Home Bambino Salute

Morbillo: 80% in più di casi nell’ultimo anno, allarme calo vaccini

di Elena Berti - 24.05.2022 - Scrivici

aumentano-casi-morbillo
Fonte: Shutterstock
Aumentano casi morbillo nel mondo: +80% di casi nei primi due mesi del 2022 e 4 milioni di vaccinazioni in meno, allarme Unicef e OMS

Aumentano casi morbillo

In Italia ormai molte vaccinazioni sono obbligatorie, in età pediatrica, per poter accedere alla scuola. Ma nonostante questo, i genitori che decidono di non vaccinare i figli crescono di anno in anno con un risultato preoccupante, e cioè l'innalzamento di contagi per malattie potenzialmente pericolose. Tra questi, aumentano casi morbillo dell'80%, una percentuale che fa preoccupare gli esperti.

In questo articolo

Aumentano casi morbillo: ben 17.000 contagi nei primi due mesi del 2022

I primi due mesi del 2021 avevano fatto registrare "soltanto" 9.500 casi di morbillo nel mondo. Nel 2022, sempre nei primi due mesi dell'anno, sono stati 17.000: un incremento dell'80% che non può passare inosservato, soprattutto perché riguarda una malattia potenzialmente mortale. È l'Unicef a consegnare questi dati, che si sommano a quelli dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che allerta sul numero in calo delle vaccinazioni

Una problematica che non riguarda soltanto i cosiddetti "no vax" ma che ha a che fare anche con l'andamento del mondo: molte vaccinazioni di routine sono state rimandate o interrotte a causa dei ripetuti lockdown e della lentezza dei servizi, ma anche le guerre (in Ucraina e altrove) hanno avuto conseguenze negative sulla profilassi. Senza contare poi le difficoltà e le disuguaglianze quando si parla di accesso ai vaccini: tutte queste situazioni hanno quindi indotto un calo notevole nel numero di vaccinati contro il morbillo (e non solo). Secondo l'OMS, sono oltre 23 milioni le persone che non si sono vaccinate contro il morbillo nel 2020, ben 4 milioni di più rispetto all'anno precedente. 

Numeri che preoccupano proprio perché si associano alla crescita esponenziale dei casi. 

Vaccinare è fondamentale

Molte volte, in particolare le persone che si dicono "contrarie ai vaccini", si sente dire "io ho preso il morbillo e sono ancora qui". In realtà, il morbillo è una malattia potenzialmente molto pericolosa che può avere come conseguenze addirittura la morte: tra le altre problematiche che può portare il morbillo ci sono perdita della vista, dell'udito, polmonite, meningite ed encefalite. Inoltre, il contagio ha un effetto negativo anche sulle difese immunitarie

E non bisogna pensare che non ci riguardi; nei paesi sviluppati, secondo le statistiche, i morti per morbillo sono 1 o 2 ogni 1000 contagiati. Nei paesi sottosviluppati, si arriva al 10% dei contagi. Vaccinare è l'unico modo per tutelarsi ed evitare qualsiasi conseguenza negativa, anche la meno grave (senza considerare che il morbillo in gravidanza può impattare anche sul feto, fino a indurre parto prematuro o addirittura aborto). 

A oggi, il vaccino morbillo-parotite-rosolia è obbligatorio in Italia, pena l'allontanamento da scuola. Si tratta di una vaccinazione che protegge totalmente dalla malattia, per questo è importante vaccinare i propri figli e non rimandare la vaccinazione, per proteggerli e proteggere il resto della popolazione. 

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli