Home Bambino Psicologia

Dagli scarabocchi alle figure: lo sviluppo del disegno nei bambini

di Ines Delio - 12.01.2023 - Scrivici

sviluppo-del-disegno-nei-bambini
Dai primissimi segni e scarabocchi alle figure umane: le fasi dello sviluppo del disegno nei bambini, dai 12 mesi ai 6 anni

In questo articolo

Sviluppo del disegno nei bambini

Il disegno è un'attività naturale per tutti i bambini. Fin dalla più tenera età, si sperimenta l'esperienza universale e liberatoria del grafismo, con scarabocchi e segni che, man mano che si cresce, iniziano ad assumere un significato, fino a diventare un modo in cui i più piccoli esprimono la propria comprensione del mondo e di sé, e di tutte le cose importanti per loro. Persino un semplice scarabocchio può rappresentare, in realtà, una fase dell'evoluzione grafica e anche di quella neuro-psicomotoria. Ecco cosa sapere sullo sviluppo del disegno dei bambini.

Perché disegnare è importante per i bambini

I benefici del disegno durante la prima infanzia e la scuola materna sono molteplici:

  • il disegno aiuta a sviluppare le abilità motorie fini del bambino
  • sviluppa la coordinazione occhio-mano
  • sviluppa l'espressione creativa
  • alla base delle abilità di prescrittura
  • aumenta la capacità di attenzione del bambino
  • sviluppa la comprensione cognitiva dei concetti

Le fasi dello sviluppo del disegno nei bambini

Solitamente, lo sviluppo del disegno nei bambini segue un percorso a tappe, che può variare in base a numerosi fattori. Molto può dipendere, ad esempio, dall'ambiente in cui cresce, dalla disponibilità di materiali o anche dalla fiducia che il bambino ha nelle proprie capacità. Come per il parlare e il camminare, è importante però ricordare che ogni bambino ha i suoi tempi. A tal proposito, lo storico dell'arte e psicologo tedesco Rudolf Arnheim affermava: "Si dovrebbe tenere ben presente il fatto che non esiste un rapporto fisso tra l'età del bambino e il grado di evoluzione dei suoi disegni".

Sviluppo del disegno nei bambini di 12 mesi

12 mesi i bambini non hanno ancora capacità grafiche, se stimolati dai genitori possono impugnare matite o pennarelli, ma il risultato sarà perlopiù quello di produrre buchi o sfregamenti sul foglio, poiché non sono ancora in grado di avere un controllo su questo tipo di attività. Si tratta, tuttavia, di un importante momento di scoperta, che permette loro di lasciare letteralmente un segno.

Sviluppo del disegno nei bambini di 18 mesi

Verso i 18 mesi il bambino già inizia spontaneamente a tracciare dei segni casuali su una superficie (auspicabilmente un foglio e non un muro o un tavolo, ma ahimé, i genitori sanno bene che la creatività dei piccoli non conosce limiti). Ha infatti raggiunto un maggior controllo motorio che gli permette di lasciare dei tratti grafici, segni verticali e orizzontali: inizia quello che viene definito lo 'stadio dello scarabocchio', caratterizzato dalla produzione di segni casuali conosciuti come 'scarabocchi disordinati', fini a se stessi, senza l'intento di rappresentare qualcosa.

Sviluppo del disegno nei bambini di 2 anni

Intorno ai 2 anni, solitamente i tratti grafici iniziano a diventare meno disordinati e possono comparire i primi segni circolari o ad angolo. A questa età il bambino ancora non solleva la matita dal foglio e facilmente ne supera i bordi. Verso i due anni e mezzo, invce, tende ad avere un controllo maggiore, segue i movimenti della matita con gli occhi e sperimenta nuove forme, come spirali, riccioli o cerchi multipli. Si parla ora di 'scarabocchio controllato'.

Sviluppo del disegno nei bambini di 3 anni

A tre anni lo scarabocchio non è più solo un semplice piacere motorio ma inizia a diventare l'espressione di emozioni e sensazioni. Un aiuto può essere offerto dalle stimolazioni ambientali che possono favorire questa fase. Il bambino sperimenta tratti più precisi e segni che si associano a una progressiva presa di coscienza di sé, facendo emergere le prime intenzionalità rappresentative.

Sviluppo del disegno nei bambini di 4 anni

Già verso la fine dei tre anni, il bambino tende a uscire dalla fase dello scarabocchio per entrare in quella figurativa (il cosiddetto 'realismo mancato'). Compaiono quindi i primi tentativi di riprodurre le figure umane, spesso rappresentate da un cerchio enorme con appendici che indicano braccia e gambe.

Sviluppo del disegno nei bambini di 5 e 6 anni

Tra i 5 e i 6 anni il disegno della figura umana si affina e si arricchisce di particolari, via via diventa più proporzionata, e nel frattempo il bambino inizia a svolgere attività di pregrafismo in vista dell'ingresso alla scuola primaria.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli