Home Bambino Salute

Cos’è la formica di fuoco e quali sono i rischi per i bambini

di Viola Stellati - 14.09.2023 - Scrivici

formica-di-fuoco
Fonte: Shutterstock
Anche in Italia è arrivata la formica di fuoco, una specie di insetto particolarmente invasiva e dalle punture molto dolorose

In questo articolo

Formica di fuoco

In Italia è allarme formica di fuoco, ovvero una delle specie più invasive che esista al mondo. Dopo aver conquistato gran parte del pianeta, questo particolare tipo di insetto è sbarcato anche in Italia dove sono stati individuati ben 88 nidi, tutti situati in Sicilia, vicino Siracusa. No, non è una buona notizia anche perché è il primo avvistamento ufficiale per l'Europa. Scopriamo insieme di cosa si tratta e quali eventuali rischi corrono i bambini.

Che cosa si intende per formica di fuoco

Il nome scientifico della formica di fuoco è Solenopsis invicta e per le sue caratteristiche viene anche chiamata anche formica guerriera. Come è possibile leggere nell'articolo pubblicato dalla rivista Current Biology che ha lanciato questo allarme, tale insetto corrisponde a una delle peggiori specie aliene invasive conosciute ed è anche la quinta più dannosa a livello mondiale.

Il motivo di tutto ciò è riscontrabile nel fatto che ha un impatto di certo non positivo su ecosistemi, agricoltura e salute umana.

In questo momento in Sicilia sarebbe presente una popolazione di formiche di fuoco in un'area di 4,7 ettari. Stando sempre a quanto si legge sull'articolo, la formica vivrebbe in questa zona già dal 2019, ovvero da quando si sono registrate le prime punture. Per questo motivo non è purtroppo da escludere che l'area invasa potrebbe essere e diventare maggiore: può diffondersi in maniera molto rapida.

Che danni può provocare

Mattia Menchetti, colui che ha guidato lo studio, ha dichiarato all'ANSA che i danni principali che può provocare la formica di fuoco agli esseri umani riguardano le apparecchiature elettriche, di comunicazione, e l'agricoltura.

Notevole è anche l'impatto che la formica guerriera può avere sugli ecosistemi naturali, come la diminuzione della diversità di invertebrati e piccoli vertebrati, così come possono "avere un impatto anche su animali giovani, deboli, o malati". E sulla salute?

I rischi per i bambini

I rischi che comporta per i bambini la formica di fuoco sono gli stessi che corrono gli adulti.

Questo insetto deve il suo soprannome alle sue punture che sono estremamente dolorose e che che in alcuni casi riescono a scatenare anche a gravi reazioni allergiche.

Il dato preoccupante è che, secondo lo studio che vi abbiamo citato sopra, circa il 7% del continente europeo e il 50% delle città d'Europa ha condizioni adatte alla diffusione della formica di fuoco, soprattutto a causa del cambiamento climatico.

In particolare sembrerebbero il loro habitat ideale le grandi città costiere che sono centri nevralgici per il commercio e molto interconnesse tra loro. Tale condizione potrebbe perciò portare a una diffusione ancora più ampia e veloce della formica di fuoco.

Cosa possiamo fare

Secondo Menchetti, i tentativi che mirano a fermare l'invasione della formica di fuoco sono già in corso. Sarebbe già in programma, infatti, l'eradicazione e il monitoraggio di questa particolare specie di insetto da parte della Regione Sicilia.

Il team di ricerca dello studio che ha fatto scattare l'allarme ha anche dato la sua disponibilità nel ruolo di consulente scientifico.

Tuttavia, possiamo fare qualcosa anche noi cittadini in quanto abbiamo l'opportunità di segnalare l'eventuale presenza della formica di fuoco in determinate aree. In sostanza, anche noi possiamo fornire aiuti preziosi sia attraverso i canali ufficiali, che tramite piattaforme di Citizen Science.

Cosa sono le piattaforme di Citizen Science

Come riporta il sito del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per Citizen Science si intende "la scienza che si realizza con il contributo del cittadino". Le varie piattaforme esistenti mettono a disposizione informazioni e risorse, facilitando così la scelta delle attività a cui ognuno di noi può e vuole partecipare. Alcuni esempi sono:

  • Eu-citizen.science;
  • Adventure Scientists;
  • SciStarter;
  • CSI: Citizen Science Italia.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli