Home Bambino Salute

Celiachia bambini: alimenti

di Penelope Greco - 16.05.2021 - Scrivici

celiachia
Fonte: Shutterstock
Il 16 maggio è la Giornata Mondiale della Celiachia, ma che cos'è e quali alimenti si possono mangiare? Ecco quello che sappiamo

Il 16 maggio si festeggia la Giornata Mondiale della Celiachia, una patologia infiammatoria cronica di tipo autoimmunitario che colpisce circa l'1% della popolazione, di cui il 70% è rappresentato da pazienti donne. Secondo l'Associazione Italia Celiachia sono 225.418 il numero dei pazienti effettivamente diagnosticati: circa 600.000 sono il totale dei pazienti celiaci attesi in Italia, mentre quasi 400.000 sono i pazienti che non sanno ancora di essere celiaci. La Celiachia è caratterizzata da un quadro clinico variabilissimo, che va dalla diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali, alla associazione con altre malattie autoimmuni. A differenza delle allergie al grano, la Celiachia e la Dermatite Erpetiforme non sono indotte dal contatto epidermico con il glutine, ma esclusivamente dalla sua ingestione. La Celiachia non trattata può portare a complicanze anche drammatiche, come il linfoma intestinale. La celiachia può essere identificata con assoluta sicurezza attraverso la ricerca sierologica di auto-anticorpi specifici e la biopsia della mucosa duodenale in corso di duodenoscopia. Gli accertamenti diagnostici per la celiachia devono necessariamente essere eseguiti in corso di dieta comprendente il glutine. La dieta senza glutine è l'unica terapia disponibile per celiachia e va eseguita con rigore per tutta la vita. 

In questo articolo

Celiachia: cereali vietati

  • Il frumento (Triticum): chiamato anche grano, riveste un ruolo fondamentale nella storia dell'alimentazione sin dall'epoca preistorica.
  • Segale: Cereale originario dell'Asia. L'Europa fornisce il 90% della produzione mondiale e ne esistono molte varietà. La segale oltre ad essere utilizzata soprattutto per il pane, viene usata per l'alimentazione animale.
  • Orzo: Oltre che a scopo alimentare, viene utilizzato anche per la produzione di alcolici o come foraggio negli allevamenti
  • Avena
  • Bulgur
  • cracked grano
  • couscous
  • farro
  • frik
  • Grano Verde Greco, chiamato anche Spelta
  • grano Khorasan
  • monococco
  • triticale
  • seitan
  • tabulè

Cereali consentiti

  • riso
  • mais
  • grando saraceno 
  • amaranto
  • miglio
  • quinoa
  • sorgo
  • teff
  • fonio
  • avena

Carne, pesce e uova

Permessi

Tutti i tipi di carne, pesce, molluschi e crostacei (freschi o congelati) non miscelati con altri ingredienti, pesce conservato al naturale, sott'olio, affumicato, privo di additivi, aromi e altre sostanze (a esclusione dei solfiti), uova (intere, tuorli o albumi) liquide pastorizzate prive di additivi, aromi e altre sostanze (non aromatizzate), prosciutto crudo, lardo di colonnata IGP e lardo d'Arnad DOP.

Vietati

Carne o pesce impanati (cotoletta, bastoncini, frittura di pesce, ecc.) o infarinati o miscelati con pangrattato (hamburger, polpette, ecc) o cucinati in sughi e salse addensate con farine vietate.

Latte, latticini, formaggi e derivati

Permessi

Latte fresco (pastorizzato), a lunga conservazione (UHT, sterilizzato) delattosato o ad alta digeribilità, non addizionato di vitamine, aromi o altre sostanze (ad eccezione di vitamine e/o minerali); latte per la prima infanzia (0-12 mesi); latte fermentato, probiotici (contenenti unicamente latte/yogurt, zucchero e fermenti lattici); formaggi freschi e stagionati; yogurt naturale (magro o intero); yogurt bianco cremoso senza aggiunta di addensanti, aromi o altre sostanze (contenenti unicamente yogurt, zucchero e fermenti lattici); yogurt greco (contenente unicamente latte, crema di latte e fermenti lattici) non addizionato di aromi o altre sostanze; panna fresca (pastorizzata) e a lunga conservazione (UHT) non miscelata con altri ingredienti, a esclusione di carragenina (E 407)

Vietati

Piatti pronti a base di formaggio impanati con farine vietate; yogurt al malto, ai cereali, ai biscotti; latte ai cereali, ai biscotti; bevande a base di avena 

 

Verdura e legumi

Permessi

 

Tutti i tipi di verdura (fresca, essiccata, congelata, surgelata, liofilizzata); Verdure, funghi conservati (in salamoia, sottaceto, sott'olio, sotto sale) se costituiti unicamente da verdure e/o funghi, acqua, sale, olio, aceto, zucchero, anidride carbonica, acido ascorbico, acido citrico; funghi freschi, secchi, surgelati; tutti i legumi (freschi, secchi e in scatola): carrube, ceci, cicerchia, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli, soia; preparati per minestrone (surgelati, freschi, secchi) costituiti unicamente da ortaggi

Vietati

Verdure (minestroni, zuppe, ecc.) con cereali vietati; verdure impanate, infarinate, in pastella con ingredienti vietati

 

Frutta

Permessi

Tutti i tipi di frutta (fresca e surgelata); yutti i tipi di frutta secca con e senza guscio (tostata, salata); frutta disidratata, essiccata non infarinata (datteri, fichi, prugne secche, uva sultanina, ecc.); frutta sciroppata; frullati, mousse e passate di frutta costituiti unicamente da frutta, zucchero, acido ascorbico (E300 o vitamina C) e acido citrico (E330)

Vietati

Frutta disidratata infarinata (fichi secchi, ecc.)   

Dolciumi

Permessi

Miele, zucchero (bianco e di canna); radice di liquirizia grezza; maltodestrine e sciroppi di glucosio, incluso il destrosio anche di derivazione da cereali vietati; fruttosio puro

Vietati

Cioccolato con cereali, torte, biscotti e dolci preparati con farine vietate e/o ingredienti non idonei

Fonti articolo: Fondazione Veronesi e Associazione Italiana Celiachia

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli