Home Bambino Salute

Cinetosi e bambini: che cos'è e come prevenirla

di Sara Sirtori - 30.07.2020 - Scrivici

cinetosi
Fonte: Shutterstock
Per cinetosi si intende quella serie di disturbi che sopravvengono a seguito di spostamenti o viaggi su mezzi di trasporto quali navi, aerei, treni, automobili. Scopriamo quali sono le cause e le terapie per risolvere questo problema che colpisce soprattutto i bambini.

Cinetosi e bambini

La cinetosi o chinetosi o malattia del movimento è un disturbo piuttosto comune, che colpisce soprattutto tra i bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni. Inoltre, le donne ne sono particolarmente colpite in gravidanza. Non si tratta di una vera e propria malattia, ma il mal d'auto può essere fonte di svariati disturbi in chi ne soffre, rendendo il viaggio particolarmente sgradevole.

Vediamo insieme cos'è la cinetosi, quali sono le sue cause, come prevenirla e quali gli accorgimenti da seguire per evitarla.

In questo articolo

Cinetosi: cos'è

La cinetosi è comunemente chiamata mal d'auto, mal di mare, mal d'aria, mal di treno ecc. In sostanza, include dei fastidiosi disturbi che si manifestano quando si è su un mezzo di trasporto (automobile, nave, aereo, treno).

La cinetosi è provocata dall'invio al cervello di messaggi contrastanti da parte degli organi  coinvolti nell'equilibrio: orecchio interno, occhi, muscoli e articolazioni. In particolare, l'orecchio interno invia al cervello un segnale diverso rispetto a quello che perviene tramite gli occhi: questo genera confusione e di conseguenza malessere.

Cinetosi: le cause

Tra le cause della cinetosi vi è l'ipersensibilità del centro dell'equilibrio (labirinto/apparato vestibolare) situato nell'orecchio interno che, nelle persone predisposte, sollecita più del dovuto il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale).

Ciò avviene poiché quando si viaggia su mezzo di trasporto, il cervello riceve segnali dai diversi organi, ma in alcuni casi tali segnali possono essere contrastanti tra di loro.

Ad esempio, se si legge mentre si è in autobus, gli occhi sono focalizzati su un elemento, il testo del libro, del giornale, ecc, che risulta fermo. L'orecchio interno, invece, percepisce il movimento del mezzo di trasporto sul quale si trova e invia al cervello un messaggio diverso da quello comunicato dagli occhi. 

Cinetosi: i sintomi

I principali sintomi di cinetosi sono:

  • pallore
  • nausea
  • vomito
  • vertigini
  • sudorazione fredda
  • respirazione frequente (iperventilazione)
  • salivazione eccessiva (ipersalivazione)
  • stanchezza estrema (spossatezza)
  • sonnolenza

Alcuni di questi sintomi possono avvenire contemporaneamente. Normalmente, i disturbi cessano al termine del viaggio. 

Cinetosi: le terapie e prevenzione

In commercio esistono diversi farmaci per contrastare i disturbi causati dalla cinetosi. Nella maggior parte dei casi hanno un'azione lieve e non necessitano di prescrizione medica.

  • Tra quelli comunemente usati vi sono gli antistaminici da banco, ad esempio quelli contenenti dimenidrinato (sicuro per i bambini oltre i 2 anni) o la meclizina. Possono avere la forma di capsule molli oppure di gomme da masticare e vanno presi almeno 30-60 minuti prima di iniziare il viaggio. In caso di percorsi lunghi l'assunzione va ripetuta dopo 4-6 ore. Per i bambini, l'uso dei farmaci deve essere sempre consigliato e prescritto dal pediatra.
  • Metodi alternativi contro la cinetosi sono la digitopressione o l'uso di magneti, attraverso l'applicazione di appositi braccialetti, sembrano poter contribuire alla prevenzione della nausea, anche se non sono attualmente disponibili evidenze scientifiche sulla reale efficacia di questi sistemi. Comunque, non provocando effetti collaterali, possono essere utilizzati anche nei bambini.

Infine va ricordato che, per evitare o ridurre i fastidi causati dalla cinetosi, è sufficiente seguire alcuni accorgimenti ed evitare determinati comportamenti.

Cinetosi: accorgimenti da seguire

Ecco alcuni accorgimenti per ridurre i fastidi della cinetosi:

  • ridurre al minimo la sensazione di movimento
  • sedersi nella parte anteriore dell'automobile
  • posizionarsi nella area centrale della nave
  • scegliere i posti vicino alle ali in aereo
  • guardare dritto davanti a sé fissando un punto, come ad esempio l'orizzonte
  • respirare aria fresca, aprendo un finestrino o posizionandosi nella porzione esterna della nave, se possibile
  • chiudere gli occhi e respirare lentamente, concentrandosi sulla respirazione
  • distrarsi, parlando con altre persone o ascoltando musica
  • fare brevi soste, quando possibile, per prendere aria, bere acqua o fare una passeggiata
  • mangiare zenzero, per contribuire a ridurre la sensazione di nausea

Per chi ha bambini piccoli, si consiglia anche di:

  • partire la mattina presto, quando il bambino è ancora assonnato
  • guidare tranquillamente, con velocità moderata e costante
  • far mangiare un piccolo spuntino al bambino, con alimenti secchi come cracker o grissini, prima del viaggio e durante, se il viaggio è lungo
  • far bere solo acqua o tè a piccoli sorsi, evitare bevande gassate
  • distrarre il bambino con giochi o canzoncine
  • mantenere l'ambiente dell'auto fresco e ventilato (lasciando un po' aperto un finestrino o mediante l'aria condizionata)

Cinetosi: comportamenti da evitare

Infine, vi suggeriamo alcuni comportamenti da evitare in caso si soffra di cinetosi.

  • leggere, guardare film o utilizzare dispositivi elettronici (computer, tablet, smartphone)
  • guardare oggetti in movimento, come automobili, andamento delle onde o paesaggio che scorre
  • sedersi nei posti opposti alla direzione di avanzamento del veicolo
  • assumere cibi pesanti, piccanti o bevande alcoliche poco prima o durante il viaggio
  • inalare odori forti come benzina, profumi o aria viziata
  • fumare o stare vicino a persone che fumano
  • andare sulle giostre

Fonte per questo articolo:

ISSalute

Domande e risposte

Come intrattenere i bambini durante un viaggio in auto?

Ricordate di portare copertina, cuscinetto, e pupazzi prediletti o altri piccoli giochi a cui il bimbo è affezionato. Per i più piccoli, munitevi, dei classici giochini che si possono mettere in bocca... Aiutano sempre!

Come prevenire il mal d'auto nei bambini?

Ftegli fare un piccolo spuntino prima del viaggio. Se il viaggio è lungo, fategli fare spuntini frequenti, con crackers o grissini.

I braccialetti contro il mal d'auto funzionano?

Il meccanismo d'azione dei braccialetti contro il mal d'auto è basato sulla compressione del punto P6 della medicina cinese. Non presentando alcun effetto collaterale, i braccialetti possono essere presi in considerazione anche nei bambini più piccoli.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli