Home Bambino Salute

Indice di massa corporea

di Sara De Giorgi - 14.05.2021 - Scrivici

bmi-e-percentili-bambini
Fonte: Shutterstock
È importante conoscere il proprio indice di massa corporea ai fini di una valutazione dei rischi per la salute legati al peso. Ecco, dunque, cos'è l'indice di massa corporea, qual è la formula, qual è il BMI perfetto per adulti e bambini.

È molto utile conoscere il proprio indice di massa corporea o IMC (Body Mass Index, BMI): si tratta di una modalità valida per valutare il proprio peso corporeo. In particolare, attraverso una formula che adopera il peso e l'altezza è possibile conoscere questo parametro fondamentale ai fini di una stima del proprio stato di salute fisica. 

Cerchiamo di capire specificamente cos'è l'indice di massa corporea, qual è la formula, perché occorre rispettare il corretto fabbisogno calorico e qual è il BMI perfetto per adulti e piccini.

In questo articolo

Indice di massa corporea, cos'è

Avere un peso sano significa che si possiede la giusta quantità di grasso in relazione alla propria massa corporea. Il peso sano permette di sentirsi energici, riduce i rischi per la salute, aiuta a prevenire l'invecchiamento precoce e rende migliore la qualità della vita.

Attraverso la bilancia è possibile conoscere il peso totale, inclusi ossa, muscoli e liquidi. Ma non rivela quanto grasso si sta trasportando. Il modo più accurato per saperlo è effettuare un'analisi professionale del grasso corporeo utilizzando un metodo di stima affidabile: ciò può essere costoso e difficile.

Uno strumento più semplice è la misurazione dell'indice di massa corporea (BMI). Si tratta di una formula matematica che tiene conto sia del peso che dell'altezza. Sebbene l'IMC (o BMI) non distingua precisamente tra grasso e muscolo, riflette più da vicino le misure del grasso corporeo rispetto al peso corporeo totale.

L'IMC fornisce alla maggior parte delle persone dati generici - ma abbastanza accurati - dei rischi per la salute in relazione al peso.

BMI, formula

In passato era adoperata una formula semplice per calcolare il proprio peso forma, la cosiddetta formula di Broca: sottraendo 100 all'altezza espressa in centimetri si otteneva il peso forma in chilogrammi.

Ad oggi, per calcolare il peso forma, o eventualmente sottopeso o sovrappeso, si utilizza l'indice di massa corporea.

L'indice di massa corporea è dato dal rapporto tra il peso effettivo e il peso ideale di un soggetto con determinate caratteristiche fisiche. Per calcolarlo, dunque, basta dividere il peso corporeo (espresso in chilogrammi) per l'altezza (in metri) elevata al quadrato.

Il numero ottenuto è il BMI e rappresenta un parametro corrispondenti ai depositi lipidici (quello che chiamiamo "grasso") dell'individuo analizzato. Dunque più alto è il BMI, maggiore sarà il grasso accumulato dal soggetto.

Calcolate il vostro indice di massa corporea usando il TOOL di Nostrofiglio, inserendo peso e altezza.

BMI e fabbisogno calorico

Il fabbisogno calorico quotidiano corrisponde alla quantità di alimenti che ogni giorno deve essere ingerita per mantenere il peso forma stabile. È altresì identificabile come l'apporto di energie quotidiano - mediante calorie che provengono dagli alimenti - necessario a compensare il dispendio energetico giornaliero. 

Se vi interessa capire quali sono le calorie quotidiane consigliate in base al vostro sesso, all'età e al livello di attività, potrebbe essere utile la tabella di seguito. Si ricorda che tale tabella deve essere adoperata solo come punto di riferimento generale, perché ogni persona è diversa dal punto di vista metabolico. Per ulteriori indicazioni è meglio rivolgersi al proprio medico. Gli intervalli di calorie suggeriti sono stati generati utilizzando il calcolo del fabbisogno energetico stimato dell'Istitute of Medicine.

In particolare, la tabella sottostante riporta il limite calorico giornaliero e basa su età, livello di attività e BMI di 21,5 per le donne e 22,5 per gli uomini.

Se si intende perdere peso o aumentare di peso, il suggerimento è sempre quello di essere pazienti e di lavorare con un dietologo per trovare il piano giusto personalizzato.

Per una perdita di peso efficace e duratura, gli esperti consigliano di scegliere cibi a basso contenuto calorico ma ricchi di proteine, vitamine, minerali, fibre e altri nutrienti.

Donne (stile di vita sedentario)

  • età 19-30:   1800-2000 kcal
  • età 31-50:     1800 kcal
  • età 51+:        1600 kcal

Donne (stile di vita con attività moderata)

  • 19-30:  2000-2200 kcal
  • 31-50:      2000 kcal   
  • 51+:        1800 kcal

Uomini (stile di vita sedentario)

  • età 19-30:  2400-2600 kcal
  • età 31-50:  2200-2400 kcal
  • età 51+:    2000-2200 kcal

Uomini (stile di vita con attività moderata)

  • età 19-30:  2600-2800 kcal
  • età 31-50:  2400-2600 kcal
  • età 51+:    2200-2400 kcal

Indice di massa corporea, quando è perfetto nei bambini

Come si calcola il BMI

Con lo scopo di individuare il BMI degli adulti, l'Organizzazione Mondiale della Sanità utilizza una tabella di riferimento entro cui inserire il dato ottenuto, controllando così lo stato fisico corrispondente:

  • Inferiore a 16: grave magrezza
  • Inferiore a 18.5: sottopeso
  • Tra 18.5 e 25: peso forma
  • Tra 25 e 30: sovrappeso
  • Superiore a 30: adiposità (obesità classe 1)
  • Superiore a 35: obesità classe 2
  • Superiore 40: obesità classe 3.

Il numero ideale per un BMI sarebbe quello che va da 18.5 a 25, ma sono numerose le varianti che possono influire sullo stato di salute "assoluto" di un soggetto.

Il BMI nei bambini

Per quanto riguarda i bambini, il discorso è leggermente diverso. Infatti, durante la fase di crescita i vari parametri sono molto variabili e legati al sesso e all'età di ciascun bambino. Dunque, il modo migliore per tenere sotto controllo il peso dei più piccoli è quello di calcolare i percentili.

I diagrammi percentili sono l'unità di misura che si utilizza per stabilire come procede la crescita del bambino in peso e in altezza. Sono realizzati prendendo come termine di paragone gruppi formati da 1000 bambini della stessa età.

I bambini vengono suddivisi a seconda del peso e della statura, dopodiché vengono inseriti in 100 sottogruppi ciascuno formato da 10 bambini. Ciascuno di questi sottogruppi è un centile e ogni centile è rappresentativo dell'uno per cento della popolazione infantile dell'età anagrafica presa in esame.

Nei primi centili dunque si trovano i bambini più minuti, mentre verso il centesimo quelli più alti e grossi. Per quanto riguarda il peso, il range di riferimento è il seguente:

  • Inferiore al 5° Percentile: sottopeso
  • Dal 5° all'85° Percentile: normale
  • Dal 85° al 95° Percentile: a rischio di sovrappeso
  • Superiore al 95° percentile: sovrappeso

La maggior parte della popolazione infantile è posizionata tra il 25° e il 75° percentile. I bambini al 50mo centile sono i bambini di dimensioni medie. Si potrebbe dire, dunque, che il loro BMI è perfetto.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli