Home Bambino Psicologia

Covid-19: come ridare fiducia e speranza ai bambini?

di Lorenza Laudi - 24.02.2021 - Scrivici

famiglia
Fonte: Shutterstock
Come ridare fiducia e speranza ai bambini dopo un anno di pandemia? Risponde la dottoressa Pamela Pace in questo podcast

Il giro di boa è stato fatto. Lo scorso fine settimana è passato un anno dal primo caso di paziente italiano con coronavirus. E' stato un anno difficile, complicato, che ci ha unito tanto ma che ha anche messo alla prova la nostra energia. In prima linea in questa situazione complicata ci sono stati i bambini: prima a casa da asili e scuole, senza avere la possibilità di vedere nonni, amichetti. Ora con una presunta normalità che comunque non ha niente a che vedere con quella che era la loro vita prima del 2020. Ma come trovare parole adeguate per ridare fiducia e speranza ai bambini in questa situazione pandemica? Risponde in questo podcast la dottoressa Pamela Pace, psicanalista e presidente dell'Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus.

Come ridare fiducia ai bimbi?

"Effettivamente anche i bambini hanno dovuto fare i loro conti con gli effetti della repentina metamorfosi della loro vita a causa del coronavirus e dei successivi regolamenti legati alle diverse aree" spiega la dott.ssa Pace. "Rossa, arancione, gialla e bianca: questa disorganizzazione nella loro vita ha stravolto sicuramente le abitudini quotidiane e le loro giornate".

Tuttavia ci sono due aspetti da tenere a mente secondo la psicoterapeuta: "I bambini non esistono come un universale e inoltre ogni bambino apprende dalla propria famiglia. Quindi questi effetti e anche le parole adeguate per ridare fiducia e speranza a questi bambini dipendono da come quel papà, quella mamma,quei genitori, quei nonni hanno vissuto e stanno vivendo il presente oltre che il passato. E come immaginano il futuro".

Nell'esperienza clinica della dottoressa molti bambini hanno mostrato una grande forza e hanno insegnato ai grandi a vivere come familiare quello che si è presentato a noi adulti come straniero e spaventoso. Tra le frasi dette alla dottoressa spesso dai bimbi durante le loro sedute: "Finalmente a casa con mamma e papà" ma anche "Sono stata benissimo". 

Per concludere: "Io penso che sia sempre molto importante soprattutto nei riguardi dei giovani infondere speranza e credo nelle capacità degli adulti di garantire ai bambini la realizzazione dei loro progetti, la soddisfazione dei loro interessi e anche la nostra capacità di poter e offrire loro un futuro adatto e adeguato". 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli