Home Bambino Salute

I migliori centri per l’autismo, ecco dove trovarli

di Daniele Brunetti - 26.07.2016 - Scrivici

autismfatherson_thinkstockphotos-498697040_square.600
Fonte: Pinterest.com
In un disturbo come l'autismo, dopo la diagnosi, assume un ruolo fondamentale la terapia. Per questa ragione ci siamo fatti indicare dalla dottoressa Daniela Mariani Cerati, coordinatrice del Comitato Scientifico dell’Associazione nazionale genitori soggetti autistici, i migliori centri per il trattamento di questo disturbo in Italia.

Le prime difficoltà, la diagnosi e poi le sfide che aumentano con il susseguirsi dei giorni. La vita dei genitori con figli ai quali è stata diagnosticata la sindrome dello spettro autistico è un crescendo d problemi ai quali però, con l’aiuto giusto, si può porre rimedio, riuscendo a trovare un equilibrio. Nonostante sia ormai appurato a livello accademico che dall’autismo non si possa guarire è altrettanto dimostrata l’importanza della terapia, soprattutto se intrapresa in età precoce, per migliorare la socialità dei bambini e lo sviluppo della loro autonomia nella vita quotidiana.

La dottoressa Daniela Mariani Cerati, coordinatrice del Comitato Scientifico dell’Associazione nazionale genitori soggetti autistici (ANGSA) è convinta che “la terapia sia come un'orchestra nella quale ci siano agli archi e alle trombe genitori e insegnanti e sul podio del direttore d’orchestra uno specialista in grado di istruire gli strumentisti nel rendere terapeutiche le occasioni della vita quotidiana”. Per riuscirci è necessario affidarsi sin dall’insorgere dei primi dubbi ai migliori centri per il trattamento di questo disturbo.

“Subito dopo la diagnosi – spiega la dottoressa Mariani Cerati – è compito dei medici che l’hanno formulata indicare ai genitori quali risorse e quali strutture hanno a disposizione sul territorio”. Secondo la coordinatrice del Comitato Scientifico dell’Angsa “una strategia che oggi dovrebbero ben possedere i terapeuti dell'autismo è l'analisi applicata del comportamento (Applied Behaviour Analysis, da cui l'acronimo ABA), ma questa formazione in Italia è ancora poco diffusa”. Per questa ragione ci siamo fatti consigliare dalla dottoressa Mariani Cerati, per le tre macro aree italiane, Nord, Centro e Sud, quali e dove sono i migliori centri di diagnostica e di terapia dello sindrome dello spettro autistico. “Alcune di queste strutture non fanno parte del Servizio sanitario Nazionale per cui è necessaria una convenzione o un’assistenza indiretta. Quello che non dovrebbe essere diffuso è il pagamento diretto da parte delle famiglie. L'autismo – ha voluto concludere la dottoressa - è una condizione grave e duratura e la sua terapia dovrebbe essere interamente a carico del contribuente”.

Nord

  • Ambulatorio Autismo e disturbi pervasivi dello viluppo (Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile) presso l’ Ospedale Maggiore di Bologna. La responsabile della struttura è la dottoressa Paola Visconti.
  • Ambulatorio Autismo Ospedale S. Orsola Malpighi di Bologna di cui é responsabile la professoressa Antonia Parmeggiani
  • Centro Autismo e Disturbi dello Sviluppo dell'Asl di Rimini coordinato dalla dottoressa Serenella Grittani
  • Centro Autismo di Mondovì in Piemonte presso la Asl di Cuneo 1, Ospedale Regina Montis, di cui è responsabile il dottor Maurizio Arduino
  • Tra i progetti più interessanti la dottoressa segnale lo sportello per l’autismo dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza. “Ha una grande competenza e fa un lavoro di consulenza educativa/abilitativa alla scuola e alla famiglia notevole”. La responsabile è la dottoressa Claudia Munaro.

 

Centro

 

Centro

Sud e Isole

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli