Home Bambino Salute

Come rendere la casa sicura per il bambino

di Luisa Perego - 29.06.2020 - Scrivici

sicurezzaincasa.600
Fonte: Di NadyaEugene / shutterstock
Bambini MAI da soli in giardino o durante bagnetto e pappa. Non solo. Ecco che cosa fare per rendere la propria casa a misura di bambino.

Come rendere la propria casa a misura di bambino? Bastano poche regole e accortezze per scongiurare diversi rischi.

Dal soffocamento all'annegamento, ecco sette consigli su come renderla più sicura e per prevenire eventuali incidenti domestici.

In più, come mettere in sicurezza le varie aree della casa.

1 - Quando mettiamo a letto il bimbo: non riempire la culla, addormentare il bimbo sul dorso e niente fumo in casa

Per scongiurare il rischio di soffocamento, ad esempio, meglio non riempire la culla di giocattoli, peluche, laccetti del ciuccio o di altri giochi. Sconsigliate anche catenine, braccialetti o ciondoli. Il bambino va fatto addormentare sul dorso e non sul ventre, in modo da consentirgli una respirazione corretta e il cuscino su cui poggia la testa non deve essere troppo grande e neppure soffice. Il lettino in cui dorme deve avere sponde alte almeno 75-80 cm, mentre le sbarre devono essere distanti tra loro non più di 8 cm per evitare che ci possa infilare la testa. Un'altra indicazione è quella di installare zanzariere alle finestre o quelle di protezione sulla culla e divieto di fumare in casa, ma soprattutto nella stanza in cui dormono i bambini.

2 - Giochi sicuri: atossici e omologati. Attenzione ai palloncini gonfiabili!

I giochi devono essere realizzati con materiali atossici e non infiammabili, rispettare le norme di sicurezza ed avere ottenuto l’omologazione europea. Attenzione in particolare ai palloncini gonfiabili in lattice: possono rompersi all’improvviso in piccoli pezzi ed essere inalati se in prossimità della bocca del bambino.

3 - Il momento del bagnetto: mai lasciarlo da solo e attenzione alla temperatura dell'acqua

Durante il bagnetto i rischi maggiori sono ustione, ma anche annegamento. Il 75% delle ustioni è provocata da acqua bollente o vapore.

Per prevenire bruciature si può verificare con un termometro o con il proprio gomito che la temperatura dell’acqua calda sia sempre sotto i 48 gradi.

Si possono prevenire rischi di annegamento evitando di lasciare soli i bambini in vasca. I più piccoli possono trovarsi in pericolo anche senza lanciare alcun segnale di allarme, all’improvviso (si perde conoscenza nel giro di due minuti) e in uno spazio di appena 5 cm d’acqua.

Per rendere il ‘rito’ del bagnetto sicuro, oltreché divertente, utilizzare tappetini antisdrucciolo a terra e protezioni antiurto sulle rubinetterie.

4 - In soggiorno: sì a paracolpi e paraspigoli

E’ lo spazio in cui di solito avviene maggiore condivisione tra genitori e figli, ma anche il posto in cui urtare uno spigolo oppure infrangere una cristalleria pregiata. Paracolpi e paraspigoli, in tal senso, consentiranno ai bambini di muoversi quasi come fossero in cameretta. Il momento dei cartoni animati è forse quello più atteso dai bambini.

Attenzione anche a quando si guarda la tv: meglio farlo alla giusta distanza (pari a 5 volte la diagonale dello schermo).

5 - I rischi in cucina: attenzione a fuoco, detersivi e oggetti appuntiti

Fuoco, detersivi e oggetti appuntiti sono pericoli che non consentono di lasciare il bambino da solo in questo ambiente. Soprattutto quando forno e fornelli sono accesi o nel momento della pappa. In quest’ultimo caso controllare la temperatura del latte o degli altri cibi a tavola e sorvegliare il bambino mentre mangia: potrebbe tirare via la tovaglia rovesciandosi addosso liquidi o alimenti caldi e corpi taglienti come ad esempio coltelli. Riporre tutto in armadietti chiusi.

6 - Ingestione di piccoli oggetti e prodotti per uso domestico

Mai lasciare alla portata dei bambini piccoli oggetti come monete, batterie e penne. Inoltre non lasciare incustodite sostanze tossiche, alcooliche o comunque nocive. Evitare di travasarle in contenitori non originali e che contengono sostanze di uso alimentare, ma anche in bottiglie o bottigliette anonime.

7 - In balcone e in giardino

Balconi, terrazzi e giardini sono luoghi per divertirsi, ma anche teatri di cadute o traumi fisici vari. Accanto alle ringhiere, anche ad altezze contenute, montare reti di protezione adeguate ed evitare di accostare sedie o mobiletti in loro prossimità: potrebbero fare da ‘effetto rampa’.

In giardino non lasciare mai da soli i bambini che giocano con altalene, scivoli e dondoli ed accertarsi che questi siano ben ancorati al terreno. Controllare che i piccoli non si avvicinino a piante o bacche velenose come ad esempio la stella di Natale (il suo lattice a contatto con le mucose provoca irritazioni) e l’oleandro (ingerirne anche solo una minima parte causa dolori addominali, diarrea e perfino aritmie cardiache).

Bambini e sicurezza in casa

Ecco altri consigli per rendere in generale la casa a misura di bambino.

In tutte le stanze

  • Osserva il tuo appartamento con gli occhi del bambino e dalla sua prospettiva. Piegati quindi sulle ginocchia e considera tutto quello che c'è di interessante da questa altezza: pulsanti da premere, sportelli e cassetti da aprire, cose da tirare giù, posti in cui arrampicarsi, oggetti da inghiottire…

  • Applica dei copripresa alle prese elettriche più accessibili al bimbo.

  • Puoi dotare le maniglie delle finestre di fermi di sicurezza.

  • Non dimenticare di mettere in sicurezza le porte-finestre: una volta fuori, il bambino vuole anche guardare oltre il davanzale e arrampicarvisi.

  • Assicura la ringhiera del balcone contro eventuali arrampicamenti tramite un'apposita rete.

  • Blocca l'accesso a scale ripide tramite cancelletti.

  • Se pericolose, rendi le scale antiscivolo con strisce di gomma o apposite guide adesive.

  • Fai attenzione: sui cavi liberi si può inciampare.

  • Molte piante da appartamento sono velenose, molte contengono linfe che provocano prurito. La cosa migliore è posizionarle in punti lontani dalla portata del bambino.

In cucina

  • Chi non può sempre permettersi di controllare a vista i bambini curiosi nella cucina può applicare una griglia protettiva ai fornelli. Ricordati di porre le pentole sui fuochi posteriori.

  • Trasferisci coltelli, forchette, forbici e candele dai cassetti più bassi agli scomparti più alti, insieme a detergenti, alcolici e aceto. Inoltre applica fermi di sicurezza.

  • I frigoriferi sono pieni di tentazioni. Ma durante la ricerca è facile tirarsi addosso qualcosa di pesante. Anche in questo caso puoi fissare lo sportello con un chiavistello adesivo.

  • Attenzione a quando utilizzi il forno.

  • Riponi gli apparecchi elettrici inutilizzati oppure arrotolane il cavo, in quanto possono indurre i bambini ad afferrarli e tirarseli addosso.

Nel bagno

  • Mettere al sicuro i detergenti per vasca e WC, ma anche altri prodotti per la pulizia, dietro a sportelli chiusi a chiave.

  • E naturalmente anche i medicinali. Conservarli in un armadietto bloccabile con chiave e ricorda di non lasciare la chiave infilata nella serratura, ma di riporla fuori dalla portata dei bambini.

  • Elettricità e acqua formano un'accoppiata potenzialmente letale. Gli apparecchi elettrici non devono mai entrare in contatto con l'acqua, né tantomeno cadervi dentro. Per questo motivo, dopo l'uso, devono essere staccati dalla corrente e riposti.

  • Tappetini antiscivolo nella vasca e nella doccia sono utili anche degli adulti.

Nella cameretta dei bambini

Anche la stanza meglio studiata in base alle esigenze del bimbo spesso presenta potenziali fonti di pericolo.

  • Nei lettini da neonati la distanza tra le sbarre delle sponde deve essere di soli 6-7,5 cm (in modo che il piccolo non possa infilarci in mezzo la testa).

  • I fasciatoi più sicuri hanno la sponda laterale (e comunque mai lasciare un neonato e un bambino solo anche per pochi secondi su un fasciatoio).

  • Nei tappeti privi di fissaggi è possibile inciampare o scivolare. Usa una rete antiscivolo.

  • I letti a castello non sono adatti per i bambini piccoli e anche i più grandi hanno bisogno di una sponda sufficientemente alta. In presenza di bambini piccoli è opportuno fissare la scaletta.

  • Protegge i bordi affilati del termosifone con un rivestimento.

Nel soggiorno

  • Gli scaffali invitano ad arrampicarsi: rimuovi quindi quelli più bassi e blocca i cassetti con ganci interni.

  • Chi impara a camminare cerca appigli: attenzione alle tovaglie!

  • Il peggior nemico del bambino: il tavolinetto da salotto, il cui piano si trova esattamente all'altezza della sua testolina. Contro angoli spigolosi in pietra o vetro esistono cappucci protettivi.

  • Gli alcolici sono un veleno per i bambini e devono essere tenuti sotto chiave oppure lontani dalla loro portata.

  • Non fumare in casa. Sul balcone, svuota sempre immediatamente i portacenere. Riponi accendino, fiammiferi e sigarette.

Ripostigli, cantine e sottotetti

Luce soffusa, odore di muffa, infiniti scatoloni, cartoni e bottiglie: scantinati o sottotetti rappresentano un vero e proprio paradiso per i piccoli esploratori. Qui vengono conservati chiodi arrugginiti, apparecchi elettrici guasti o residui di coloranti, tutte cose estremamente interessanti, ma purtroppo anche estremamente pericolose. Per questo i genitori devono assicurarsi che le porte di questi locali siano sempre ben chiuse. I bambini più grandicelli amano aiutare il papà o la mamma nei lavoretti di casa e in questo modo prima o poi scoprono anche la cantina.

Ecco alcuni consigli per ridurre al minimo i pericoli:

  • tutti i prodotti chimici, i coloranti, i solventi e i concimi devono essere ben chiusi; la cosa migliore è conservarli in un armadio con chiave.

  • anche gli utensili devono essere conservati in punti inaccessibili per i bambini.

  • l'illuminazione deve essere sufficiente.

  • escludi la possibilità di inciampare in qualcosa.

In giardino

Con l'arrivo dell'estate i bambini vogliono stare all'aperto. Fortunato quindi chi ha un giardino. Ma anche in questo spazio ben delimitato occorre prestare attenzione ai pericoli.

  • Arrampicamento sugli alberi: soprattutto i rami dei vecchi alberi da frutto sono a rischio rottura; tagliali quindi in modo che i bambini non possano arrampicarvisi. Meno pericolosi sono i robusti latifoglie, sui quali è possibile appoggiare una scala di corda o persino costruire una casetta.

  • I piccoli stagni da giardino sono molto belli e offrono un nuovo habitat a pesci, ranocchi e piante. Per i bambini, soprattutto quelli piccoli, possono però essere molto pericolosi. I bambini piccoli possono infatti annegare anche in pochi centimetri di acqua ferma. E' necessario quindi proteggere lo stagno con una recinzione, alta almeno un metro e impossibile da scalare.

  • Anche le botti di acqua piovana conservate nel giardino devono essere messe in sicurezza con un coperchio chiudibile.

  • Quando si acquistano strutture per arrampicamento, altalene o scivoli, assicurati della presenza del marchio CE (sicurezza verificata). Questi oggetti devono essere saldamente fissati al suolo: verifica questa condizione non soltanto al momento della loro installazione, ma anche in seguito, a intervalli regolari.

  • Elimina dal giardino piante con fiori, foglie e frutti velenosi.

  • Riponi gli utensili da giardino subito dopo l'uso e conservali in un luogo sicuro.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli