Home Bambino Salute

Il BMI nei bambini e nei ragazzi

di Niccolò De Rosa - 27.01.2021 - Scrivici

bmi---indice-massa-corporea
Fonte: Shutterstock
Come si calcola l'Indice di Massa Corporea (BMI) nei bambini e nei ragazzi? E quali sono i parametri cui attenersi per una crescita salutare?

In questo articolo

Indice di massa corporea (BMI): cos'è?

Per tenere sotto controllo lo stato di salute di un individuo, uno dei parametri più utili è l'indice di massa corporea - la cui sigla, BMI, è l'acronimo della dicitura inglese Body Mass Index - il cui calcolo permette di capire se un soggeto si trova in una condizione di peso forma o meno.

Come si calcola il BMI?

L'indice di massa corporea è dato dal rapporto tra il peso effettivo e il peso ideale di un soggetto che presenta determinate caratteristiche fisiche. Per calcolarlo, dunque, basta dividere il peso corporeo (espresso in chilogrammi) per l'altezza (in metri) elevata al quadrato.

Il numero ottenuto è quindi il BMI e rappresenta un parametro corrispondenti ai depositi lipidici (quello che chiamiamo "grasso") dell'individuo analizzato. Dunque più alto è il BMI, maggiore sarà il grasso accumulato dal soggetto.

I valori del BMI

Per inquadrare il BMI, L'Organizzazione Mondiale della Sanità utilizza una tabella di riferimento entro cui inserire il dato ottenuto e controllare lo stato fisico corrispondente:

  • Inferiore a 16: grave magrezza
  • Inferiore a 18.5: sottopeso
  • Tra 18.5 e 25: peso forma
  • Tra 25 e 30: sovrappeso
  • Superiore a 30: adiposità (obesità classe 1)
  • Superiore a 35: obesità classe 2
  • Superiore 40: obesità classe 3

Va da sé dunque che il numero ideale per un BMI sarebbe quello che va da 18.5 a 25, ma sono numerose le varianti che possono influire sullo stato di salute "assoluto" di un soggetto.

VAI a: Calcolo del Peso Ideale e BMI

Il BMI nei bambini e nei ragazzi

La tabella sopracitata in teoria sarebbe universalmente valida, ma durante la fase di crescita i vari parametri sono molto variabili e legati al sesso e all'età di ciascun bambino o ragazzo. Per questo il modo migliore per tenere sotto controllo il peso di bimbi e adolescenti rimane quello di calcolare i percentili, ossia le unità di misura che aiutano a monitorare lo sviluppo fisico dei bambini.

Il calcolo dei percentili

Quello dei percenti è un calcolo statistico basato gruppi formati da 1000 bambini della stessa età, che poi vengono suddivisi a seconda del peso e della statura. A questo punto vengono inseriti in 100 sottogruppi ciascuno formato da 10 bambini. Ciascuno di questi sottogruppi è un centile e ogni centile è rappresentativo dell'uno per cento della popolazione infantile dell'età anagrafica presa in esame.

Nel primo centile dunque si trovano i bambini più minuti, mentre el centesimo quelli più alti e grossi. 

Per quanto riguarda il peso dunque, il range di riferimento è il seguente:

  • Inferiore al 5° Percentile: sottopeso
  • Dal 5° all'85° Percentile: normale
  • Dal 85° al 95° Percentile: A rischio di sovrappeso
  • Superiore al 95° percentile: sovrappeso

NB: trattandosi di calcoli statistici riferiti ad una popolazione, i parametri possono variare da Paese a Paese. In Italia, ad esempio, è largamente diffuso il riferimento alla tabella di Cacciari e colleghi, mentre a livello internazionale ci basa su valori leggermente differenti.

FONTI: NHS; OMS; CDC (Centre of Disease Control and Prevention)

Domande e risposte

Come si calcola il BMI? 

Il BMI si calcola dividendo il peso in chilogrammi per il quadrato dell'altezza espressa in metri.

Quanto deve pesare un bambino?

Il peso ideale di un bambino varia a seconda dell'età e del sesso. Per farsi un'idea precisa di ricorre al calcolo dei percentili

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli