Home Bambino Salute

Malattie sessualmente trasmissibili più frequenti tra gli adolescenti

di Francesca Capriati - 19.05.2022 - Scrivici

malattie-sessualmente-trasmissibili-piu-frequenti-tra-gli-adolescenti
Fonte: shutterstock
Malattie sessualmente trasmissibili più frequenti tra gli adolescenti: dopo quanto si manifestano e quali sono le MST più comuni tra i teenager. Quanto ne sanno

Malattie sessualmente trasmissibili più frequenti tra gli adolescenti

Secondo il sistema di sorveglianza dell'Istituto Superiore di Sanità, ogni anno si registrano circa nuovi 4 mila casi di malattie sessualmente trasmesse e l'allarme degli esperti riguarda soprattutto la fascia di età più bassa: i teenager. Ma quali sono le malattie sessualmente trasmissibili più frequenti tra gli adolescenti? Come si manifestano e come prevenirle.

In questo articolo

Quali sono le malattie sessualmente trasmesse

  • Clamidia: può colpire sia uomini che donne e si può manifestare con una anomala secrezione genitale e bruciore durante la minzione. Nelle donne, la clamidia non trattata può portare alla malattia infiammatoria pelvica (PID) e anche ad un maggiore rischio di gravidanza ectopica e di infertilità. Per questo è importante diagnosticare tempestivamente la clamidia e iniziare subito un trattamento appropriato. Come si cura? Con gli antibiotici.
  • Gonorrea: anche la gonorrea può non provocare sintomi o manifestarsi con minzione dolorosa, perdite vaginali, mal di gola o movimenti intestinali. Importante la diagnosi precoce per curarla con gli antibiotici perché le sue complicanze, soprattutto per le donne, sono: malattia infiammatoria pelvica (PID), gravidanza tubarica e l'infertilità.
  • HPV: L'HPV è una delle malattie sessualmente trasmissibili più comuni. Molti tipi di papilloma virus non causano sintomi quindi una persona potrebbe non sapere di essere infetta. In altri casi possono comparire dei condilomi e delle verruche a livello genitale. Nella maggior parte dei casi, il virus scompare e non causa più problemi di salute. Ma se il virus resta, le cellule normali possono cambiare e diventare anormali. Per questo l'infezione da papilloma virus può portare ad un cancro della cervice che può essere diagnosticato dal Pap test. Abbiamo a disposizione un vaccino contro l'HPV che è destinato ai giovanissimi, sia maschi che femmine e che è raccomandato e sicuro a partire dai 12 anni, quindi prima che si inizi ad avere una vita sessuale.

E ancora:

Dopo quanto si manifestano

Molte di queste malattie sessualmente trasmissibili non mostrano sintomi per molto tempo. Anche senza sintomi, possono comunque essere dannose e trasmesse durante il rapporto sessuale.

Ad ogni modo non tutte le malattie si manifestano con tempi e sintomi uguali. Se l'HIV e il Papilloma virus non si manifestano subito dopo il contagio, altre malattie - come la sifilide o la gonorrea - possono manifestare dei sintomi anche in breve tempo perché i tempi di incubazione sono più ristretti.

Malattie sessualmente trasmissibili più comuni

I giovani corrono un rischio maggiore di contrarre malattie sessualmente trasmissibili per diversi motivi:

  • Il corpo delle giovani donne è biologicamente più vulnerabile alle MST
  • i giovani spesso non si sottopongo ai test e agli screening raccomandati
  • gli adolescenti hanno una naturale reticenza a parlare della loro vita sessuale e di eventuali rapporti a rischio con il medico
  • alcuni giovani hanno rapporti occasionali con più partner.

Ma quali sono in Italia le infezioni sessuali più diffuse?

Le infezioni e patologie trasmesse sessualmente sono circa trenta. Tra le più comuni ci sono:

  • clamidia,
  • gonorrea,
  • sifilide,
  • condilomi anogenitali,
  • herpes genitale.

L'incidenza di queste malattie è in continuo e inarrestabile aumento e interessa soprattutto le donne e i giovani tra i 15 e i 24 anni.

Cosa fare

E' importantissimo rendere consapevoli ed informati gli adolescenti circa le varie malattie sessualmente trasmesse e come proteggersi:

  • uso di contraccettivi di barriera, come il preservativo, che proteggono sia da una gravidanza indesiderata che dalle MST;
  • esami e screening utili, come il Pap Test e le vaccinazioni;
  • rivolgersi con fiducia sia al genitore che al medico se dovessero presentarsi sintomi strani, come bruciore alla minzione o anomale perdite vaginali.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli