Home Bambino Salute

Microbiota orale: cos’è e perché è così importante?

di Francesca De Ruvo - 01.09.2021 - Scrivici

microbiota-orale
Fonte: Shutterstock
Il microbiota orale agisce come una sentinella nei confronti di virus e batteri che potrebbero raggiungere le vie aeree e causare un'infezione

In questo articolo

Le infezioni respiratorie sono un problema assai comune nei bambini, soprattutto durante i primi anni di vita. È facile quindi che mentre vanno all'asilo i bimbi siano ammalati una settimana sì e una no! La causa è da imputare essenzialmente a una incompleta maturazione del loro sistema immunitario, ma la suscettibilità alle infezioni è legata anche alla composizione del microbiota e cioè dell'insieme di batteri che popolano l'organismo.

Il microbiota orale, in particolare, ha un ruolo davvero importante nella prevenzione delle infezioni delle vie aeree perché rappresenta la prima linea di difesa contro virus e batteri. Scopriamo qualcosa in più sul microbiota orale e su come mantenerlo in perfetto equilibrio.

Microbiota orale: la salute inizia in bocca

Il microbiota orale è l'insieme di tutti i microrganismi (soprattutto batteri) che vivono nel cavo orale e ha una funzione importantissima per la salute di bambini e adulti. Il microbiota orale, infatti, è il primo punto di contatto con tutto ciò che ingeriamo e respiriamo. Il suo ruolo è un po' come quello di una sentinella che deve difendere il corpo dall'attacco di virus e batteri patogeni che tentano di raggiungere le vie respiratorie e che possono causare un'infezione.

Il microbiota orale, però, riesce a difendere il nostro corpo solo quando è in equilibrio, e cioè quando i batteri buoni sono di più di quelli cattivi.

Cosa succede se il microbiota non è in equilibrio?

Se il microbiota orale non è in equilibrio, vuol dire i batteri presenti sono per lo più cattivi e simo quindi di fronte a una disbiosi orale. La conseguenza è che la "linea di difesa" che dovrebbe proteggere grandi e piccini dall'attacco di virus e batteri risulta indebolita.

Se virus e batteri "cattivi" possono muoversi più liberamente, aumenta il rischio di infiammazioni e infezioni della faringe, delle tonsille e della laringe. Ma non solo!

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Oral Science, i batteri patogeni presenti nel cavo orale possono provocare anche:

Inoltre, il microbiota orale influenza anche il microbiota di distretti vicini come ad esempio quello polmonare, e può coinvolgere le orecchie provocando un'otite media, un'infezione molto comune nei bambini.

La cosa positiva è che il microbiota orale si può modificare e lo si può aiutare a restare in una condizione di equilibrio.

Microbiota orale: come prendersene cura

Abbiamo capito che, sia per gli adulti che per i bambini, avere un microbiota orale sano e bene bilanciato è fondamentale per prevenire l'insorgenza di patologie del cavo oro-faringeo.

Diversi studi hanno dimostrato che un microbiota orale in equilibrio è costituito prevalentemente da Streptococcus salivarius, una famiglia di batteri "buoni" che compete con altre specie patogene. Se gli Streptoccocus salivarius sono in minoranza, il loro posto viene preso da varie specie patogene, come Streptococcus pyogens o Streptococcus pneumoniae, che colonizzano il cavo orale e che sono responsabili delle infezioni delle vie respiratorie.

Ma cosa fare allora per "proteggere" il microbiota orale?

La prima regola per prendersi cura del microbiota orale è adottare uno stile di vita sano, seguendo un'alimentazione varia e ricca di verdura, frutta, legumi e cibi integrali! Meglio evitare, invece, almeno per quanto possibile, cibi carichi di zucchero che facilitano l'accumulo della placca batterica e influenzano il pH de cavo orale.

Un altro buon modo per mantenere in equilibrio il microbiota del cavo orale consiste nell'assumere integratori a base di probiotici.

Domande e risposte

Cosa sono i probiotici?

Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, un probiotico è "un microrganismo somministrato vivo, con le capacità di migliorare la salute dell'uomo attraverso interazioni con l'ospite, se assunto in quantità adeguate". Si tratta quindi di microrganismi che vivono con noi e che interagiscono con il nostro organismo, producendo sostanze molto importanti per le nostre difese immunitarie.

Probiotici e microbiota orale: i benefici per i bimbi

I probiotici hanno numerosi benefici sulla salute di tutto il corpo e possono rivelarsi di grande aiuto anche per tutti quei bambini che passano l'autunno e l'inverno sempre ammalati. Secondo uno studio dell'Università Tor Vergata di Roma e dell'Università di Bari, infatti, l'assunzione di probiotici sarebbe particolarmente utile per prevenire e ridurre le infezioni della bocca e delle vie respiratorie come faringiti, tonsilliti e laringiti.

I migliori risultati, sono stati ottenuti con il ceppo probiotico K12 appartenente alla famiglia degli Streptococcus salivarius che, come abbiamo visto poco sopra, sono fondamentali per l'equilibrio del microbiota orale.

Lo Streptococcus salivarius K12, è famoso per essere stato isolato per la prima volta circa 30 anni fa dalla bocca di un bambino neozelandese di 5 anni che, rispetto ai propri coetanei, non si era mai ammalato di faringite, tonsillite e otite media. Negli anni diversi studi di laboratorio hanno osservato il comportamento di S. salivarius ed è emerso che la presenza di questo ceppo all'interno del cavo orale limita la crescita di altri batteri patogeni che causano infezioni delle vie aeree come faringiti e tonsilliti.

Un team di ricerca dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma nel 2019 ha avviato uno studio pilota per valutare l'efficacia del ceppo K12 nel prevenire gli episodi ricorrenti di faringite e tonsillite nei bambini e i risultati hanno confermato le aspettative. Streptococcus salivarius K12 è davvero utile per mantenere in perfetto equilibrio il microbiota orale di tutta la famiglia e per prevenire e ridurre le infezioni faringo-tonsillari, limitando così anche il ricorso a farmaci (antibiotici).

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli