Home Bambino Salute

Influenza intestinale 2024 nei bambini

di Viola Stellati - 08.01.2024 - Scrivici

influenza-intestinale-2023
Fonte: Shutterstock
L'influenza intestinale 2024 sta affliggendo tantissimi italiani: cause, sintomi, trasmissione e come curare adulti e bambini

In questo articolo

Influenza intestinale 2024

Influenza stagionale, COVID e influenza intestinale: il 2024 si apre per milioni di persone con malanni di varia natura. Oggi ci focalizziamo sull'influenza intestinale 2024, particolarmente contagiosa in quanto di ceppo australiano e perché, soprattutto in bambini e anziani, può portare a conseguenze anche gravi. Scopriamo insieme i sintomi, la cura ed eventuali rimedi.

Influenza intestinale 2024: cause e trasmissione

L'influenza intestinale 2024 è una vera e propria gastroenterite virale che, è più frequentemente provocata da virus come rotavirus, astrovirus, norovirus e adenovirus enterici.

E' altamente contagiosa in quanto i virus che scatenano l'influenza intestinale vengono trasmessi quando particelle microscopiche, spinte fuori tramite feci e vomito, raggiungono la bocca o altre mucose.

In poche parole basta uno stretto contatto con un paziente infetto e/o con superfici di oggetti contaminati. Allo stesso tempo può trasmettersi con il consumo di cibo infetto (come quando chi lo prepara non si lava le mani prima di cucinare).

Influenza intestinale 2024 nei bambini

A generare maggiormente l'influenza intestinale 2024 nei bambini è il rotavirus, che può anche attaccare gli adulti che sono a contatto con i più piccoli. Focolai che possono nascere anche in case di cura, scuole e asili.

Come dice il nome stesso, è un virus dalla forma circolare la cui infezione è però abbastanza rara al di sotto dei 6 mesi, probabilmente per merito della protezione degli anticorpi materni trasmessi per via placentare e/o contenute nel latte materno.

I sintomi della gastroenterite di quest’anno

L'influenza intestinale 2024 porta ad avere:

  • diarrea acquosa;
  • nausea e/o vomito;
  • crampi addominali,
  • sensazione di malessere.

Ma non è finita qui perché chi ne è colpito può manifestare anche:

  • mal di testa;
  • febbre;
  • brividi;
  • sudorazione eccessiva;
  • rigidità e dolore muscolare;
  • incontinenza fecale;
  • mancanza di appetito;
  • perdita di peso.

In casi molto rari, infine, può comparire anche vomito con sangue.

A livello generale i sintomi vengono a galla a distanza di 1-2 giorni dal momento dell'infezione, per poi protrarsi per un periodo che va da 1 a 10 giorni.

Il tutto dipende dal virus che ne è responsabile.

I sintomi dell'influenza intestinale 2024 nei bambini

Come dicevamo in precedenza, i rotavirus sono la principale causa di gastroenterite tra i neonati e bambini piccoli, ma non mancano i norovirus.

Per loro i sintomi normalmente compaiono da 1 a 3 giorni dopo l'esposizione e riguardano soprattutto:

  • vomito;
  • diarrea acquosa;
  • febbre;
  • dolori addominali;
  • senso di malessere.

Prevenzione

Come ridurre la possibilità di contrarre l'influenza intestinale?

  • lavando spesso le mani,
  • con la disinfezione delle superfici contaminate,
  • lavando subito i vestiti sporcati

Evitare cibo o acqua che potrebbero essere contaminati.

Gastroenterite da rotavirus

Per la gastroenterite da rotavirus è presente il vaccino

Si tratta di un vaccino per uso esclusivamente pediatrico costituito da virus vivi, modificati in modo tale da non provocare la malattia. Si assume per bocca e può essere somministrato insieme alle altre vaccinazioni.

In Italia questa vaccinazione non è inserita tra le dieci obbligatorie per legge ma è caldamente raccomandata dal Ministero della salute. Il calendario delle vaccinazioni prevede la vaccinazione completa a cominciare dalla sesta settimana di vita da concludere entro la 24esima (vaccino a due dosi) o la 32esima (vaccino a tre dosi).

Quando andare dal pediatra

Quando chiamare il pediatra se il bambino ha l'influenza intestinale?

  • quando ha meno di 2 anni e ha la febbre per più di un giorno, 
  • quando ha più di due anni e ha la febbre per più di tre giorni,
  • è stranamente sonnolento,
  • vomita sangue,
  • ha dissenteria sanguinolenta,
  • mostra segnali di disidratazione (occhi infossati, pianto senza lacrime, pannolino asciutto per troppe ore, fontanella infossata, secchezza nella bocca).

Come curare l'influenza intestinale 2024

Sfortunatamente, non vi è la possibilità di sottoporsi a un trattamento specifico contro l'influenza intestinale. Ciò vuol dire che la cura migliore è aspettare che faccia il suo corso.

Inoltre, nella maggior parte dei casi non è necessario rivolgersi al medico poiché si recupera senza complicazioni.

Tuttavia, bambini e anziani devono stare particolarmente attenti a un'eventuale disidratazione, per questo è più opportuno mangiare carboidrati complessi come patate, riso, pasta, pane, carni bianche e pesce.

Da evitare sono i prodotti integrali, alimenti difficili da digerire, piatti grassi, troppo conditi e le verdure fintanto che persiste la diarrea, soprattutto quelle crude

Vi ricordiamo, infine, che pur essendo una malattia autolimitante soprattutto nei bambini più piccoli è di grande importanza prestare attenzione all'eventuale comparsa dei sintomi tipici della disidratazione poiché il loro corpo non possiede abbastanza liquidi per mantenere il giusto equilibrio di sali minerali nell'organismo.

I segni a cui stare attenti negli adulti sono:

  • sete eccessiva;
  • pochissima produzione di urina;
  • pipì di colore scuro;
  • pelle secca;
  • letargia;
  • capogiro o svenimento.

Nei neonati e nei bambini è importante essere certi che non compaiano:

  • secchezza della bocca e della lingua;
  • pianti senza lacrime;
  • pannolini asciutti dopo diverse ore;
  • febbre alta;
  • comportamento insolitamente irritabile;
  • eccessiva sonnolenza;
  • occhi infossati.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

Revisionato da Francesca Capriati

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli