Home Bambino Psicologia

"Come nascono i bambini?" Come spiegarlo ai figli in base all'età

di Nostrofiglio Redazione - 31.08.2023 - Scrivici

educazione-sessuale
Fonte: shutterstock
Come spiegare ai propri figli come nascono i bambini? I vari approcci in base all'età suggeriti dall'Esperta in educazione sessuale Eva Verderone

In questo articolo

"Come nascono i bambini?"

"Mamma, come nascono i bambini?" ovvero "mamma, come sono nato IO?" 
Risponde a questa domanda l'antropologa ed esperta in educazione sessuale FISS, ASST, Eva Verderone. 
 
Prima o poi la domanda arriva e può essere ripetuta da tuo figlio/a in diverse fasi della sua crescita, a 3/4 anni, ma anche verso i 6 e oltre. 
Posto che è importante rispondere sempre in modo chiaro, semplice e con sincerità, è altrettanto importante comunicare a tuo figlio che la sua nascita è avvenuta perchè E' STATO DESIDERATO, anche (e soprattutto) se mamma e papà non sono più insieme.
Non ci sono frasi preconfezionate da utilizzare, ma ogni mamma e ogni papà, che conosce la relazione con il proprio partner, può raccontarsi, purché sia nel rispetto della fase evolutiva del proprio bambino, ovvero con concetti e parole per lui/lei comprensibili.

Come rispondere a un bambino piccolo

In generale, se il bambino è piccolo è sufficiente dirgli che mamma e papà si sono amati e lui/lei è cresciuto per 9 mesi nella pancia della mamma, protetto come in un nido fino a quando è cresciuto abbastanza per venire al mondo ed essere abbracciato dai suoi genitori. 

Come rispondere a un bambino in età scolare

Se invece è già in età scolare, si può arricchire il racconto, parlando dell'amore e del desiderio che gli adulti provano tra di loro: quando si ama un'altra persona, si sente anche il desiderio di stare vicini con il corpo, perché è così che si comunica l'amore che si prova reciprocamente. 
Ci sono le parole e ci sono anche i gesti; gli adulti si baciano, si accarezzano, si abbracciano e possono nutrire il desiderio di fare l'amore, ovvero di dirsi "tu per me sei speciale, diverso da chiunque altro".

Quando parlare di penetrazione e fecondazione?

Quando si fa l'amore è il corpo che parla e che esprime le emozioni intime e profonde che si provano. Nel farlo, gli adulti provano piacere e si preparano a incontrarsi in un modo speciale, reso possibile dal fatto che l'uomo ha il pene e la donna la vagina. 
Ogni genitore attento conosce lo sviluppo emotivo del proprio figlio e può valutare quando è il momento di raccontare penetrazione e fecondazione. In linea di massima, un bambino è pronto a comprendere questi temi verso i 9/10 anni.

Sull'autrice

Eva Verderone
Eva Verderone
Eva Maya Verderone: antropologa, esperta in educazione all'affettività e alla sessualità della Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica, dopo aver lavorato per più di 20 anni al trauma sessuale, lavora con bambini, ragazzi e adulti nella promozione di relazioni sane e nella risoluzione del trauma. Il suo mantra è: conosci te stessa e realizzala!
 

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli