Home Bambino Psicologia

Quali sono i fenomeni psicosomatici a cui fare attenzione in un bambino?

di Lorenza Laudi - 31.03.2021 - Scrivici

bambina-triste
Fonte: shutterstock
Quali sono i fenomeni psicosomatici a cui fare attenzione in un bambino? Risponde in questo podcast la dottoressa Pamela Pace

Spesso bambino parla con il suo corpo. Quali sono i fenomeni psicosomatici a cui prestare particolare attenzione e come gestire l'ansia di un genitore?

Risponde in questo podcast la dottoressa Pamela Pace, psicoanalista psicoterapeuta e presidente della associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus.

I fenomeni psicosomatici nei bambini

"Il bambino è un'unità psicosomatica, soprattutto prima dell'avvento della capacità di parlare.

Il corpo di un figlio è sin dall'inizio l'oggetto delle cure e il luogo privilegiato verso cui si indirizzano e in cui gradatamente si tessono amore, relazione, soddisfacimento e frustrazione. E' proprio nel corpo e attraverso il corpo che ogni essere umano sin dalla nascita fa esperienza del piacere della dimensione affettiva, ma anche delle prime forme di soddisfacimento della pulsione e anche della ricerca di un piacere. Pensiamo ai piccoli che ci succhiano il dito, che incontrano il piedino... Ecco l'importanza che i bambini, anche molto piccoli, possono fare esperienza da parte dell'adulto di riferimento, di una regolazione del suo soddisfacimento, perché si deve proprio realizzare un annodamento tra soddisfacimento e regolamentazione del più di ricerca di questo soddisfacimento.

Noi sappiamo che è proprio attraverso il corpo che il bambino entra in relazione con l'altro e scopre il mondo. Quando inizia a gattonare, a toccare e a mettersi anche in bocca gli oggetti del mondo esterno. Questi primi approcci del bambino possono mettere in ansia un genitore e l'ansia di padre e madre non necessariamente va demonizzata perché in realtà può essere un occhio in più che mette attenzione ai pericoli di un bambino molto piccolo. E' chiaro che nel momento in cui ansia e apprensione invadono il luogo genitoriale, questo può condizionare la qualità con cui poi mamma e papà intervengono sulla curiosità e la scoperta del bambino del mondo che lo circonda" spiega l'esperta.

Il bambino parla col corpo e alcune volte, anche se ancora piccolo, il suo corpo può veicolare messaggi. Dei veri e propri "sintomi psicosomatici che possono essere molteplici. E' bene parlarne innanzitutto col pediatra: questi sintomi a volte servono al bambino per essere riconosciuto rispetto non solo alle sue esigenze, ma anche alle sue difficoltà e alle sue fatiche".

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli