Home Bambino Psicologia

Disturbi mentali degli adolescenti: 1 su 7 ne soffre

di Elena Berti - 06.10.2021 - Scrivici

disturbi-mentali-adolescenti
Fonte: Shutterstock
Un rapporto dell'Unicef evidenzia che i disturbi mentali degli adolescenti sono sempre più frequenti in tutto il mondo. Ma come intervenire?

Disturbi mentali degli adolescenti: 1 su 7 ne soffre

Un adolescente su sette convive con un disturbo mentale: è quanto emerso da un recente rapporto dell'Unicef che mette l'accento su adolescenti e salute mentale. Dallo studio è emerso un quadro preoccupante, che coinvolge milioni di ragazzi e ragazze. Facciamo il punto sui disturbi mentali degli adolescenti.

In questo articolo

L’adolescenza arriva sempre più in anticipo

Se siete genitori vi sarà capitato di pensare che vostro figlio di 7 o 8 anni (o anche più piccolo) avesse già i tratti tipici di un adolescente. Se in realtà si definisce teenager un ragazzino che ha compiuto 13 anni (appunto thirteen), ormai l'età in cui i bambini hanno comportamenti attribuibili a questo periodo della vista si è abbassata sempre di più. Non solo per la pubertà che arriva prima, intorno agli 8-9 anni (in particolare per le femmine) ma anche per la società odierna: per questo l'Unicef, nel suo rapporto, ha analizzato la salute mentale dei ragazzi tra i 10 e 19 anni.            

Disturbi mentali per milioni di adolescenti

È emerso che un adolescente su sette tra i 10 e i 19 anni, nel mondo, soffre di un disturbo mentale. Si intitola "La condizione dell'infanzia nel mondo - Nella mia mente: promuovere, tutelare e sostenere la salute mentale dei bambini e dei giovani" il rapporto le cui stime forniscono numeri davvero preoccupanti. Nel mondo ci sono 89 milioni di ragazzi e 77 milioni di ragazze che convivono con un disturbo mentale diagnosticato, equamente distribuiti per fasce di età, 15/19 anni e 10/14 anni

Ansia e depressione colpiscono di più i giovani

Ansia e depressione sono i principali disturbi diagnosticati tra i giovani, in particolare in Medio Oriente, Nord Africa, Nord America ed Europa Occidentale. Ma non solo: tra le altre problematiche riscontrate, ci sono neurodivergenze come il disturbo dell'attenzione (ADHD), l'autismo, la schizofrenia, il bipolarismo o ancora i disturbi alimentari. Tutte condizioni che, ripetiamo, sono state diagnosticate da specialisti. Il dato ancora più preoccupante riguarda il numero di suicidi compiuti ogni anno da giovani: ben 46.000 l'anno, con un'incidenza di uno ogni undici minuti. Tra le ragazze nella fascia di età 15-19 anni è il terzo motivo di decesso più comune, e in Europa è la seconda causa di morte tra gli adolescenti tra 15 e 19 anni, con gli incidenti stradali al primo posto.

Adolescenti e pandemia da Covid-19

Tutti questi dati emergono a prescindere dal Covid-19, che secondo la direttrice generale dell'Unicef, Henrietta Fore, è solo "la punta dell'iceberg". Se già prima dello scoppio della pandemia i problemi di salute mentale erano evidenti, col primo lockdown e i successivi si sono ulteriormente aggravati, andando a colpire in particolar modo chi già ne soffriva. Disturbi come la depressione e l'ansia si sono intensificati e in alcuni casi sono esplosi, proprio a causa dell'isolamento forzato, dalla lontananza da scuola e dagli amici e dall'uso, sempre più eccessivo, di dispositivi elettronici

Come aiutare gli adolescenti

Il quadro che emerge dal rapporto è preoccupante, perché individua anche le falle dei Governi a livello globale. Anche nei paesi più sviluppati, i finanziamenti per la salute mentale sono praticamente nulli. Basti pensare che in Italia la terapia di supporto, anche a persone affette da disturbi diagnosticati, è a pagamento. Anche l'iter per diagnosticare alcune neurodivergenze, come DSA, ADHD e autismo sono lunghi e faticosi, e spesso costringono molte famiglie a rivolgersi a specialisti privati per poter avere delle risposte e supporto. Per questo, anche il disturbo mentale può rappresentare uno squilibrio sociale non indifferente tra classi sociali, sia in termini di diagnosi che di supporto specialistico. 

L'unico modo per aiutare gli adolescenti ad attraversare questa difficile fase della vita, in particolare se affetti da disturbi mentali, è un investimento serio dei Governi che prenda in considerazione l'importanza dell'istruzione come punto formativo, di aggregazione e di supporto, ma anche una maggiore consapevolezza della società che non crei ancora stigma nei confronti di chi soffre di questi disturbi.

Il rapporto dell'Unicef sulla salute mentale dei bambini e dei ragazzi è preoccupante, ed è compito delle istituzioni supportare giovani e famiglie per limitare il diffondersi di ansia, depressione e, nei peggiori dei casi, suicidio.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli