Home Bambino Salute

Febbre senza sintomi nei bambini

di Simona Regina - 04.03.2024 - Scrivici

a-che-temperatura-si-ha-la-febbre
Fonte: Shutterstock
Febbre senza sintomi. Che fare? Perché l'aumento della temperatura è un meccanismo di difesa utile all'organismo?

In questo articolo

La febbre è un evento comune nell'infanzia: è un sintomo comune a tante malattie ed è per lo più dovuta a infezioni virali o infezioni batteriche non complicate. Anche se a volte può non essere facile determinare la causa della febbre.

Da sapere: la febbre è anzitutto il sintomo di una malattia e non una malattia.

La febbre

"È caldo, mio figlio ha la febbre!". Come si legge sul sito della Società Italiana di Pediatria, per febbre si intende un aumento della temperatura corporea superiore a 38° C.

Da sapere: la temperatura corporea non è mai uguale durante la giornata: generalmente è più alta alla sera rispetto al mattino. Ed è meglio misurare la temperatura a riposo, in un ambiente fresco: infatti la temperatura corporea aumenta in alcune condizioni, come per esempio dopo aver mangiato e dopo aver praticato sport.

Febbre: che fare?

Per abbassare la febbre si può ricorrere ai farmaci antipiretici ma la raccomandazione è di usarli solo quando alla febbre si associa un quadro di malessere generale. Meglio consultare il/la pediatra. Tenendo presente che la febbre è una reazione normale dell'organismo per difendersi dai microbi. La temperatura si alza per combattere gli "invasori". Il nostro corpo infatti mette in atto, nei confronti di virus e batteri, svariati meccanismi di difesa tra cui la febbre. In altre parole, l'aumento della temperatura è un meccanismo di difesa utile per l'organismo perché rende più efficace la risposta del sistema immunitario e riduce la capacità di virus e batteri di moltiplicarsi.

Non bisogna costringere il bambino o la bambina a letto se si sente in forze e non manifesta malessere. Infatti ci sono bambini che anche con febbre a 39°C sono reattivi, giocano e altri che con temperature inferiori possono essere sofferenti.

È importante - quando un bambino ha la febbre - farlo bere a sufficienza: l'aumento della temperatura e il sudore diminuiscono la quantità di liquidi, che devono essere integrati.

Nella prima infanzia bambini e bambine con febbre senza sintomi che suggeriscano un disturbo specifico, ma con aspetto malato e temperatura di almeno 39 °C devono essere valutati da un medico.

Da sapere: non ha alcun senso somministrare antibiotici di propria iniziativa. Gli antibiotici vanno prescritti dal pediatra, dopo la visita e una volta iniziata la terapia vanno rispettate le dosi e i tempi di cura.

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli