Home Bambino Salute

Carie nei bambini: cos'è e come si previene

di Niccolò De Rosa - 31.03.2021 - Scrivici

carie-nei-bambini
Fonte: Shutterstock
Considerato un problema da poco, in realtà potrebbe compromettere la salute orale anche da adulti: ecco cos'è e come si previene la carie nei bambini

La carie nei bambini

In questo articolo

Cos'è una carie

La carie è condizione che colpisce i tessuti duri del dente, prima intaccandone la superficie esterna (lo smalto) per poi andare sempre più in profonditò, arrivando - se non trattata adeguatamente - ad intaccare lo strato intermedio (dentina) e infine la polpa, il tessuto molle che, tra le altre cose cinferisce sensibilità al dente.

Quali sono le cause della carie?

La carie può è essere causata da molti fattori. Il più frequente risiede nell'azione di comuni microbi presenti nel cavo orale che prosperano in determinate condizioni. Questi esserini infatti si aggregano - insieme alla saliva - in una patina superficiale, la placca, che aderisce al dente e cominca a "eroderlo". I microbi della placca quindi si nutrono degli zuccheri presenti nei residui di alimenti presenti tra i denti e tramite il loro metabolismo disgregano queste sostanze e producono un acido deminerlizzante che aggredisce lo smalto del dente e provoca il caratteristico buco da carie.

Si capisce dunque che la grande presenza di residui di cibo sui denti - indice di una scarsa igiene orale - è il primo fattore scatenante della carie, perché offre un ambiente perfetto per la proliferazione dei microbi. Tuttavia anche fattori congeniti come la strttuta dei denti o un basso livello di difese immuniatarie può esporre alcuni soggetti ad un maggiore rischio. In questi casi occorre rivolgersi ad un dentista.

Carie nei bambini: perché preoccuparsene

I bambini, un po' per le loro abitudini alimentari, un po' per la poca simpatia nei confronti dello spazzolino, sono particolarmente esposti al rischio carie, eppure spesso questo problema viene sottovalutato, in quanto si pensa che un dente da latte cariato sia una questione di poco conto, visto che si tratta comunque di un elemento provvisorio. Invece anche un dente da latte deve essere curato adeguatamente poiché, oltre a causare dolore e ostacolare la masticazione, la carie può compromettere la corretta "eruzione" dei denti permanenti, che rischiano di spuntare già deboli e facilmente attaccabili.

I sintomi della carie nei bambini

Un dente cariato lo si riconosce dal caratteristico "foro" che si viene a creare sul dente stesso. Questo però rappresenta solo l'ultimo stadio della patologia.

Inizialmente infatti il dente comincia ad acquistare opacità e ruvidezz, spesso cambiando anche colore. In questa fase ancora non si sente dolore, ma in poco tempo il bambino sviluppa un'elevata sensibilità dentinale e inizia a provare fastidio ogni volta che il dente viene a contatto con alimenti caldi o freddi (un gelato, una bibita fredda, un boccono bollente di carne) e talvolta anche con la semplice aria, se sufficientemente fredda.

Mano a mano che la carie si addentra nel dente, il dolore si fa sempre più acuto, fino allo sviluppo di infiammazioni che provocano gonfiore gengivale e fitte pulsanti e intense.

Come prevenire la carie

Iniziare a curare i denti fin da piccoli è fondamentale per mantenere una bocca sana e interiorizzare buone abitudini che i bimbi si porteranno dietro anche nella loro vita adulta. Anzi, la cura dei denti deve iniziare ancor prima che i dentini spuntino...

Ecco dunque qualche suggerimento per prevenire la carie.

  • Igiene orale: sarà banale, ma la prima cosa da fare è lavare bene i dentini dei bimbi e, allo stesso tempo, insegnare loro a farlo da soli, fin di primi anni di vita, magari trasformando il momento della pulizia dei denti in un gioco o in una canzone.
  • Niente miele sul ciuccio: questo trucco del passato per ammansire i bebè sembra innocuo ma non lo è. Anche se i denti non sono ancora spuntati, questa pratica rischia di farli nascere già cariati. Per lo stesso motivo è bene pulire la bocca del bimbo dopo ogni pasto o poppata.
  • Alimentazione: limitare il consumo di cibi e bevande molto zuccherate non solo favorisce la salute dell'organismo, ma riduce notevolmente anche il rischio di carie.
  • Controlli regolari: come molti adulti, anche i bambini spesso temono la visita dal dentista. Sottoporsi a controlli periodici e regolari però non solo permette di monitorare lo stato di salute dei denti, ma aiuta a famigliarizzare con una figura che non deve incutere alcun timore.

Come curare una carie

Se si sospetta una carie bisogna rivolgersi ad un dentista: sarà lui a trattare e a consigliare una terapia per la guarigione. Tuttavia per allieviare il dolore e favorire il ritorno di una condizione migliore è consigliato tenenere la bocca sempre pulita - facendo anche ricorso al filo interdentale - e in caso di fitte troppo acute, rivolgeri alpediatra per farsi prescrivere il giusto dosaggio di farmaci specifici.

FONTI: Medlineplus; Healthychildren.org

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli