con la scuola pubblica perché sono inserite nel sistema di istruzione nazionale.  

Soprattutto, le modalità di svolgimento degli esami di Stato sono le stesse della scuola pubblica e i titoli di studio rilasciati hanno lo stesso valore legale.  

Scegliere la scuola per i propri figli è sempre una decisione importante.

Decidete in base alla praticità, ma anche in base alle vostre preferenze e agli open day organizzati nel corso dell'anno: ascoltare gli insegnanti, parlare con altri genitori e visitare i locali sarà un ottimo modo per capire quale scuola fa al caso vostro, se pubblica, paritaria o privata

Aggiornato il 13.04.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli