Home Bambino Salute

Cos'è la polmonite da Mycoplasma pneumoniae e come si riconosce?

di Francesca Capriati - 04.07.2024 - Scrivici

polmonite-da-mycoplasma-pneumoniae
Polmonite da Mycoplasma pneumoniae nei bambini: come si prende, quali sono i sintomi e quanto è pericolosa? Ecco quanto dura e come va curata

In questo articolo

I casi di Polmonite da Mycoplasma pneumoniae tra i bambini hanno catturato l'attenzione degli esperti già dallo scorso autunno e oggi la situazione desta ancora interesse e preoccupazione dal momento che il numero dei casi è superiore alla media. Ad esempio il sistema di sorveglianza attivato dal Laboratorio di immunologia dell'Azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze ha rilevato una impennata: da febbraio ad oggi sono state registrate 50 infezioni, e per la metà dei bambini colpiti si è reso necessario il ricovero.

Ma di cosa si tratta? La Polmonite da Mycoplasma pneumoniae è una forma di malattia infiammatoria del torace causata dal patogeno batterico Mycoplasma pneumonaie. Si tratta di un batterio che causa comunemente lievi infezioni respiratorie, con tosse e debolezza cma che, in alcuni casi, può portare a una polmonite atipica.

Come si prende la polmonite da Mycoplasma?

La polmonite da Mycoplasma pneumoniae si contrae attraverso goccioline di saliva infette, che si diffondono tramite tosse e starnuti. L'infezione può avvenire anche tramite il contatto diretto con superfici contaminate o con le mani infette che vengono poi portate al naso o alla bocca. I bambini sono particolarmente vulnerabili a causa del loro sistema immunitario ancora immaturo e perché fanno vita di comunità (frequentando scuole, asili, ludoteche).

Come evitare il contagio?

Le misure per prevenire il contagio sono quelle ormai ben note:

  • lavaggio frequente delle mani,
  • uso di mascherine in caso di sintomi respiratori,
  • isolamento dei soggetti infetti fino alla guarigione.

Quali sono i sintomi della Polmonite da Mycoplasma pneumoniae?

I sintomi possono essere lievi ma in alcuni casi anche gravi.

  • Nei casi lievi, i sintomi sono soprattutto febbre leggera, tosse secca persistente, mal di gola e stanchezza.
  • Nei casi più gravi, possono comparire febbre alta, difficoltà respiratorie, dolori al petto e mancanza di respiro.

Quali sono i sintomi nei bambini

I sintomi si sviluppano nell'arco di una-tre settimane e sono, in genere:

  • Febbre
  • mal di testa
  • mal di gola
  • malessere
  • difficoltà respiratorie 
  • irritabilità,
  • perdita di appetito,
  • in alcuni casi eruzioni cutanee.

Come debellare il Mycoplasma?

La diagnosi viene solitamente effettuata tramite esami del sangue, tamponi faringei o esami delle secrezioni respiratorie.

In caso di Mycoplasma pneumoniae positivo bisogna immediatamente iniziare la terapia.

Il Mycoplasma pneumoniae è sensibile a diversi antibiotici specifici e quindi l'infezione può essere curata tramite l'applicazione di protocolli medici ben conosciuti e verificati.

Mycoplasma pneumoniae: la durata della terapia

La durata della terapia per la polmonite da Mycoplasma pneumoniae varia in base alla gravità dell'infezione. In genere, la terapia antibiotica dura dai 7 ai 14 giorni.

Nei casi più gravi o nei bambini con sistema immunitario compromesso, il trattamento potrebbe essere prolungato.

Cosa succede se non si cura il Mycoplasma?

Un Mycoplasma pneumoniae non curato può portare a complicazioni significative. Oltre alla polmonite severa, il batterio può causare pleurite (infiammazione delle membrane intorno ai polmoni), insufficienza respiratoria e, in casi rari, meningite o encefalite.

Domande e risposte

Lo Mycoplasma pneumoniae è pericoloso?

Il Mycoplasma pneumoniae può essere pericoloso, soprattutto nei bambini, negli anziani e nelle persone con un sistema immunitario indebolito. Sebbene la maggior parte delle infezioni sia lieve, alcuni casi possono evolvere in polmonite grave, richiedendo il ricovero. La pericolosità aumenta se l'infezione non viene trattata tempestivamente o correttamente.

Quanto dura l'infezione da Mycoplasma?

Sintomi come malessere e tosse secca possono persistere per settimane, anche mesi. Febbre e altri sintomi influenzali, in genere, scompaiono dopo pochi giorni dall'inizio della terapia antibiotica.

I migliori articoli a tema "Malattie infettive nei bambini"

  1. Virus respiratorio sinciziale dei bambini
  2. Bronchiolite nei bambini: cos'è, come curarla, come prevenirla
  3. Streptococco nei bambini: come riconoscerlo
  4. La faringite nei bambini
  5. Focolai polmonari, che cosa sono e come si curano

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli