Home Bambino Psicologia

"Parentification" dei figli, cos'è

di Sveva Galassi - 16.08.2023 - Scrivici

bambina-pensierosa
Fonte: Shutterstock
Quando si parla di parentification dei figli? È un fenomeno che si verifica quando i genitori cercano nei propri figli un supporto emotivo e pratico, piuttosto che fornirlo. Scopriamo cos'è, quali sono le tipologie e quali sono i rischi per i bambini

In questo articolo

Il ruolo fondamentale dei genitori è quello di fornire cure e amore incondizionati in modo che i bambini possano concentrare le proprie energie sull'apprendimento e sulla crescita. In una sana relazione genitore-figlio, i genitori danno il loro supporto e i figli ricevono

Ci sono molte persone che non hanno la stabilità emotiva e le risorse interiori per offrire il loro aiuto ai figli. Può quindi accadere che determinate madri e alcuni padri facciano invece affidamento sui propri bambini in modi inappropriati. Il risultato di questo comportamento è un fenomeno noto con il termine "parentification". Scopriamo di cosa si tratta.

Parentification, cos'è

Il fenomeno detto "parentification" (letteralmente "genitorializzazione") si verifica quando i genitori cercano nei propri figli un supporto emotivo e/o pratico, piuttosto che fornirlo. Quindi, il bambino (o adolescente) diventa il caregiver ed è costretto ad assumersi responsabilità e ad avere comportamenti da adulto prima di essere pronto a farlo. Inoltre, non riceve riconoscimento o supporto per l'assunzione di tali responsabilità.

La parola "parentification" è stata coniata dallo psichiatra ungherese-americano Ivan Boszormenyi-Nagy, uno dei fondatori del settore della "terapia familiare". Il termine indica quello che succede quando i ruoli di genitore e figlio sono invertiti. Tale inversione di ruoli interrompe il naturale processo di sviluppo del bambino e, nella maggior parte dei casi, ha effetti negativi di vasta portata sulla salute mentale e fisica del figlio.

Secondo l'ente americano "National Alliance for Caregiving", sono molti i bambini e gli adolescenti che hanno esperienze di "parentification".

Parentification, le varie tipologie

Gli esperti hanno identificato due tipi distinti di "parentification": strumentale ed emotiva.

Nei casi di "parentification" strumentale, i figli si assumono responsabilità pratiche quali:

  • prendersi cura di fratelli o altri parenti perché un genitore non è in grado di farlo;
  • si occupano della casa: puliscono, cucinano e fanno la spesa;
  • pagano le bollette e si occupano di altre faccende domestiche;
  • fanno i tutori per un genitore con disabilità, malattia o con disturbo di salute mentale;
  • prestano servizio come traduttori in famiglie in cui il genitore non parla la lingua principale del paese di residenza.

Il fenomeno di "parentification" emotivo si ha quando un bambino fornisce supporto emotivo a un genitore, o comunque:

  • ascolta un genitore parlare dei propri problemi;
  • offre consigli a un genitore;
  • fa da mediatore tra un genitore e un altro membro della famiglia;
  • serve come confidente per il loro genitore;
  • fornisce conforto emotivo e supporto a un genitore.

Parentification, le conseguenze psicologiche per i figli

Parentification: può costituire un trauma? Sì, può essere una forma di negligenza o di abuso da parte dei genitori, in particolare in casi estremi.

E può provocare il cosiddetto "trauma relazionale". Il trauma relazionale si verifica durante l'infanzia quando i legami tra genitore e figlio vengono in qualche modo interrotti o spezzati. Questo crea uno stato di stress cronico, nell'ambito del quale i bambini non sono in grado di avere il sostegno e la protezione di cui hanno bisogno.

Come con altri tipi di traumi infantili, il fenomeno della "parentification" può provocare una vasta gamma di problemi di salute mentale. I bambini possono avere difficoltà a costruire la fiducia e possono avere problemi con la rabbia e con la regolazione delle emozioni. Inoltre, potrebbero anche manifestare depressione, ansia, disturbi alimentari e disturbo da uso di sostanze.

Fonti per questo testo: 

newportacademy.com

psychologytoday.com

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli