Home Bambino Salute

Alopecia infantile: cos’è e come riconoscerla

di Francesca De Ruvo - 01.03.2022 - Scrivici

alopecia-infantile
Fonte: Shutterstock
L'alopecia infantile, cioè la perdita di capelli, è più comune di quanto si pensi e può essere causata da molteplici fattori

Una perdita di capelli eccessiva che può lasciare delle vere e proprie aree calve nella testa: parliamo dell'alopecia, un problema che non colpisce solo gli adulti, ma anche i bambini. Per molti genitori è motivo di preoccupazione, soprattutto per via dell'impatto emotivo che può avere sul bambino, ma fortunatamente nella maggior parte dei casi si tratta di una condizione temporanea, risolvibile seguendo uno specifico trattamento prescritto dallo specialista. Per trattare correttamente l'alopecia infantile, però, è necessario stabilire di che tipo di alopecia si tratta e la possibile causa.

In questo articolo

Cos’è l’alopecia infantile?

Il nome alopecia deriva dalla parola greca alōpex che significa volpe e rappresenta un peggioramento della qualità dei capelli e la loro graduale diradazione. Quando l'eccessiva perdita di capelli avviene sotto i 12 anni di età, parliamo di alopecia infantile.

Esistono diversi tipi di alopecia e le cause possono essere molteplici, ma cominciamo dalle basi e capiamo prima come funziona il ciclo vitale dei capelli.

Il ciclo di vita del capello

Forse non tutti sanno che il capello ha un suo ciclo vitale, composto da tre fasi principali:

  • anagen o fase di crescita del capello;
  • catagen o fase di involuzione, che dura circa tre settimane;
  • telogen o fase di riposo: quando il capello rimane attaccato ancora per qualche mese (2-3) e poi cade, dopodiché il bulbo rientra in fase anagen.

La caduta dei capelli nei bambini

Nei bambini di 3-4 mesi di vita capita di osservare una perdita di capelli. Niente paura: in questo caso la caduta dei capelli è assolutamente normale perché i capelli della nascita si sostituiscono con quelli nuovi, più forti. Un discorso diverso, invece, va fatto quando i bimbi, generalmente più grandicelli, mostrano una perdita dei capelli a chiazze, che possono anche estendersi a intere regioni del capo.

Sia negli adulti che nei bambini alcuni fattori possono incidere sulla caduta dei capelli, tra questi troviamo:

  • fattori genetici;
  • patologie: ipotiroidismo, lupus eritematoso, neoplasie infantili, tra le varie;
  • disturbi del metabolismo;
  • squilibrio nutrizionale: per esempio carenza di zinco o di ferro;
  • da trazione: ossia il ripetuto stress meccanico a cui sono sottoposti i capelli e i follicoli;
  • fattori emotivi: situazioni che generano ansia, come il divorzio dei genitori, il bullismo, ecc.

Fattori diversi possono portare a diversi tipi di alopecia.

I diversi tipi di alopecia

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Pediatric Health Care giusto qualche mese fa, le cause più comuni dell'alopecia infantile sono:

 

1. Alopecia areata

Tra le cause più comuni di alopecia infantile troviamo l'alopecia areata che colpisce circa il 2% della popolazione e che può interessare soggetti:

  • di entrambi i sessi;
  • di tutte le età;
  • di tutti i gruppi etnici.

L'alopecia areata si manifesta di solito all'improvviso con la comparsa di una o più chiazze prive di capelli e la sua causa non è stata ancora del tutto chiarita. Sembrerebbe una manifestazione multifattoriale, ma è principalmente su base autoimmune. Capita infatti che i follicoli piliferi vengano aggrediti dal sistema immunitario causando così la perdita dei capelli. I più recenti studi scientifici hanno osservato che esistono alcuni fattori predisponenti all'alopecia areata, tra cui:

  • atopia, cioè la predisposizione ereditaria a malattie allergiche;
  • la trisomia 21;
  • le malattie autoimmuni;
  • lo stress emotivo;
  • le infezioni;
  • la predisposizione familiare.

Inoltre, in alcuni casi questo tipo di alopecia può essere associato ad altre malattie autoimmuni come la tiroidite di Hashimoto, la celiachia, il diabete di tipo I e la vitiligine.

Il trattamento dell'alopecia areata dipende molto dall'estensione della malattia, dalla durata, dall'età del bimbo e anche dalla presenza di altre malattie associate. Purtroppo, nessuna terapia può garantire la guarigione e nemmeno la prevenzione delle ricadute.

Sebbene si tratti di situazioni rare, l'alopecia areata potrebbe progredire fino a causare la caduta totale dei capelli (alopecia areata totale) oppure la caduta totale dei capelli e dei peli (alopecia universale).

2. Telogen effluvio

Ricordate il ciclo di vita del capello che abbiamo visto poco sopra? In questa forma di alopecia, una causa sistemica, come una febbre molto alta, un intervento, una malattia infettiva oppure uno stress improvviso, induce il passaggio alla fase telogen un numero cospicuo di capelli che si trovano in fase anagen.

Tra le sei e le sedici settimane più tardi, i capelli cadono in maniera eccessiva, problematica che porta alla calvizie parziale o completa. La prognosi, però, è ottima perché terminato lo stress i capelli tornano a crescere senza necessità di terapie.

3. Alopecia occipitale

L'alopecia occipitale è una tipo di alopecia infantile che si verifica nei primi mesi di vita del bambino ed è dovuta all'errato sviluppo dei follicoli nel periodo fetale e neonatale. Se capita, non è necessario seguire alcun trattamento perché i capelli ricresceranno da soli.

4. Alopecia triangolare congenita

L'alopecia triangolare congenita è un tipo di alopecia infantile che inizia già nel grembo materno ed è caratterizzata dalla presenza di una zona calva, di forma triangolare, nella regione temporale del cuoio capelluto. Può essere presente solo su un lato della testa oppure su entrambi. Questa condizione è permanente.

5. Alopecia da trazione

Trecce, code troppo strette e acconciature elaborate possono provocare alopecia infantile. Ciò si deve alla continua trazione dei capelli in determinate aree. Attenzione: in alcuni casi potrebbe diventare irreversibile quindi meglio non legare troppo i capelli.

 

6. Tricotillomania

La tricotillomania è tra le cause più comuni di alopecia infantile. Si tratta dell'abitudine di tirarsi e torcersi i capelli che provoca delle vere e proprie chiazze irregolari di alopecia. I bambini spesso si tirano i capelli a causa di una forte ansia ed è per questo che l'assistenza psicologica è da prendere in considerazione. Una volta risolto il problema i capelli tornano a crescere.

 

7. Alopecia da tigna (tinea capitis)

Infezioni micotiche del cuoio capelluto come la tinea cpitis possono provocare la formazione di chiazze calve di dimensioni variabili, generalmente tonde o ovali. La causa è appunto un fungo che si diffonde attraverso il contatto diretto con un altro bambino, per esempio all'asilo, oppure condividendo la spazzola per capelli o un asciugamano.

Se il dermatologo conferma che si tratta di tigna della testa, allora prescriverà un antimicotico orale per circa otto settimane da abbinare a uno shampoo antifungo. Se il bimbo è molto piccolo, invece, si utilizzano unguenti o creme corticosteroidi da applicare nelle zone calve.

 

8. Calvizie dovute a trattamenti oncologici

I trattamenti oncologici provocano la perdita dei capelli e talvolta anche dei peli presenti sul viso (ciglia/sopracciglia). In questi casi si consiglia di non ricorrere ai medicinali e di attendere la fine del trattamento oncologico per recuperare i capelli.

 

9. Problemi endocrini

A causare una cospicua perdita di capelli nei bambini potrebbe essere anche l'ipotiroidismo. Si tratta di una condizione in cui la tiroide è poco attiva e produce una quantità insufficiente di ormoni tiroidei, necessari per il corretto funzionamento del metabolismo. In questo caso il trattamento si basa sulla somministrazione di farmaci.

10. Squilibrio nutrizionale

La perdita dei capelli potrebbe essere sintomi di carenze di determinate sostanze nutritive. L'alimentazione, infatti, è fondamentale per la corretta crescita dei bambini e anche per il benessere dei capelli. Carenze di proteine, vitamine e minerali può ripercuotersi sulla salute di tutto l'organismo, capelli compresi.

Cosa fare se il bambino perde molti capelli

Purtroppo, è difficile definire una strategia valida per tutti i tipi di alopecia infantile indicati perché non esiste una cura vera e propria per trattare questo problema. Se notate che vostro figlio perde una quantità eccessiva di capelli, rivolgetevi al pediatra che valuterà la situazione e vi indirizzerà verso uno o più specialisti come un tricologo, un dermatologo, uno psicologo o un endocrinologo. Una volta determinata la causa, il professionista deciderà le opzioni terapeutiche più adatte.

L'alopecia infantile, qualsiasi sia la causa, può avere un impatto emotivo molto importante per i bambini, quindi i genitori hanno il compito di ascoltare e capire l'eventuale disagio del proprio figlio.

Anche l'alimentazione gioca un ruolo importante: ricordate quindi di garantire al bambino una dieta molto varia ed equilibrata in cui non manchino mai alimenti come frutta, verdura e legumi: tutti ricchissimi di preziosi nutrienti.

Fonti utilizzate: Therapeutic management in paediatric alopecia areata: A systematic review, in Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, 2021; An approach to hair loss in pediatric primary care in Journal of Pediatric Health Care, 2021; materiale informativo del Sistema sanitario britannico;

Aggiornato il 26.02.2022

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli