Home Bambino

La lettura ad alta voce fa bene ai bambini

di Sara Sirtori - 14.10.2019 - Scrivici

insegnanteleggere.600
Fonte: Shutterstock
Uno studio rivela i benefici della lettura ad alta voce ai bambini: migliora le abilità cognitive e la capacità di affrontare le sfide della vita.

Tutti noi siamo consapevoli dei benefici della lettura. Ma non tutti sanno che anche la lettura ad alta voce è molto benefica per i bambini. Lo dimostra uno studio condotto su 1500 bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, che frequentano le elementari a Torino, Modena e Lecce.

Le insegnanti hanno letto ad alta voce ai bambini alcune storie, come ad esempio Pinocchio, Il Grande Gigante Gentile e La Fabbrica di Cioccolato, per un’ora al giorno per 100 giorni. La lettura doveva essere percepita come un momento di piacere e relax e non essere associata a interrogazioni, esercizi o compiti di alcun genere. I risultati della ricerca, opera di Giunti Scuola e Giunti Editori con la collaborazione dell’Università di Perugia, hanno rilevato che i bambini traggono enormi benefici da questa semplice pratica.

Dalla ricerca, diretta da Federico Batini, professore di pedagogia sperimentale dell'Università di Perugia, è emerso che la lettura ad alta voce è in grado di incidere dal 10% al 20% su aspetti dell’apprendimento: migliora la capacità di comprensione del testo, le abilità cognitive, l’interesse verso temi e discussioni, la proprietà di linguaggio.

L’esposizione alla lettura, inoltre, ha dei vantaggi sia nei bambini più “bravi” che in quelli con un rendimento scolastico più basso.

I benefici dell'esposizione alla lettura riguardano anche il problem solving, ovvero la capacità di risolvere situazioni difficili nella vita di tutti i giorni e non solo in riferimento al proprio percorso di studi.

Afferma Batini:

"La lettura ad alta voce può essere considerato uno strumento di 'educazione democratica' e andrebbe inserita in modo stabile nelle scuole di ogni ordine e grado come palestra per la vita, come esercizio in grado di allenare la mente. Non ha costi ulteriori per la scuola, perché somministrata dai docenti della classe stessa, che anzi, sono ancora più motivati e creativi nell'inventare set e riti speciali per segnalare l'ora di lettura ai bambini. Ma soprattutto, è per tutti. Così potremmo raggiungere una vera democrazia dell'apprendimento: leggere ad alta voce a scuola tutti i giorni, per un tempo congruo, riuscirebbe a ridurre il notevole impatto che la provenienza socio-culturale ha sulle probabilità di successo formativo e sulla vita futura delle persone".

E allora cosa aspettiamo? Utilizziamo la lettura ad alta voce anche a casa e leggiamo una favola ogni sera ai nostri bambini prima di andare a dormire.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli