Home Bambino Istruzione

Esistono scuole più facili di altre?

di Ines Delio - 29.08.2023 - Scrivici

esistono-scuole-facili-
Fonte: Shutterstock
Nel passaggio dalle medie alle superiori, molti studenti e genitori se lo saranno chiesto: esistono delle scuole facili?

In questo articolo

Esistono scuole facili?

Settembre è il mese che segna l'inizio di una nuova avventura scolastica per chi deve affrontare il passaggio dalla scuola media alle superiori. Si tratta di un momento cruciale nella vita di ogni ragazza e ragazzo, e proprio per questo è importante che i giovani siano aiutati a individuare i propri obiettivi e a seguire le proprie attitudini nel delicato momento della scelta dell'indirizzo di studi da intraprendere. L'impegno scolastico che dovranno sostenere sarà sicuramente maggiore rispetto al percorso precedente. Ma esistono scuole facili?

Scuole facili: quali sono e come scegliere

In genere, gli istituti tecnici e i professionali hanno la fama di essere più facili rispetto ai licei. Tra questi ultimi, l'indirizzo delle Scienze Umane è considerato più facile del Classico. Tuttavia, non si può dire che esistano scuole facili. Tutto dipende da fattori personali, dalle attitudini dello studente o studentessa, nonché dai futuri sbocchi lavorativi che possono offrire i percorsi scolastici scelti.

Se, ad esempio, si desidarano sviluppare competenze volte a un immediato inserimento nel mondo del lavoro, la scelta preferibile potrebbe essere quella degli ITS. Se, invece, si ha come obiettivo la strada universitaria, il liceo potrebbe fornire gli strumenti più idonei. Ad ogni modo, è bene sapere che nessuna strada è già scritta, e che anche chi ha optato per un istituto tecnico potrebbe in seguito decidere di iscriversi all'università.

Differenze tra licei, istituti tecnici, istituti professionali

Prima di affrontare la scelta delle superiori, più essere di aiuto una panoramica sulla scuola secondaria di secondo grado. Partiamo dal presupposto che ci sono due le tipologie di percorsi

  • scuola secondaria di secondo grado, di durata quinquennale, cui eppartengono i licei, gli istituti tecnici e gli istituti professionali
  • percorsi triennali e quadriennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) di competenza regionale

La scuola secondaria superiore è così organizzata:

  • licei, con sei percorsi, otto indirizzi
  • istituti tecnici, suddivisi in 2 settori con 11 percorsi formativi
  • istituti professionali, con 2 settori e 11 percorsi formativi

Licei

I licei offrono una vasta formazione culturale e un buon metodo di studio, il che li rende particolarmente adatti a chi desidera proseguire gli studi all'università.

Sono in tutto sei:

  • Liceo classico
  • Liceo scientifico
  • Liceo linguistico
  • Liceo delle scienze umane
  • Liceo artistico
  • Liceo coreutico musicale

Istituti tecnici

Gli istituti tecnici sono pensati per l'occupabilità e offrono una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico, mettendo al contempo in gioco le competenze per un immediato inserimento nel mondo del lavoro. Con questo diploma è inoltre possibile proseguire gli studi all'università, soprattutto scientifici tecnologici ed economici, o specializzarsi presso gli istituti tecnici superiori. I due settori in cui si articolano gli undici indirizzi sono quello economico e quello tecnologico.

Gli 11 indirizzi degli istituti tecnici sono:

  • Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
  • Amministrazione Finanza e Marketing
  • Chimica, Materiali e Biotecnologie
  • Costruzioni, Ambiente e Territorio
  • Elettronica ed Elettrotecnica
  • Meccanica, Meccatronica ed Energia
  • Grafica e Comunicazione
  • Trasporti e Logistica
  • Turismo
  • Sistema Moda
  • Informatica e Telecomunicazioni
  • Istituti professionali

Istituti professionali

Gli istituti professionali preparano ad arti, mestieri e professioni strategici per l'economia del Paese, con undici indirizzi di studio orientati ai settori produttivi più importanti del Made in Italy. Gli studenti possono scegliere tra due diversi settori di studio, quello dei Servizi e quello Industria e artigianato. Questi percorsi di istruzione prevedono un biennio unitario e un triennio finalizzato ad approfondire la formazione dello studente.

Gli 11 indirizzi di studio degli istituti professionali sono:

  • Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane
  • Pesca commerciale e produzioni ittiche (di nuova introduzione)
  • Industria e artigianato per il Made in Italy
  • Manutenzione e assistenza tecnica
  • Gestione delle acque e risanamento ambientale (di nuova introduzione)
  • Servizi commerciali
  • Enogastronomia e ospitalità alberghiera
  • Servizi culturali e dello spettacolo (di nuova introduzione)
  • Servizi per la sanità e l'assistenza sociale
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: odontotecnico
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: ottico

Quali sono le scuole più popolari per il 2023/2024

Per l'anno scolastico 2023/2024, i licei sono ancora le scelte preferite del 57,1% degli studenti, seguiti dagli istituti tecnici (30,9%) e dai professionali (12,1%), stando ai dati diffusi da Orizzonte Scuola La scelta più popolare è il Liceo Scientifico (26,1%), seguito dal Liceo delle Scienze Umane (11,2%).

Per quanto riguarda gli istituti tecnici, cresce il settore economico con l'indirizzo "Amministrazione, Finanza e Marketing" più scelto (8,7%), mentre nel settore tecnologico il più quotato è l'indirizzo "Informatica e Telecomunicazioni" (6%).

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli