Home Bambino Salute

Febbre del Nilo e bambini: cos'è, sintomi e come riconoscerla

di Luisa Perego - 04.08.2022 - Scrivici

zanzara-culex-pipiens
Fonte: shutterstock
Febbre del Nilo e bambini: dopo il raddoppio dei casi in Italia tra gli adulti, vediamo che cosa è, che cosa comporta nei bambini e come riconoscerla

Febbre del Nilo e bambini: che cos'è

La Febbre del Nilo o meglio, la Febbre da virus del Nilo occidentale (WNV - West Nile Virus) è una malattia emergente trasmessa dalla puntura di zanzara (per lo più genere Culex pipiens) e causata da un virus appartenente alla famiglia dei Flaviviridae, genere Flavivirus. Il serbatoio principale è rappresentato da uccelli selvatici. Vediamo che cosa comporta la Febbre del Nilo nei bambini e come riconoscerla.

I casi in Italia della Febbre del Nilo del bollettino dell'Iss

Quanti casi in Italia di Febbre del Nilo? Secondo il bollettino dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) pubblicato il 2 agosto 2022, dall'inizio di giugno sono stati segnalati in Italia 94 casi confermati nell'uomo di Febbre del Nilo. Nel bollettino prima erano 42. Ciò significa che in una settimana sono stati segnalati 52 casi.

I morti notificati tra i casi confermati sono 7 (5 in Veneto, 1 in Piemonte e 1 in Emilia-Romagna). 

Il primo caso umano della stagione è stato segnalato dal Veneto nel mese di giugno nella provincia di Padova.

Non vengono riportati casi tra bambini. Ci sono 2 segnalazioni in Veneto nella fascia d'età 15-44 anni.

In questo articolo

Sintomi: come riconoscerla

Sintomi

L'incubazione della malattia varia da 2 a 14 giorni. Le infezioni da West Nile Virus nel 70% dei casi non hanno sintomi.  

L'incubazione varia da 2 a 14 giorni.

I sintomi più comuni di Febbre del Nilo nei bambini sono:

  • febbre
  • mal di testa
  • eruzione cutanea (tipicamente maculopapulare, con pelle arrossata con piccole lesioni in rilievo su petto, schiena e braccia)
  • sintomi gastrointestinali
  • dolore ai muscoli
  • linfonodi ingrossati

Nel 67% dei casi si manifesta come una forma lieve.

Nell'1% delle infezioni si verificano forme che coinvolgono il sistema nervoso centrale (encefalite o meningite). La meningite è più frequente tra i bambini e solitamente associata a esiti clinici più  favorevoli.  I bambini immunocompromessi sembrano essere a più alto rischio di sviluppare la malattia grave.

Nei bambini, i sintomi di meningite causata da Febbre del Nilo o encefalite causata da Febbre del Nilo sono:

  • mal di testa
  • febbre alta
  • rigidità nucale
  • disorientamento
  • coma
  • tremori
  • convulsioni
  • paralisi
  • debolezza muscolare

Come riconoscere la Febbre del Nilo

Il pediatra parlando con la famiglia e con la visita valuterà caso per caso se si potrebbe trattare di Febbre del Nilo. La diagnosi  viene  confermata attraverso un test di laboratorio su siero e su liquor per la ricerca di anticorpi IgM diretti contro il West Nile Virus.  

Cura

Non esiste al momento una cura specifica per la Febbre del Nilo.

La terapia è diretta ai sintomi, attraverso, per esempio, la somministrazioni di antipiretici o antidolorifici. Nei casi più gravi la letteratura suggerisce la possibile efficacia del trattamento con immunoglobuline specifiche anti-West Nile Virus.

Prevenzione e vaccini

La prevenzione consiste nell'evitare la puntura di zanzara attraverso repellenti o barriere fisiche (vestiti, zanzariere).

Non esiste un vaccino per la Febbre del Nilo. Una volta guariti dalla Febbre del Nilo, l'immunità dura a vita.   

Fonti per questo articolo:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli