Home Bambino Salute

Gli acari del letto dei bambini rafforzano la loro salute, lo dice uno studio

di Elena Cioppi - 27.11.2020 - Scrivici

sonno-neonato
Fonte: shutterstock
Sistema immunitario, lo studio sugli acari del letto dei bambini: benefici davvero utili, i loro? I microorganismi del letto li fanno ammalare di meno?

Pensavamo di conoscere tutte le regole del buon sonno per i bambini e anche quelle per rafforzare il loro sistema immunitario, ma l'Università di Copenaghen ha aperto un dibattito su una nuova questione: davvero cambiare con frequenza le lenzuola del letto dei bambini è così necessario? Secondo lo studio, oltre a garantirgli un sonno sereno, serve anche mantenere intatto l'ecosistema di microorganismi e acari della polvere all'interno dei loro lettini. Lo studio, che si chiama "Environmental shaping of the bacterial and fungal community in infant bed dust and correlations with the airway microbiota", parla infatti di acari del letto dei bambini: benefici veri oppure no? Secondo i ricercatori la risposta è positiva: il contatto diretto con tutto ciò che si può annidare tra cuscini e lenzuola allenerebbe infatti il sistema immunitario dei bambini, aiutandoli contro allergie e asma.

Acari del letto dei bambini: benefici reali oppure no?

I ricercatori che hanno portato avanti questa ricerca sulla correlazione tra acari del letto e sistema immunitario dei bambini hanno scoperto che il legame è, in particolar modo, tra i batteri dei due ambienti: quelli del letto e quelli del bambino stesso. La correlazione che hanno analizzato suggerisce che i microorganismi presenti tra le pieghe delle lenzuola possono ridurre il rischio di soffrire di asma, allergie e malattie autoimmuni quando saranno adulti. 

Lo studio, condotto dai ricercatori del dipartimento di Biologia all'interno dell'Asma Center di Copenaghen, ha coinvolto i lettini di 577 bambini. Al momento è uno degli studi più importanti sul tema, portato avanti in un centro in cui si curano le malattie respiratorie dei bambini e le loro allergie. Gli esperti hanno spiegato che esiste un vero e proprio legame tra batteri che si annidano, invisibili, nella biancheria del letto e quelli che invece vivono nell'organismo dei bambini. Anche se non si tratta della stessa famiglia di batteri, la ricerca è interessante perché conferma che questo tipo di organismo ha influenza sui suoi simili, anche con effetti positivi sulla salute. 

Ma quindi è necessario cambiare le lenzuola così spesso?

Visto i risultati di questo massiccio studio, è chiaro che la risposta, per questi ricercatori, è no: se il bambino convive con una schiera variegata di organismi tra cui rientrano anche i batteri, il suo sistema immunitario sarà più portato a combattere ad armi pari le minacce degli agenti esterni. Nei letti dei bambini passati al setaccio sono stati trovati 930 tipi diversi di batteri e funghi, tutti ben al riparo nella polvere che, spesso, si annida nella camera deputata al sonno. Nelle case di campagna, questa presenza si è quasi triplicata rispetto invece ai bambini che vivono in città.

E non solo: i ricercatori hanno trovato anche in fratelli maggiori (che portano malattie e batteri da ambienti diversi da quelli del bambino piccolo), animali domestici e vita all'aria aperta contribuiscono in modo massiccio ad alimentare il mondo di batteri in cui il piccolo si trova immerso. Microorganismi che non devono fare paura, ma che, a lungo termine, possono anche portare benefici alla sua salute.

Sulla questione degli animali domestici che proteggono i bimbi dalle allergie la scienza si è spesa molto e ci sono molte evidenze sulla correlazione tra amici a quattro zampe e salute del bambino. E non è tutto: anche lo sporco fa bene al loro sistema di protezione dagli agenti esterni.

Fonte dell'articolo: Danish Pediatric Asthma Center at Herlev and Gentofte Hospital, "Environmental shaping of the bacterial and fungal community in infant bed dust and correlations with the airway microbiota"

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli