Home Bambino Salute

La sesta malattia nei bambini

di Lorenza Laudi - 01.06.2020 - Scrivici

sesta-malattia
Fonte: shutterstock
La sesta malattia o esantema critico colpisce i bambini piccoli ed è caratterizzata da febbre molto alta che sparisce dopo alcuni giorni, quando compare l'esantema. Di norma la malattia non è ripetibile.

La sesta malattia

La sesta malattia è una malattia infettiva che di solito si manifesta nei bambini tra i 6 mesi e i 2 anni di età, di lieve entità e breve durata, e generalmente priva di complicazioni significative.

Secondo una delle ultime classificazioni proposte, pubblicata sulla rivista Future Microbiology nel 2016, i classici esantemi dell'infanzia sono sei:

  1. scarlattina (batterica),
  2. morbillo,
  3. rosolia,
  4. varicella,
  5. megaloeritema o eritema infettivo (la cosiddetta quinta malattia)
  6. esantema critico (la sesta malattia).

A queste sei malattie classiche se ne può aggiungere anche un'altra, che è la sindrome mani-piedi-bocca, anch'essa di origine virale.


In questo articolo, impariamo a riconoscere i sintomi e come si cura la sesta malattia.

In questo articolo

Che cos'è la sesta malattia

E' una malattia esantematica di origine virale che colpisce i bambini piccoli, solitamente tra i 6 mesi ed i 2 anni. Ricorre spesso in primavera e autunno e nel 90% dei casi colpisce bambini con meno di due anni.

Viene chiamata anche esantema critico perché si manifesta dopo la rapida comparsa di febbre o exantema subitum. Subitum in latino significa rapido, infatti l'esantema cambia rapidamente.

Altri nomi per la quale è conosciuta:

  • roseola,
  • roseola infantum,
  • esantema critico,
  • esantema subitum
  • o febbre dei tre giorni.

E' di origine virale quindi non viene curata con antibiotici. Non esiste un vaccino per la sesta malattia.

Da che cosa è causata

La sesta malattia è causata dall'herpes virus umano 6 (human herpes virus 6, HHV-6) o, meno di frequente, dall'HHV-7.

Come si trasmette

La sesta malattia si trasmette tramite contatto con muco o saliva di chi è infetto oppure per via aerea, con droplets emesse con tosse, starnuti o solo parlando.

E' più contagiosa durante la fase febbrile. 

Il modo migliore per prevenirla e lavare bene le mani al bambino.

Il periodo di incubazione della sesta malattia

L'incubazione dura dagli 8 ai 14 giorni e in genere la malattia non è ripetibile.

Sintomi della sesta malattia

I sintomi

  • febbre alta (anche fino a 40°C)
  • mal di gola
  • tosse
  • naso che cola
  • inappetenza
  • diarrea
  • esantema roseo e piatto (a febbre sparita)

In molti casi la malattia è asintomatica. Nei casi in cui si manifestano sintomi, questi sono caratterizzati da una fase iniziale con febbre alta, che può durare anche quattro o cinque giorni per poi scomparire improvvisamente.

Possono esserci anche mal di gola, tosse, naso che cola, inappetenza e diarrea. Dopo qualche giorno compare, a febbre sparita, compare un esantema roseo e piatto, simile a quello del morbillo.

Le macchie (dai 2 a 5 mm) sbiadiscono diventando bianche quando vengono toccate, ed i singoli punti possono avere un leggero "alone" intorno. L'eruzione cutanea si diffonde soprattutto su collo, viso, braccia e gambe.

Quanto dura

L'esantema dura da poche ore a 1-2 giorni e spesso non provoca prurito.

Attenzione a non confonderla con altre malattie che provocano esantemi come:

Risposte alle domande più comuni dei genitori

Gli adulti possono prendere la sesta malattia dai bambini?

Raramente gli adulti possono venire infettati. E' possibile, ma raro.

Devo mettere qualche crema sull'esantema del bambino?

No, l'esantema guarirà da solo.

Come si cura la sesta malattia

La sesta malattia non necessita di una terapia specifica. Il pediatra può prescrivere antifebbrili.

Il bambino malato va comunque tenuto a riposo, e sempre ben idratato.

Quando sentire il proprio medico

Ecco le condizioni in cui sarebbe il caso di sentire il proprio medico curante

  • è letargico 
  • non beve
  • non ha miglioramenti nella febbre dopo 48 ore
  • ha convulsioni che durano più di cinque minuti

Perché si chiama sesta malattia?

Prima che dei progressi in microbiologia, le malattie esantematiche erano ritenute essere sei (ecco perché sesta malattia).

I classici esantemi dell'infanzia sono:

Fonti per questo articolo:

Materiale informativo del National Health Service

NCBI, Roseola Infantum (Exanthema Subitum, Sixth Disease), Tessa B. Mullins; Karthik Krishnamurthy.

The Royal children hospital, Melbourne

Domande e risposte

Come si manifesta la sesta malattia?

Dopo un periodo di 8 - 14 giorni d'incubazione del virus, i sintomi della sesta malattia esordiscono con febbre alta, che talvolta sfiora i 41°C, accompagnata da mal di gola, raffreddore, congiuntivite, vomito, fenomeni catarrali, diarrea, nausea, modulazione dell'umore, irritabilità ed ingrossamento della faringe.

Come si prende la sesta malattia?

La sesta malattia non è particolarmente contagiosa e si diffonde attraverso le gocce di liquido provenienti dal naso e dalla gola delle persone infette. Queste gocce sono espulse quando la persona infetta parla, ride, starnutisce o tossisce.

Si può uscire con la sesta malattia?

Meglio tenere il bambino malato a riposo e sempre ben idratato.

Leggi articoli su

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli