Home Bambino Istruzione

Alla scoperta delle tartarughe: cosa sapere se vuoi adottarne una

di Francesca Capriati - 23.05.2024 - Scrivici

tartarughe-e-bambini
Fonte: shutterstock
Tartarughe e bambini: conosciamo le tartarughe di terra e acquatiche, curiosità da sapere, come tenerle in casa e come proteggersi dalle malattie

In questo articolo

Tartarughe e bambini

Se c'è un animale che ispira immmediata simpatia nei bambini è la tartaruga. Forse non avete la possibilità di adottare un cane o un gatto, e la tartaruga è per molti la scelta migliore. E allora siete pronti a scoprire tutto sulla vostra amata testuggine? Ecco tante curiosità da raccontare ai bambini, così che la ameranno ancora di più!

La giornata mondiale delle tartarughe

Il 23 maggio è la Giornata Mondiale delle Tartarughe: un evento che intende richiamare l'attenzione sull'importanza di promuovere azioni concrete per la salvaguardia delle tartarughe e per informare sul rischio di estinzione. 

Tartarughe acquatiche e terrestri

Le tartarughe si dividono in due categorie: tartarughe di terra (testuggini) e tartarughe acquatiche.

Le tartarughe di terra sono principalmente erbivore e vivono in ambienti terrestri, mentre le tartarughe acquatiche possono essere sia di acqua dolce che di mare e hanno una dieta più varia, comprendente anche piccoli animali.

Tartarughe di Terra (Testuggini)

Le tartarughe di terra hanno un guscio bombato e robusto. Un esempio classico è la Testuggine di Hermann, diffusa in Europa meridionale, che si riconosce per il suo carapace giallo con macchie nere (probabilmente è proprio quella che avete a casa!). Queste tartarughe sono adattate a climi caldi e secchi e mangiano prevalentemente vegetali come insalate, fiori e frutti.

Tartaruga terrestre

Tartaruga terrestre

Fonte: shutterstock

Tartarughe Acquatiche

Le tartarughe acquatiche, come la Trachemys scripta (tartaruga dalle orecchie rosse), vivono in stagni, laghi e fiumi. Sono ottime nuotatrici e hanno un guscio più piatto e idrodinamico rispetto alle tartarughe di terra. La loro dieta include pesci, insetti acquatici e piante.

Tartaruga acquatica

Tartaruga acquatica

Fonte: shutterstock

Tartarughe Marine

Le tartarughe marine, come la tartaruga verde e la tartaruga caretta, trascorrono la maggior parte della loro vita in mare. Sono grandi migratrici e possono attraversare oceani interi. La loro dieta varia dalle alghe ai piccoli invertebrati marini.

10 curiosità sulle tartarughe

  1. Le tartarughe possono vivere molto a lungo: alcune specie di testuggini possono superare i 100 anni.
  2. Il guscio delle tartarughe è costituito da circa 50 ossa che si fondono insieme, formando un'armatura protettiva. Il carapace è ricco di terminazioni nervose: è così che la tartaruga percepisce i cambaimenti di temperatura ma anche il contatto fisico.
  3. A differenza di molti animali, alcune tartarughe possono respirare attraverso la pelle e persino attraverso il loro ano.
  4. Le tartarughe hanno una buona visione a colori e possono distinguere tra varie tonalità di colori (adorano il rosso!)
  5. Le tartarughe marine utilizzano il campo magnetico terrestre per navigare durante le loro lunghe migrazioni.
  6. Le tartarughe non smettono mai di crescere, anche se la loro crescita rallenta considerevolmente con l'età.
  7. Le femmine depongono le uova in buche scavate nella sabbia o nel terreno, che poi coprono per proteggerle.
  8. Le tartarughe sono tra i più antichi rettili ancora esistenti, sono sopravvissute fin dai tempi dei dinosauri.
  9. Hanno un olfatto molto sviluppato, utile per trovare cibo e partner.
  10. La temperatura del nido può determinare il sesso delle tartarughe: temperature più alte producono femmine, mentre temperature più basse producono maschi.

Lo sapevi che?

Le tartarughe marine percorrono migliaia di chilometri tra gli oceani per tornare nel loro luogo di nascita per deporre le uova (natal homing).

I suoi piccolini nasceranno sulla stessa spiaggia dove è nata la mamma. Per questo in tutto il mondo ci sono riserve naturali sulle spiagge dove si sa che verranno depositate le uova.

La schiusa delle uova di tartaruga marina

La schiusa delle uova di tartaruga marina

Fonte: shutterstock

Cosa sapere se vogliamo adottare una tartaruga

Se ancora stiamo valutando se adottare oppure no una tartaruga, ecco alcune cose da sapere per prendersi cura al meglio della nostra piccola amica.

  • Le tartarughe necessitano di uno spazio adeguato per vivere. Le tartarughe di terra hanno bisogno di un recinto spazioso all'aperto, con zone d'ombra e aree per scavare. Le tartarughe acquatiche, invece, richiedono un acquario con un'area per nuotare e una piattaforma per asciugarsi.
  • Le tartarughe di terra si nutrono principalmente di vegetali freschi (perfetta l'insalata, le fragoline, il pomodoro, ma amano anche fiori come l'ibiscus e le verdure rosse e arancioni, che apportano vitamina A), mentre le tartarughe acquatiche hanno una dieta più varia, che può includere pesci, insetti e piante acquatiche.
  • Le tartarughe hanno bisogno di luce e raggi UVB per sintetizzare la vitamina D3, che è fondamentale per la salute delle ossa e del carapace. Occhi a mantenere la giusta temperatura nell'habitat, eventualmente con lampade riscaldanti e tappetini termici.
    Come tutti gli animali domestici, anche le tartarughe hanno bisogno di visite veterinarie regolari.

Come proteggere le tartarughe dall'estinzione

Le tartarughe sono tra le specie più minacciate al mondo a causa della perdita dell'habitat, del bracconaggio e del cambiamento climatico. Per proteggerle, nel nostro piccolo, iniziamo col ridurre l'uso della plastica monouso: le tartarughe marine spesso ingeriscono plastica, scambiandola per cibo.

Le malattie

Tutte le tartarughe hanno la Salmonella, un batterio che molti rettili, ma soprattutto le tartarughe, possono avere normalmente nel loro tratto intestinale e che non provoca nessun danno al nostro animale, ma può essere pericoloso per noi e per i nostri bambini. La salmonella può provocare gravi disturbi gastrointestinali, come vomito e diarrea.

Ecco perché è fondamentale che chiunque maneggi una tartaruga, i suoi escrementi o gli oggetti nella sua vasca si lavi subito dopo le mani.

Possiamo adottare una tartaruga? Cosa dice la legge

La tartaruga è un animale in via di estinzione e l'unico modo per adottare una tartaruga è rivolgendoti ad un allevamento autorizzato. Se ne trovi una nel bosco non pui portarla a casa ma devi lasciarla lì, se hai un cortile e un bel giorno te la trovi in casa puoi tenerla, dimostrando come è entrata, e comunque lasciandola poi libera di andare dove vuole. 

Esistono, comunque, delle specie che non vanno denunciate e che possiamo adottare come animale domestico:

  • Tartaruga greca (Testudo graeca);
  • Tartaruga di Horsfield (Testudo horsfieldii);
  • Tartaruga di terra (Testudo hermanni boettgeri);
  • Tartaruga sarda (Testudo marginata).

Tartarughe da colorare e stampare per bambini

Ecco alcuni disegni a tema tartaruga che possiamo stampare e far colorare ai bambini.

Disegno della tartaruga

Disegno della tartaruga

Fonte: shutterstock
Disegno della tartaruga da colorare

Disegno della tartaruga da colorare

Fonte: shutterstock

Come disegnare una tartaruga

Tutorial per disegnare una tartaruga

Tutorial per disegnare una tartaruga

Fonte: shutterstock

Mimmo Mòllica ripropone la favola e la morale di Esopo: ecco la "Filastrocca della tartaruga e la lepre"

La Lepre e Tartaruga fan cagnara
per stabilir dei due chi è più veloce,
decidono perciò di fare a gara,
fissando il giorno e l'ora ad alta voce.

Così i due contendenti danno il via,
la lepre è più veloce e non rallenta,
già sembra un razzo ma con apatia,
stanca lungo la strada si addormenta.

La tartaruga, invece, assai più lenta
non si ferma un istante, è più agguerrita,
supera anche la lepre sonnolenta
e vince immantinente la partita.

Fonti

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli