Home Bambino Salute

Pediatri: arriva il sì per vaccinare i ragazzi

di Elena Berti - 29.04.2022 - Scrivici

vaccinare
Fonte: Shutterstock
Il documento della Società di Pediatria conferma il sì per vaccinare gli over 12 contro il Covid 19. Ecco cosa sappiamo e cosa comporta

I bambini sono colpiti dal Covid, anche se con effetti meno lievi. Numerosi studi dimostrano che gli effetti del long Covid non sono da sottovalutare, come pure la loro capacità di trasmettere il virus alle persone più vulnerabili. Per questo la Società Italiana di Pediatria ritiene necessario un "intervento vaccinale globale" che coinvolga tutte le categorie di pazienti, non solo i fragili e gli anziani. 

 

 

In questo articolo

Vaccinare gli over 12

I pediatri italiani raccomandano quindi caldamente la vaccinazione per tutti i ragazzi e le ragazze con più di 12 anni, in assenza di controindicazioni e con i vaccini ritenuti sicuri per la fascia d'età. Per i ragazzi che sono già risultati positivi al Covid, la Sip consiglia invece una pausa di tre mesi dal tapone positivo alla prma dose del vaccino anti Covid-19.

Nella nota diffusa dalla società di pediatria si legge che è anche fondamentale "guidare gli adolescenti e le loro famiglie verso un percorso vaccinale libero e consapevole" e "informare i genitori circa le modalità per la gestione dei più frequenti segni e sintomi postvaccinici, ma soprattutto in merito alle tempistiche per contattare, in questi casi, il proprio medico". Il documento infine, non dimentica l'importanza di "ribadire con forza il valore del continuo e costante rispetto delle norme per il contenimento e la diffusione del Sars-CoV-2, anche dopo vaccinazione". 

Come abbiamo detto, adolescenti e bambini non sono particolarmente colpiti da forme gravi di Covid-19, ma sono un veicolo importante per la trasmissione del virus soprattutto per la socialità.

Le raccomandazioni della SIP

Le raccomandazioni della società italiana di pediatria si rivolgono quindi agli adolescenti e ai loro genitori. Consigliano di vaccinare tutti i ragazzi e le ragazze di 12 anni o più, utilizzando vaccini approvati da EMA e AIFA e raccomandati per le diverse fasce di età (per chi ha tra i 12 e i 15 anni vengono somministrati quelli a base di mRNA, (Pfizer e Moderna).

I ragazzi possono essere vaccinati anche senza attenersi a intervalli specifici rispetto ad altre vaccinazioni previste dal piano nazionale: se per esempio un dodicenne si sottopone al vaccino contro il papilloma virus, non c'è necessità di attendere più di quindici giorni. 

Si sconsiglia inoltre l'uso di farmaci a scopo preventivo per evitare eventuali effetti avversi del vaccino: se vaccinate i vostri figli, non fategli assumere medicine per prevenire la febbre o altri effetti post vaccinazione, ma aspettate che questi si presentino e consultate il pediatra. In ogni caso, il malessere dovuto al vaccino contro il Covid dura al massimo un giorno.

Anche se sono meno colpiti, è importante vaccinare i ragazzi per la loro salute e per garantire una minore circolazione del virus. 

Aggiornato il 22.06.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli