Home Bambino Salute

Celiachia bambini: alimenti

di Elena Berti - 14.04.2022 - Scrivici

celiachia
Fonte: Shutterstock
Il 16 maggio è la Giornata Mondiale della Celiachia, ma che cos'è e quali alimenti si possono mangiare? Ecco quello che sappiamo

In questo articolo

Il 16 maggio si festeggia la Giornata Mondiale della Celiachia, una patologia infiammatoria cronica di tipo autoimmunitario che colpisce circa l'1% della popolazione, di cui il 70% è rappresentato da pazienti donne.

Secondo l'Associazione Italia Celiachia sono 225.418 i pazienti effettivamente diagnosticati: circa 600.000 sono il totale dei pazienti celiaci attesi in Italia, di cui quasi 400.000 quelli che non sanno ancora di essere celiaci. La celiachia ha sintomi diversi a seconda di chi la sperimenta, ma è dovuta sempre allo stesso motivo: l'intolleranza al glutine. Consumare alimenti a base di glutine o anche solo contaminati può provocare malesseri diversi, come diarrea persistente, dolori molto forti al ventre, dimagrimento, stanchezza e altro.

Chi soffre di celiachia lo scopre, a parte per i sintomi, grazie alle analisi del sangue che la individuano e in alcuni casi attravero la biopsia della mucosa duodenale. I pazienti non curati possono anche avere conseguenze importanti, per esempio sviluppando un linfoma intestinale. 

Non esistono medicinali per curare la celiachia: l'unica cura è non consumare assolutamente cibi a base di glutine o contaminati dal glutine. In questo modo, chi soffre di celiachia può vivere una vita piena, senza alcun sintomo. Fortunatamente oggi in commercio esistono molti prodotti da forno senza glutine, ma è bene sapere quali siano gli alimenti che si possono consumare senza problemi.

Celiachia: cereali vietati

  • Il frumento (Triticum): chiamato anche grano, riveste un ruolo fondamentale nella storia dell'alimentazione sin dall'epoca preistorica.
  • Segale: Cereale originario dell'Asia. L'Europa fornisce il 90% della produzione mondiale e ne esistono molte varietà. La segale oltre ad essere utilizzata soprattutto per il pane, viene usata per l'alimentazione animale.
  • Orzo: Oltre che a scopo alimentare, viene utilizzato anche per la produzione di alcolici o come foraggio negli allevamenti
  • Avena
  • Bulgur
  • cracked grano
  • couscous
  • farro
  • frik
  • Grano Verde Greco, chiamato anche Spelta
  • grano Khorasan
  • monococco
  • triticale
  • seitan
  • tabulè

Cereali consentiti

  • riso
  • mais
  • grando saraceno 
  • amaranto
  • miglio
  • quinoa
  • sorgo
  • teff
  • fonio
  • avena

Carne, pesce e uova

Permessi

Tutti i tipi di carne, pesce, molluschi e crostacei (freschi o congelati) non miscelati con altri ingredienti, pesce conservato al naturale, sott'olio, affumicato, privo di additivi, aromi e altre sostanze (a esclusione dei solfiti), uova (intere, tuorli o albumi) liquide pastorizzate prive di additivi, aromi e altre sostanze (non aromatizzate), prosciutto crudo, lardo di colonnata IGP e lardo d'Arnad DOP.

Vietati

Carne o pesce impanati (cotoletta, bastoncini, frittura di pesce, ecc.) o infarinati o miscelati con pangrattato (hamburger, polpette, ecc) o cucinati in sughi e salse addensate con farine vietate.

Latte, latticini, formaggi e derivati

Permessi

Latte fresco (pastorizzato), a lunga conservazione (UHT, sterilizzato) delattosato o ad alta digeribilità, non addizionato di vitamine, aromi o altre sostanze (ad eccezione di vitamine e/o minerali); latte per la prima infanzia (0-12 mesi); latte fermentato, probiotici (contenenti unicamente latte/yogurt, zucchero e fermenti lattici); formaggi freschi e stagionati; yogurt naturale (magro o intero); yogurt bianco cremoso senza aggiunta di addensanti, aromi o altre sostanze (contenenti unicamente yogurt, zucchero e fermenti lattici); yogurt greco (contenente unicamente latte, crema di latte e fermenti lattici) non addizionato di aromi o altre sostanze; panna fresca (pastorizzata) e a lunga conservazione (UHT) non miscelata con altri ingredienti, a esclusione di carragenina (E 407)

Vietati

Piatti pronti a base di formaggio impanati con farine vietate; yogurt al malto, ai cereali, ai biscotti; latte ai cereali, ai biscotti; bevande a base di avena 

 

Verdura e legumi

Permessi

 

Tutti i tipi di verdura (fresca, essiccata, congelata, surgelata, liofilizzata); Verdure, funghi conservati (in salamoia, sottaceto, sott'olio, sotto sale) se costituiti unicamente da verdure e/o funghi, acqua, sale, olio, aceto, zucchero, anidride carbonica, acido ascorbico, acido citrico; funghi freschi, secchi, surgelati; tutti i legumi (freschi, secchi e in scatola): carrube, ceci, cicerchia, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli, soia; preparati per minestrone (surgelati, freschi, secchi) costituiti unicamente da ortaggi

Vietati

Verdure (minestroni, zuppe, ecc.) con cereali vietati; verdure impanate, infarinate, in pastella con ingredienti vietati

 

Frutta

Permessi

Tutti i tipi di frutta (fresca e surgelata); yutti i tipi di frutta secca con e senza guscio (tostata, salata); frutta disidratata, essiccata non infarinata (datteri, fichi, prugne secche, uva sultanina, ecc.); frutta sciroppata; frullati, mousse e passate di frutta costituiti unicamente da frutta, zucchero, acido ascorbico (E300 o vitamina C) e acido citrico (E330)

Vietati

Frutta disidratata infarinata (fichi secchi, ecc.

)   

Dolciumi

Permessi

Miele, zucchero (bianco e di canna); radice di liquirizia grezza; maltodestrine e sciroppi di glucosio, incluso il destrosio anche di derivazione da cereali vietati; fruttosio puro

Vietati

Cioccolato con cereali, torte, biscotti e dolci preparati con farine vietate e/o ingredienti non idonei

Fonti articolo: Fondazione Veronesi e Associazione Italiana Celiachia

Aggiornato il 16.05.2021

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli