Home Bambino Salute

Quali sono le conseguenze del cambiamento climatico sulla salute dei bambini?

di Nostrofiglio Redazione - 15.02.2022 - Scrivici

crisi-climatica-e-salute-dei-bambini
Fonte: Shutterstock
Quali sono le conseguenze del cambiamento climatico sulla salute dei bambini? Diversi studi evidenziano quanto sia compromesso lo stato di salute dei bambini

Quali sono le conseguenze del cambiamento climatico sulla salute dei bambini?

Il cambiamento climatico è in forte aumento, così come i problemi di salute legati a neonati e bambini. E' questo quanto emerge da diversi studi pubblicati sulla rivista Pediatric and Perinatal Epidemiology: aumentano i casi di parti prematuri, di obesità e di malattie infettive.

Il cambiamento climatico è caratterizzato dall'aumento delle temperature medie e da eventi metereologici insoliti: variano le quantità e le modalità delle piogge, si innalzano i livelli degli oceani e si verificano inondazioni, si è soggetti ad ondate di calore e tutto questo ha un forte impatto sulla salute dell'uomo, con la diffusione di malnutrizione e di nuove malattie infettive

La crisi climatica sta danneggiando la salute dei bambini di tutto il mondo e minaccia conseguenze a lungo termine sulla loro vita, se niente cambierà.

Se ne è discusso all'Istituto superiore di Sanità in occasione di una tavola rotonda dedicata alla riflessione sul rapporto The Lancet Countdown on Health and Climate Change: secondo questo rapporto i neonati saranno sempre più soggetti e colpiti dalla malnutrizione.

In assenza di interventi si prevede che le temperature medie globali continueranno a salire, aggravando ulteriormente  la salute del'ambiente e dell'uomo. 

Quali sono dunque gli effetti del cambiamento climatico sulla salute di neonati e bambini?

La crisi climatica non riguarda solamente il tempo atmosferico. Essa porta con sé anche carenze di cibo e acqua, invivibilità dei luoghi e, di conseguenza, migrazioni forzate.

Greta Thumberg

 

Malattie pediatriche dovute al cambiamento climatico

Il rapporto dell'UNICEF "The Climate Crisis Is a Child Rights Crisis" analizza gli effetti degli impatti ambientali con focus sulla salute dei bambini.

Circa un miliardo di bambini, sul totale di 2,2miliardi del mondo, è a rischio "estremamente elevato" . L' OMS stima che più dell'88% delle malattie legate al cambiamento climatico ricada sui bambini minori di 5 anni sia nei paesi sviluppati che nei paesi in via di sviluppo. In sostanza, 1 morto su 5 è un bambino sotto i 5 anni. Le infezioni alle basse vie respiratorie, la diarrea costituiscono più del 50% della cause di morte dei bambini. 

Dalla pubblicazione Cambiamento climatico globale e salute dei bambini: rischi e strategie preventive di un gruppo di studio sulle patologie correlate all'inquinamento ambientale dell'Associazione Culturale Pediatri (ACP) emerge che la malnutrizione rappresenta la più larga proporzione della morbilità e mortalità e l'esposizione a numerose sostanze inquinanti è associata ad un aumento della patologia asmatica. Inoltre l'impatto sulla salute dei bambini dovuto all'incremento di eventi climatici estremi è legato a malattie acute, malattie mentali croniche, problemi relativi a cibo non sicuro e acqua contaminata.

Ma la salute dei bambini è compromessa sin dalla presenza nel grembo materno. Ecco quali sono i rischi per i neonati:

Rischio di nascite premature

L'iinnalzamento della temperatura, l'esposizione a calore estremo, gli uragani e il fumo di incendi possono aumentare il rischio di parto pretermine, con la conseguenza di maggiori ricoveri ospedalieri per neonati. 

Uno studio ha analizzato 1 milione di gravidanze in Australia tra 2005 e 2014 e il 3% delle donne ha partorito prematuramente. nel 5% dei casi, le neo mamme vivevano in località più calde e avevano il 16% di probabilità di un parto pretermine.

Rischio di obesità

Uno studio israeliano su 200mila neonati ha dimostrato un 5% di probabilità di aumento di peso nel primo anno di vita per l'esposizione alle alte temperature notturne, sopratutto le notti tropicali, quando la temperatura non scende sotto i 20°C.

Rischio di gastroschisi

Uno studio americano sostiene che il rischio di gastroschisi, (un difetto di formazione della parete addominale in cui l'intestino e talvolta altri organi sporgono dal corpo) aumenta del 28% se la mamma è stata esposta ai fumi degli incendi durante il primo trimestre di gravidanza.

Come intervenire

Per mitigare l'effetto dei cambiamenti climatici, i governi e le imprese devono collaborare per affrontare le cause profonde riducendo le emissioni di gas serra in linea con l'accordo di Parigi sul clima.

Secondo l'Unicef è indispensabile: 

  • fornire ai bambini una formazione sul clima e competenze verdi, fondamentali per il loro adattamento e preparazione agli effetti del cambiamento climatico;
  • aumentare gli investimenti per l'adattamento climatico e la resilienza nei servizi chiave per i bambini;
  • migliorare l'accesso dei bambini ai servizi essenziali, come l'acqua e i servizi igienici e l'istruzione;
  • ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 45% (rispetto ai livelli del 2010) entro il 2030 per mantenere il riscaldamento a non più di 1,5°C;
  • assicurarsi che la ripresa economica dopo la pandemia da COVID-19 sia green, a basse emissioni di carbonio e inclusiva;
  • includere i giovani in tutti i negoziati e le decisioni nazionali, regionali e internazionali sul clima, come in occasione della COP26.

«L'UNICEF esorta i governi e le imprese ad ascoltare i bambini e a dare priorità alle azioni che li proteggono dagli impatti, accelerando al contempo il lavoro per ridurre drasticamente le emissioni di gas serra»  

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli