Home Bambino Salute

I benefici dell'estate per i bambini

di Penelope Greco - 17.06.2021 - Scrivici

benefici-estate
Fonte: Shutterstock
Sole, caldo e finalmente le tanto sospirate vacanze. La scuola è finita! Ma quali sono i benefici dell'estate per i bambini?

Sole, relax, buonumore: i vantaggi dell'estate coinvolgono corpo e spirito. Il sole aiuta nella regolazione del sonno, fa bene all'umore e dà una mano in alcune malattie della pelle. Il sole favorisce anche l'equilibrio dei neurotrasmettitori implicati nei meccanismi che regolano il sonno e il tono dell'umore. Non solo: aiuta in caso di dermatita atopica e di altre malattie della pelle come la psoriasi. Sembra infine (ma mancano ancora prove del tutto certe e definitive) che l'esposizione al sole solleciti la produzione di particolari sostanze (citochine) che, attraverso un'azione sulla vitamina D, potrebbe proteggere da alcuni tipi di tumore.

In questo articolo

I benefici dell'estate

Eccone alcuni effetti positivi elencati da Claudio Cricelli, presidente della Simg (Società Italiana di Medicina Generale).

  • Pelle: l'esposizione al sole, purché si utilizzi la giusta protezione, produce innegabili benefici alla pelle, soprattutto a chi soffre di alcuni disturbi, come la psoriasi. Ma attenzione a non scottarvi al sole: eritemi e macchie solari sono dietro l'angolo, e il rischio di melanoma aumenta.
  • Vacanze e mente: i benefici delle vacanze che si concentrano in questi mesi sono innumerevoli, soprattutto se si pensa alla mente. Utile prendersi una pausa dallo Stress quotidiano.
  • Vita all'aperto: con le belle giornate aumentano le probabilità di vivere all'aperto e muoversi di più, con innegabili benefici per corpo e mente.
  • Luce del sole: la luce del sole sintetizza la vitamina D che protegge le ossa, rafforza il Sistema immunitario, inoltre agisce sul sistema nervoso centrale e ha ottimi effetti sull'umore.
  • Alimentazione: innegabile che in estate si mangi meglio, più leggero. In estate le verdure e la frutta sono dolci, golose e invitanti e apportano una gran quantità di Vitamine, sali minerali, antiossidanti e acqua.
  • benefici del viaggio: in questi mesi moltissimi italiani organizzano un viaggio. Un'esperienza importante che ci permette di esprimere 'al meglio la nostra curiosità di conoscenza' e offre uno stimolante relax mentale.
  • Famiglia: in estate c'è più tempo da trascorrere con amici e familiari, per socializzare e migliorare la qualità delle proprie relazioni sociali e personali.

Qualche precauzione

L'esposizione alla luce solare nelle ore meno calde della giornata è la prima regola della corretta "abbronzatura". La cute deve essere comunque protetta utilizzando creme con filtri solari. Un'attenzione particolare deve essere prestata ai bambini più piccoli o con la pelle molto chiara che, più facilmente degli altri, possono andare incontro a eritemi cutanei.

Prese le precauzioni per un'esposizione senza rischi, il sole è un buon alleato dei bambini: è attraverso i raggi solari (in particolare le radiazioni ultraviolette), infatti, che la pelle produce la vitamina D, indispensabile per il deposito del calcio nelle ossa e per conferire loro solidità e resistenza. 

Consigli generali 

  • Mantenere freschi i locali dove soggiorna il bambino, aerare soltanto al mattino presto e di notte; durante il giorno oscurare le finestre esposte al sole. 
  • Vestire i bambini in modo molto leggero, lasciando ampie superfici cutanee scoperte. 
  • Controllare regolarmente la temperatura corporea di lattanti e bambini piccoli; se necessario rinfrescare delicatamente il loro corpo con una doccia tiepida o panni umidi.
  • Fare bere acqua, non fredda, in piccole quantità, lentamente e molte volte al giorno. 
  • Preferire l'acqua ad altre bevande, specialmente se gassate.
  • In caso di febbre il fabbisogno di acqua deve essere ancora più rilevante
  • Evitare di fare uscire i bambini all'aperto nelle ore più calde della giornata, ossia dalle 11.00 alle 18.00; applicare sempre prodotti solari ad alta protezione sulle parti scoperte del corpo e proteggere il capo con un cappellino. 
  • Nelle piscine aperte o in spiaggia proteggere i bambini dal calore e dalle radiazioni solari (vestiti, copricapo, crema solare); evitare l'esposizione diretta dei bambini al sole dalle ore 9.00 alle 18.00. I bambini sotto i sei mesi di vita non devono essere mai esposti al sole diretto. È bene sapere che, anche sotto l'ombrellone, non si è protetti dal caldo, né dai raggi solari. 
  • Evitare che i bambini più grandi svolgano attività fisica all'aperto durante le ore più calde. 
  • Fare bere il bambino prima e durante l'attività fisica, anche quando gioca, per compensare le perdite di liquidi dovute alla sudorazione. 
  • Evitare di lasciare bambini incustoditi in luoghi chiusi poco protetti dal caldo e dall'esposizione ai raggi solari, es. in tende da campeggio o in macchina, specialmente durante le ore calde della giornata. Attenzione: l'ipertermia, in un bambino lasciato in macchina, può verificarsi anche nelle giornate fresche, con temperature intorno ai 22°C. Questo perché l'abitacolo della macchina può surriscaldarsi fino a superare i 40°C, anche se i valori di temperatura esterna non risultano elevati.
  • Preparare cibi freschi e leggeri, ricchi di acqua (frutta e verdura fresca). 
  • Fare molta attenzione alla corretta preparazione e conservazione dei cibi. Le temperature elevate favoriscono la contaminazione degli alimenti e aumentano il rischio di gastroenteriti e intossicazioni alimentari. 
  • Si consiglia di lavare bene frutta e verdure e tutti i cibi che si consumano crudi, facendo attenzione che non vengano a contatto con altri alimenti o con piani di lavoro sporchi, per evitare il rischio di contaminazione crociata.
  • Lavarsi le mani prima di procedere alla preparazione dei cibi.
  • Evitare di lasciare insalate condite, cibi deperibili (es. latte, latticini, dolci a base di crema, carne, pesce etc.) e cibi cotti o precotti, a temperatura ambiente; vanno conservati in frigorifero.

Fonti articolo: Salute.gov Consigli per lattanti e bambini piccoli, Ospedale Bambino Gesù

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli